Contro cimici, vespe e zanzare meglio i rimedi naturali

Fango sulla pelle: era la difesa dalle zanzare che adottavano le popolazioni dei Neolitico che vivevano in zone infestate. Ma i cambiamenti climatici e la globalizzazione stanno migliorando le condizioni di vita per gli insetti, e parallelamente peggiorando le nostre: gli inverni poco freddi e il commercio globale hanno portato a un aumento e diversificazione delle infestazioni. La zanzara tigre e la cimice asiatica sono solo due fra le numerose specie di insetti che hanno trovato anche in Italia ambienti perfetti per riprodursi… e darci un gran fastidio. Che fare, dunque? Se preferite la lotta con rimedi naturali, ecco le soluzioni che propongono gli esperti dei garden Viridea. Continua a leggere

La denuncia: gli alberi piccoli in città non fanno abbastanza ombra

Furto di ombra. E di salute. Possiamo definire così la denuncia contenuta nella lettera pubblicata sulla testata Il Pescara che l’architetto Simona Barba ha inviato al giornale per segnalare che a Pescara (ma accade un po’ dovunque), “al posto dei possenti pini, o pioppi o platani, dalle grandi chiome, stanno ripiantumando in maggioranza ligustri, pruni o altri piccoli alberi, che nemmeno nei sogni riusciranno a fare il lavoro che i grandi alberi facevano per noi: abbattimento delle polveri, assorbimento di Co2, ombra vera”. Insomma, nel fuggi-fuggi di pedoni e auto che cercano rifugio dall’impietosa canicola estiva, riverberata da cemento e superfici artificiali, l’unica protezione naturale, quella della vegetazione, viene prontamente amputata. E senza speranza di un ripristino nel futuro. Continua a leggere

Albero-habitat: quando la vecchiaia diventa preziosa

Tronchi spessi e rugosi, forme irrigidite e a volte disarmoniche. Sono gli alberi che hanno visto tanta vita, invecchiati ma ancora indomiti, ben fissi nel posto in cui sono nati. Che a volte può essere un viale di città, una piazza, un bivio. I tecnici li guardano, questi grandi vecchi, con cipiglio, pensando ai costi maggiori per manutenerli e per garantire che non diventino pericolosi data l’età. La sentenza dice quasi sempre “Abbattere subito”. Ma per quei pochi esemplari che superano il severissimo filtro “costo/beneficio”, racconta a Fiori &Foglie l’arboricoltore Giovanni Morelli, si può pensare ad un’altra strada: dare loro una vecchiaia (che per un albero può essere lunga anche 100 anni) dignitosa e tutelata. Continua a leggere

Larve nei vasi: l’invasione del maggiolino giapponese anche sui balconi

Grasse e color bianco-crema, testa marroncina e buffe zampette nella parte anteriore: sono le larve del coleottero giapponese, al secolo Popillia japonica. Professione? Killer di piante, ortaggi e prati. In particolare, adora le rose, le piante da orto e da frutto e l’erba, che divora “da sotto”. Ne avevamo parlato qualche tempo fa, ma l’allarme invasione di questo coleottero in Italia, che qui non possiede nemici naturali, si sta estendendo sempre più. Fino a toccare persino i comuni fiori sul balcone: in una balconetta da 40cm, con dentro 2 stagionali, di queste larve biancastre se ne possono trovare anche 17, tutte insieme… Continua a leggere

Piante assetate? Proviamo con l’hydrogel

Caldissime le temperature di quest’estate bollente: i vasi in questi giorni si asciugano in un baleno. Le piante su balconi e terrazzi entrano facilmente in sofferenza se non provvediamo ogni giorno a fornire l’acqua. Questo continuo annaffiare richiede, da parte nostra, maggiore impegno e attenzione, e sottopone le piante ad uno stress continuo tra secco e umido. Un aiuto può essere utilizzare granuli di hydrogel, un composto in gel trasparente che si mischia al terriccio e che agisce come una riserva d’acqua a lento rilascio, riducendo l’urgenza di annaffiare. Continua a leggere

Sole caldissimo? Balcone fiorito con la lavanda nana!

E’ più compatta delle lavande che di solito si piantano in giardino. Ma proprio per questo la Lavanda nana può rivelarsi una preziosa pianta da fiore in grado di adornare e profumare intrepidamente balconi e terrazzi completamente esposti alla bollente estate di città. Tra le nane, la Lavandula ‘Hidcote Blue’ (o anche la ‘Hidcote Superior’) è una varietà pensata proprio per crescere in vaso. E non è un dettaglio. Vuol dire che si tratta di una pianta capace di adattarsi a condizioni estremamente difficili (poca terra e poca acqua) senza perdere il suo potenziale decorativo. Se abbiamo a disposizione uno spazio ristretto molto soleggiato, è molto importante scegliere la pianta giusta al posto giusto, per evitare cocenti – è il caso di dirlo – delusioni 😉 Continua a leggere

Assessore al Verde? Una posizione che non richiede competenza

Quando si pensa ad un servizio pubblico, ci si aspetta che chi lo guida conosca profondamente la materia di cui andrà ad occuparsi. Perché questo garantisce che vengano fatte scelte consapevoli e ponderate in merito alle grandi e piccole opere che l’amministrazione comunale mette in campo facendo uso di soldi pubblici. E non stiamo parlando di sottigliezze: metter mano al verde di una grande città equivale ad investire milioni di euro. A Roma però Laura Fiorini, nuovo assessore del verde candidata a rimpiazzare, dopo 4 mesi di posto vacante, la dimissionaria Pinuccia Montanari, di alberi, piante, parchi e giardini non si è mai occupata nella vita. Continua a leggere