Settembre: ripartono mostre e manifestazioni con i fiori d’autunno

Con l’inizio di settembre si riapre la stagione delle manifestazioni legate al verde, che mettono in mostra e vendita nelle piazze e nei parchi di tutta Italia le forme e i colori di fiori (e degli ortaggi!) che danno spettacolo a fine estate. Le occasioni per godersi l’outdoor, senza il caldo afoso dell’estate, non mancheranno. Tanti gli appuntamenti, senza dimenticare quelli che prevedono convegni che parlano del verde e della sua capacità di trasformare piazze e luoghi delle nostre città. Due si terranno proprio questo weekend. Ecco dunque l’elenco di date ed eventi da non perdere in questa “seconda primavera”! Continua a leggere

Brunella, il paradiso perduto sul tetto della fortezza toscana

Un giardino incantato, frequentato da prestigiosi personaggi dell’epoca, tra i contrafforti della Brunella, una delle più belle fortezze della Lunigiana, è patrimonio perduto per il Belpaese. L’ignoranza, il disinteresse e l’ignavia hanno vinto la loro battaglia contro cultura e storia in questo angolo della Toscana inconsapevole delle sue ricchezze. Sparuta l’erba cresce là dove fiori e arbusti spiccavano a contrasto con la pietra possente della Fortezza: ancora i glicini vetusti si abbarbicano testardi alle murate, sopravvissuti indomiti senza cure. Continua a leggere

Il mensile Gardenia festeggia oggi il numero 400

Considerato un punto di riferimento per tutti quelli che amano piante, fiori e giardini, il mensile Gardenia taglia il traguardo delle 400 uscite pubblicando il numero di agosto 2017, da oggi in edicola. La rivista diretta da Emanuela Rosa-Clot assegna così a proprio onore un tenace successo nel tempo, che premia il continuo lavoro di ricerca e aggiornamento di tutto ciò che attiene al mondo del verde, divulgato in maniera accessibile e interessante. Continua a leggere

Premiati i parchi più belli del 2017: da visitare!

Villa Durazzo Pallavicini e Villa La Foce sono stati premiati come i più bei parchi italiani del 2017: con le loro architetture e i loro preziosi giardini, si collocano tra i tesori del nostro paese che non smettono di stupire. Rappresentano quella parte d’Italia che, lontano dagli sguardi dei media, ci parla di cultura, di arte, storia e dello storico legame dell’uomo con le piante, apportatrici di frescura, benessere e bellezza. La loro esistenza ci racconta di tempi diversi da quelli che conosciamo, ricchi di lezioni sulle nostre eccellenze utili da ricordare, anche a noi stessi. Perché dunque non organizzare una gita e trascorrere qualche scampolo di estate a visitarli? Continua a leggere

Castelluccio, dopo il sisma i turisti tornano per le lenticchie in fiore

Pennellate multicolori splendono nell’aria frizzantina dei 1500 metri che si gode osservando Pian Grande, l’immenso pianoro circondato dalle montagne di fronte a Castelluccio da Norcia, paese di origine delle deliziose lenticchie a marchio igp. E’ questo lo spettacolo che sta riportando i turisti, armati di obiettivo, nella zona che il terremoto di ottobre 2016 ha martoriato. E i 300 turisti di questi ultimi due giorni sono un successo da festeggiare, perché parlano di una semina difficilissima nonostante la cittadina sia stata rasa al suolo dal sisma e le strade d’accesso alla piana fossero tutte sbarrate. Continua a leggere

A Pistoia questa settimana parla il Paesaggio

Una settimana intera, tutta dedicata ad un unico tema dalle mille anime: il paesaggio, con tutto ciò che contiene: aziende, prodotti, piante e persone. E’ “Vestire il Paesaggio”, evento organizzato dalla Provincia di Pistoia che riunisce esperti, vivaisti, ricercatori, imprenditori e giornalisti in una densissima kermesse dove dalla mattina alla sera, in una tabella di marcia degna di una competizione culturale, si susseguono incontri e convegni con visite ai poli di eccellenza locali. E quale paesaggio potrebbe essere miglior protagonista di un’iniziativa di questa portata che quello toscano, con tutte le sue qualità e le sue enormi potenzialità? Continua a leggere

Skygarden di Seoul: e la sopraelevata diventa un parco con 24mila piante

E’ successo di nuovo, stavolta a Seoul: una vecchia sopraelevata in disuso è diventata un parco pubblico, lo Skygarden, dove 24mila vegetali tra alberi, fiori e piante, rendono fruibile lo spazio, dandogli una nuova vita e una nuova funzione. Insomma, la lezione della High Line di New York sta facendo scuola. Il verde diventa strumento per ridare alla città spazi persi da vivere, dove ora è possibile passeggiare, prendere un caffè, incontrarsi, godere dell’aria aperta guardando dall’alto strade e viali ingorgati di traffico e smog. Continua a leggere