La ricetta del prato perfetto? Erba alta e meno acqua, parola di esperto

Se in America guadagna consensi il movimento Food, not Lawns che trasforma i prati in orti, nel Belpaese l’erba di casa è oggetto di tali ansie da venire sempre più spesso sostituita con il prato sintetico, ovvero pura… plastica. A preoccupare sono le cure maniacali e gli sproporzionati consumi d’acqua che richiederebbe il prato verde casalingo. Ma a detta degli esperti, si tratta di un mito. La ricetta per il prato perfetto, ci dice l’agronomo Riccardo Dal Fiume, tra i più stimati esperti in Italia di tappeti erbosi, esiste: il seme giusto, il taglio alto e molta meno acqua di quanto pensiamo… Continua a leggere

L’arma segreta delle piante contro la siccità? L’aceto!

L’applicazione esterna di aceto può aumentare nelle piante la resistenza alla sete: il metodo funziona, affermano gli scienziati, e non solo in laboratorio, ma anche con coltivazioni comuni, come riso, mais e grano. E’ la scoperta pubblicata sulla rivista Nature Plants in base agli esperimenti effettuati da un team di ricercatori giapponesi del Riken Institute, guidati da Jong-Myong Kim.
Continua a leggere

Coltiviamo in vaso il caviale vegetale?

Cresce come un limone, ma limone non è 😉 Quando lo apri, dai suoi frutti lunghi e stretti escono piccole sfere con all’interno un liquido profumato al sapore di agrumi, che si sposa perfettamente con i piatti di pesce. Chiamato “caviale vegetale“, il Finger Lime (Citrus australasica) è un agrume australiano che sta guadagnando sempre più consensi tra gli chef stellati, tanto da attirare l’interesse dei coltivatori americani che in California stanno iniziando a coltivare per profitto questo singolare agrume che viene da lontano. E l’Italia non sta certo a guardare: anche nel Belpaese da qualche anno si stanno iniziando a coltivare i finger lime per profitto. Perché dunque non provare a farlo anche in giardino o in terrazzo per il piacere del consumo “domestico”? Continua a leggere

Escallonia, la nuova sempreverde per una siepe sempre bella

Noiose e sempre le stesse: è così che spesso appaiono le nostre siepi in giardini e condomini. Quasi fossero di plastica, non le notiamo nemmeno. Ma c’è una novità: arrivata da qualche anno sul mercato l’Escallonia, un arbusto molto intrigante che negli anni sta rivelandosi molto più resistente al freddo di quanto si pensasse, tanto da presentare le qualità necessarie per rimpiazzare le classiche specie da siepe, compresa l’ormai ubiquitaria vigorosa Photinia dalle splendide foglie rosse che ha spodestato d’imperio il tradizionalissimo, verdissimo, lauroceraso. Continua a leggere

Arriva il gelsomino a fiori grandi che resiste al freddo

E’ un gelsomino, ma proprio non sembra. Abituati come siamo ad associare questo nome al classico rampicante profumato a fiorellini bianchi detto “falso gelsomino” (Rhyncospermum jasminoides), non ci viene in mente che ne possa esistere uno che si presenta in modo del tutto diverso. Invece esiste: è il Gelsomino multipartitum, un gelsomino africano che regala grandi fiori stellati e invece di arrampicarsi, cresce come un cespuglio. E sorpresa, sorpresa: è sempreverde e resiste al freddo! Continua a leggere

Monete del Papa, piante veloci e divertenti da coltivare con i bimbi!

Vengono chiamate “Monete del Papa” le belle capsule vegetali argentate che produce la Lunaria annua, una piantina biennale dalla crescita vigorosa e fulminea che farà la felicità di qualsiasi bimbo abbia voglia di metter le mani nella terra sotto la premurosa guida dei grandi. Eggià, perché far giardinaggio con i piccoli sembra facile, ma non sempre lo è! La loro impazienza li porta a cercare risultati immediati con aspettative che poco si adattano ai ritmi della vita delle piante… Continua a leggere

Come si crea un albero di glicine in giardino?

Glicine coltivato ad albero fotografato in un giardino sulla strada per Lovere

Ci ha completamente stregato con le sue profumatissime fioriture a grappoli lilla in questi giorni di relax pasquale. Il glicine ha un fascino tutto suo, un mix di forza e romanticismo che raramente lascia indifferenti. E scatta la mitica frase: “Lo voglio anch’io!!”. E questa reazione è assolutamente da mettere in conto quando ci si trova di fronte ad un glicine allevato ad albero, invece che nella sua solita veste di avvolgente rampicante. Una “forzatura” che però rende questa pianta bella al pari di una scultura. Ma come si fa ad ottenere un albero da un giovane glicine appena acquistato? Francesco Vignoli, vivaista esperto, a suo tempo ce lo ha rivelato… Continua a leggere