Al via il Concorso dei Comuni fioriti per scuole, condomini e abitazioni

Si è ufficialmente aperto in questi giorni il concorso che premia i Comuni più fioriti d’Italia. E non si tratta solo di strade e municipio: concorrono anche scuole, chiese, condomini e abitazioni. Luoghi, palazzi, strade e vie che vediamo e percorriamo ogni giorno che diventano per una volta protagonisti e attirano l’attenzione grazie all’elemento vegetale che correda facciate, balconi, aiuole ed ingressi. Continua a leggere

Il Labirinto di bambù di Franco Maria Ricci che sfida il tempo

 

Dalla strada una punta a triangolo svetta contro il cielo e già capisci che quello che vedrai è destinato a sfidare il tempo, come le monumentali tombe dei faraoni egizi. Materia solida fatta di muri lisci interrotti solo dai faretti, atrii e cortili, percorsi e passaggi racchiusi tra gli archi. La geometria rigorosa delle forme, simboli universali eppure aperti ad ogni interpretazione, è nuda di decorazioni in un complesso di sapore neoclassico, che parla di sogni, utopia e vocazione all’eterno circondato da viottoli, radure e svolte in una pelle vegetale: è il Labirinto di Franco Maria Ricci, la sua opera a presente e futura memoria costruita pezzo pezzo con i suoi averi in quel di Fontanellato, vicino a Parma, nel corso degli ultimi dieci anni, e aperta al pubblico dalla fine di maggio. Continua a leggere

Frutti da gustare, ma solo con gli occhi: i capolavori di Paola Nizzoli Desiderato

Torsoli in bella vista, che maleducazione ;-)

Toh pensa, qualcuno ha dimenticato su questa bella alzatina di vetro i torsoli delle mele che si è mangiato!”: il pensiero è quasi inevitabile di fronte ai resti di una merenda di frutta in bella vista su una sontuosa tavola imbandita. Peccato che il poco educato visitatore in realtà non esista, perché quei torsoli che sembrano pronti per finire dritti dritti nella raccolta dell’umido in realtà sono… finti. E nell’umido non ci andrebbero mai. Anzi, il posto giusto per loro è una mensola del salotto oppure nel centrotavola! Continua a leggere

Fiori giganti spuntano al Maxxi di Roma

Giganteschi fiori rossi e una grande collina verde hanno completamente cambiato l’aspetto dell’asettica piazza dedicata ad Alighiero Boetti, antistante il Maxxi, museo nazionale di arte contemporanea a Roma. Tutto merito di Whatami, installazione dello studio romano stARTT inaugurata a giugno e visitabile fino alla fine di ottobre, che ha trasformato un’area praticamente di passaggio in uno spazio fruibile a disposizione del pubblico, vivibile in ogni momento della giornata sia come area relax che come luogo di incontro e tribuna verde per un ricco programma di eventi nelle serate estive. Continua a leggere

Graffiti di muschio


I graffiti che ricoprono i muri delle nostre città suscitano opinioni contrastanti. Street-art per alcuni, scarabocchi e degrado per altri, è comunque innegabile che siano ormai parte integrante del paesaggio urbano. Da qualche anno nelle strade delle metropoli americane sono comparsi però dei graffiti particolari, realizzati col muschio… Autore di questa street-art vivente è Mosstika, (moss è la parola inglese per muschio) ovvero l’artista ungherese Edina Tokodi che, con il suo collaboratore Jòzsef Vàlyi-Tòth, ha dato origine ad una sorta di green-guerrilla urbana. Continua a leggere

Insetti …artistici

Siamo tutti consapevoli del ruolo fondamentale degli insetti nel mantenimento di un ecosistema ma, quando ce li ritroviamo in casa nostra o sulle nostre piante, eccoci armati di veleni di ogni genere, pronti a sterminare formiche, zanzare, mosche, tarme, oziorrinchi… Un’insegnante dell’Università del Wisconsin, Jennifer Angus,   considera invece gli insetti da un punto di vista completamente diverso e da 10 anni realizza composizioni caleidoscopiche richieste da gallerie e musei del Nord America, usando proprio insetti morti ed essiccati. Disgustoso e repellente?
Guardate un po’ i risultati…  Continua a leggere