E dopo i geli possiamo piantare i gigli nei vasi!

Apriranno tra la primavera e l’estate i loro meravigliosi fiori, simili a grandi trombe squillanti di colori. Ma è ora, alla fine dell’inverno, il momento giusto per piantare i bulbi di giglio, grosse “patate” che contengono le preziose gemme pronte a germogliare. Saranno proprio loro, i bulbi dei gigli, a dar vita ai robusti steli che porteranno le preziose corolle. Scampati i geli, con le belle giornate che cominciano a far capolino insieme a temperature più miti, potremo piantare i bulbi – in vendita in busta nei garden – nei vasi e nei nostri giardini nelle prossime settimane. Continua a leggere

Camelie in boccio sotto la neve: cosa fare? Parla l’esperto

Cariche di boccioli, a volte con i fiori già in parte o del tutto aperti. Sulle nostre meravigliose camelie in fiore, proprio ora, si posa, fine e fitta, gelida neve… Un brivido ci corre per la schiena, e subito la preoccupazione ci porta a pensare a come difendere le nostre beniamine dall’improvvisa coltre bianca di fine inverno… Bisognerà forse proteggerle in qualche modo? Perderanno tutti i fiori? Abbiamo girato queste domande ad un’autorità in materia, Andrea Corneo, agronomo e Presidente della Società Italiana della Camelia: ecco i suoi consigli! Continua a leggere

Nella boccia niente pesci: creiamo un mini paesaggio!

Fuori gelo e neve, ma in queste settimane così vicine alla primavera, abbiamo già voglia di verde intorno a noi. E allora un’idea particolarmente intrigante è quella di creare piccole ambientazioni vegetali ispirate alla natura utilizzando una semplice boccia di vetro. Se vi appassionerete a questi paesaggi naturali in miniatura, potrete ottenere dei risultati assolutamente affascinanti. Continua a leggere

Rose sotto temperature polari? Addio cesoie!

Il Belpaese oggi si è risvegliato sotto la neve in molte zone, ma per le rose, che sono piante molto resistenti, il problema non è il candido manto. La neve anzi protegge i tessuti vegetali dal vero nemico: il gelo. E siamo in un periodo in cui sottoponiamo le nostre rose ad un’operazione piuttosto invasiva: la potatura di fine inverno. Con questo rovescio climatico però cosa è giusto fare? Abbiamo girato la domanda alla nota esperta di rose del Roseto della Villa Reale di Monza, Tina Ponzellini, che ha subito risposto: “Prima di tutto, giù le cesoie!” E poi… Continua a leggere

“Pizzi” sugli alberi? Opera di un insetto “alieno”

L’occhio di un pollice verde non è mai fermo. Anche mentre cammina per strada in città, osserva attento arbusti, fiori e piccole piantine che sbucano dal marciapiede al pari degli alberi dei giardini privati che si intravvedono dai cancelli oppure quelli piantati sul suolo pubblico, lungo le vie. E così capita che l’occhio allenato distingua particolari che molti non colgono. Così è capitato a Dede Mussato, appassionata di verde, che il 18 gennaio ha notato sui Liquidambar di Via Meda all’entrata di Monza uno stranissimo fenomeno: era come se i rami degli alberi fossero stati decorati di pizzo candido! Continua a leggere

Arriva in Italia il ciclamino doppio

Ebbene sì, anche il fiore che è un must per balconi, terrazzi e giardini d’autunno si veste di novità. Nei vivai e nei garden center sta arrivando il ciclamino a fiore doppio. Più ricco di petali, il simbolo della “seconda primavera” promette, grazie alle qualità della varietà ‘Masako’, un effetto scenografico ancora maggiore del “classico” ciclamino. Distribuito da Schoneveld Breeding, ibridatore olandese detentore dell’esclusiva per l’Europa, il ciclamino doppio porta il nome della principessa giapponese perché nato proprio in Oriente. Continua a leggere