22 aprile, Giornata della Terra: quest’anno è dedicata agli alberi

giornatadellaterra_alberi520

7,8 miliardi di alberi in più entro i prossimi cinque anni: è questo l’obiettivo che si propone la Giornata della Terra edizione 2016, che si festeggia proprio oggi, 22 aprile. Gli alberi sono stati riconosciuti come il modo più economico per combattere il cambiamento climatico e non solo. Questi nobili vegetali sono un motore di benessere a livello globale, non solo per l’ambiente – grazie ai vantaggi che portano e che tutti conosciamo – ossigeno, ombra, riparo per la biodiversità, consolidamento del suolo, filtrazione dell’acqua e dell’aria, assorbimento della Co2, origine di principi medicinali – ma anche perché, dove vengono piantati, creano un’economia nelle microcomunità più povere che permette lo sviluppo locale e la sopravvivenza. Continua a leggere

Festeggiamo i nonni, le “radici” della famiglia

La nostra società sta da poco riscoprendo il valore dei nonni. Sono loro la risorsa dei figli che danno alla luce dei bimbi. E non solo perché permettono ai genitori, in tempi di crisi, di continuare a lavorare senza dover pagare l’onerosa baby-sitter. I nonni sono parte del nucleo familiare, e trasmettono ai nipoti le lezioni che hanno imparato dalla vita. Se vogliamo, i nonni sono la radice nodosa e lignea che, da sotto la terra, aiuta a i tessuti più giovani a nutrirsi e a svilupparsi, in una continuità che concatena le generazioni. Il tempo dei nonni del resto somiglia molto a quello delle piante: i nonni sono lenti nei movimenti, saggi nel pensiero, amorevoli nelle cure. Sarà per questo che alcuni dei balconi di città più belli e fioriti sono coltivati da persone anziane. Una piantina viva è dunque un bel regalo da fare oggi, nella giornata dedicata proprio a loro.

Continua a leggere

L’estate degli orti in festa tra fiori e verdure

Si è svolta domenica a Vedano al Lambro, località in provincia di Monza e Brianza, la Festa degli Orti, l’evento che l’Amministrazione Comunale ogni anno dedica agli ortisti urbani. Cesti colmi di profumatissimi ortaggi raccolti di primo mattino e decorati con garbo da fiori colorati sono stati generosamente offerti al pubblico dagli stessi coltivatori che, giustamente orgogliosi del proprio lavoro, erano anche disponibili a rispondere alle domande e alle curiosità delle persone accorse nella piazza del paese. Continua a leggere

A Reggio Emilia si festeggia il pane “eco” a km zero

Tra le vie del centro, attorno alla basilica della Madonna della Ghiara e nel cortile di Palazzo Allende tra pochi giorni si sentirà nell’aria un delizioso profumo di pane appena sfornato. E’ “Pan de Re” (pane del re), la Festa del Pane di Reggio Emilia che, alla sua prima edizione, avrà inizio il 3 settembre per concludersi l’8 del mese, in concomitanza con la sagra della Giareda, appuntamento cittadino tradizionale. Il nome scelto per la festa non è a caso: il “Pan de Re” è un nuovo pane “a filiera corta”, ovvero prodotto localmente con le risorse della zona emiliana. Non solo. Continua a leggere

San Valentino: tanti tulipani per dire “Ti amo!”

Il regalo più dolce per San Valentino? Un mazzo di tulipani rossi o un cuore di bulbi che addolciscano questo giorno così speciale. Il tulipano infatti è il fiore più romantico tra tutte le bulbose. Una leggenda turca narra che sia nato dall’amore del giovane Fahrad per la bella Shirin. Un giorno Fahrad ricevette la notizia che la sua amata era stata uccisa. Disperato, decise di morire anche lui, lanciandosi col suo cavallo da un precipizio. Dal sangue di Fahrad nacquero bellissimi tulipani, rossi come la passione. E da quel momento, nel mondo orientale, il tulipano assunse il significato di amore perfetto. Continua a leggere