E se la vecchia solita dracena in salotto finalmente… fiorisse?

Profumerebbe tutta la casa. Ebbene sì, opera della scontata Dracena, quel “tronchetto della felicità” che avete da anni e anni in casa e a cui spesso dimenticate di dare l’acqua. Sono suoi i fiori ritratti nell’immagine sopra, non un’esotica corolla fotografata dall’altro lato del mondo. Tra le piante più robuste al mondo, la Dracena fragrans cela un segreto profumatissimo dentro di sé: e il nome botanico lo dice. E alcuni fortunati, questi fiori in salotto li hanno pure visti.

Continua a leggere

Il bonsai più facile? E’ quello “grasso”

In questi ultimi giorni prima del Natale, nella corsa ai regali, un’opzione molto gettonata è quella di regalare un bonsai. Un dono prestigioso che assicura una bella figura a chi lo porta. Ma c’è un però. La pianta bonsai è molto bisognosa di cure… E non tutti hanno la sensibilità e l’attenzione necessaria. Quindi, che fare? Escludere l’idea del bonsai? Anche no, grazie alla Portulacaria, una pianta grassa che, con i suoi fusti nodosi, le foglioline verde brillante e i rametti rosso mogano, si presta bene alla forma dell’albero bonsai senza richiederne le molte attenzioni. Continua a leggere

Porri fai-da-te: con la tecnica del regrow sono a costo zero!

Frittata di porri stasera? Allora siamo pronti per sperimentare il regrow! Di cosa si tratta? Si tratta di dare una seconda vita all’ortaggio che in genere portiamo in tavola, facendo ricrescere la pianta, in acqua oppure in terra, a partire dalla parte scartata …ovvero proprio quella che di solito buttiamo. Ebbene sì, perché cestinando i fondi dei porri, in realtà stiamo buttando via una pianta viva, che potrebbe regalarci, con pochissima fatica e in poche mosse, un piccolo nuovo “raccolto”. Continua a leggere

Piante in inverno: riconoscerle per proteggerle

Internet straborda di consigli su come proteggere le piante d’inverno, quando si palesano le insidie della cattiva stagione. E se al sud il problema è l’irraggiamento solare d’estate, in inverno è il nord a doversi preoccupare delle piante più delicate. C’è però un elemento che, nel novero delle indicazioni, viene spesso trascurato, ma che invece fa la differenza. Per decidere come proteggerla, dobbiamo prima di tutto capire di quale pianta si tratta. Sapere è potere: solo riconoscendola, potremo soddisfare le sue esigenze, in modo che lei possa poi soddisfare le nostre attese. Continua a leggere

E’ tempo di raccogliere le foglie: anzi… No, parola di giardiniere!

Ebbene sì, cadono le foglie. Curiosamente solo in questi giorni sta iniziando la marcia più decisa di uomini e piante verso la stagione fredda, grazie ad un autunno insolitamente mite che ha rinviato di alcune settimane il foliage a cui segue la perdita della vegetazione, al punto che molte specie l’avevano conservata fino ad ora. Insieme alle foglie che cadono, arriva anche il pensiero di doverle raccogliere e smaltire. Ma raccogliere le foglie e buttarle via è giusto? La risposta per il giardiniere professionista Sandro Degni è un semplice NO. E ci spiega in tre parole il perché… Continua a leggere

A Masino in mostra le dahlie giganti e il settembrino alto tre metri

Per ammirarle devi alzare gli occhi al cielo: le margherite viola che produce il colossale settembrino in mostra nella mostra-mercato al Castello di Masino, Due Giorni per l’Autunno, svettano ad un’altezza che di sicuro non ti aspetti. E’ l’imponente fioritura di Aster tataricus: unita alle incredibili dahlie giganti con corolle di oltre 30cm, si potevano ammirare in occasione della tradizionale manifestazione dedicata a piante e fiori organizzata dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) nella provincia di Torino, conclusasi ieri, domenica 21 ottobre. Continua a leggere