Zucca o zucchina: Trombetta dal giardino alla padella!

Potete gustarla come una versione più delicata e meno dolce della zucchina, oppure potete cucinarla come una zucca: a voi la scelta! Il curioso ortaggio di cui stiamo parlando è la ‘Trombetta di Albenga’, una varietà insolita che si riconosce a prima vista, grazie alla sua forma a ferro di cavallo con un rigonfiamento alla base. La Trombetta si consuma come una zucchina oppure come una zucca: la differenza sta tutta nel punto di maturazione.

ZUCCA O ZUCCHINA?
Se la preferite come zucchina, potete lasciare che cresca al massimo 20-30 cm per raccoglierla quando la buccia è verde chiaro. Se invece la preferite come zucca, potete lasciare che si allunghi fino a un metro e maturi completamente, diventando gialla: sarà meno gustosa ma viene comoda nelle zuppe. Come zucchina comparirà già sulla tavola estiva, mentre come zucca sarà un ortaggio da gustare in autunno.

COLTIVARE LA TROMBETTA IN GIARDINO
Facilissima da crescere, senza occupare spazio, si coltiva a spalliera contro il muro o su pergola: scalerà agevolmente il sostegno e produrrà frutti che, appesi, non si torceranno ma si allungheranno sviluppandosi dritti, facilitandone l’utilizzo in cucina e riducendo l’ingombro. La Tromba o Trombetta si consuma tutta: la polpa, aromatica e senza semi (che si trovano solo nella parte larga), libera pochissima acqua durante la cottura, conservandosi soda. Si coltiva con agio perché non ha particolari esigenze di terriccio e non richiede una temperatura particolarmente alta per fruttificare: matura in circa 90 giorni a partire dalla semina, in aprile, e può essere raccolta fino ai primi freddi. Importante solo l’irrigazione, meglio se regolare e abbondante.

Perché non è facile trovare la Trombetta al supermercato?
Pochissimo diffusa, la Trombetta è rara sul mercato perché la buccia chiara di questo ortaggio tipicamente ligure, che decora spesso gli orti di Albenga, si segna molto facilmente, riducendo i tempi di conservazione: questo “difetto” non la rende un prodotto fresco commercialmente attrattivo. Ideale quindi da coltivare nel giardino di casa, dove non dovrà subire trasporti, se non di qualche metro.. fino alla padella!

10 risposte a “Zucca o zucchina: Trombetta dal giardino alla padella!

  1. Chiedo gentilmente solo un informazione: le coltivo nel mio orto in Emilia,se lascio maturare la zucca, lsi conserva per un certo periodo come le normali zucche ???
    Ringrazio,distinti saluti.

    • Guarda, avrai delle vere e proprie zucche!
      Sono diverse da quelle che conosciamo, le mantovane per capirci. Devi lasciarla attaccata alla pianta più che puoi, facendo solo attenzione che dove è appoggiata a terra non marcisca.
      La si tiene lì fino a ottobre se ben ricordo.
      A me piace molto perché non ha il solito sapore dolce, ma è una zucca! Io la cucino col riso, per esempio, faccio il risotto. Se vuoi delle ricette guarda nelle ricette liguri, perché lá è usatissima.

  2. Quest’anno per la prima volta le ho coltivate nel mio orto sono veramente molto orgogliosa e soddisfatta fatte in tutti i modi… parmigiana, polpette, ripiena (la parte rigonfia è perfetta!!) ….. e adesso ne ho ancora alcune le ho lasciate crescere sono enormi e già gialle (buonissimo il risotto e anche in agrodolce)
    Meravigliosa scoperta non mancherà mai più nel nostro orto

  3. Salve a chi mi legge!
    In “versione” zucca matura, la buccia è commestibile (tipo le hokkaido, per capirci) o la si deve forzatamente sbucciare ?
    Chiedo perché, da profano con questa varietà, quest’anno ne ho 16 nell’orto.
    Sono sane e iniziano a colorarsi.
    Per la conservazione, presumo come le zucche normali, vero ?
    Buona giornata !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *