18-19 giugno: a vedere piante e fiori sì, ma lontani dalla pioggia!

fiori_fiere500

Se per il Nord, in questo weekend del 18-19 giugno, le previsioni rimangono bagnate di pioggia, nel resto dell’Italia ci sono maggiori speranze di schiarite serene. Se siete comunque stufi di star chiusi in casa esasperati dal tempo inclemente, ecco i consigli di Fiori&Foglie su dove trovare piante, erbe e fiori da ammirare o acquistare in occasione di manifestazioni, mostre-mercato e visite ai giardini storici: dai, il premio, in colori e profumi, vale il rischio! Continua a leggere

Orticola, fioriscono cappellini glamour in centro a Milano

Piume, volant, nastri floreali, muschio e farfalle: ieri alle 18.30 si sono aperti, per la tradizionale inaugurazione ad invito, i cancelli di Orticola, manifestazione dedicata alle piante e ai fiori a maggio ai Giardini Montanelli in pieno centro a Milano. Tantissimi gli ospiti all’aperitivo per la cerimonia ufficiale che ha visto sul palco la fondatrice storica di Orticola, la paesaggista Francesca Marzotto Caotorta, il Presidente di Orticola Gianluca Brivio Sforza, l’assessore al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero del Comune di Milano Chiara Bisconti, e il direttore della Scuola Agraria di Monza architetto Filippo Pizzoni. L’Assessore ha sottolineato che Orticola per Milano non è una semplice mostra-mercato, ma anche motore di sviluppo per un diverso modo di gestire il verde pubblico, più consapevole e attento. Ha dunque invitato i milanesi a portarsi a casa piante e fiori per ornare i propri balconi e per cambiare così la faccia più severa della capitale del lavoro, rendendone incantevole con i colori e i profumi delle corolle ogni palazzo. Continua a leggere

1-2-3 Aprile: un weekend verde tra mostre, passeggiate, corsi ed eventi floreali

giardini_nel_tempo

Si è ufficialmente aperta la bella stagione e seppur qualche nuvola continua a metterci alla prova, la strada verso la calda estate in maniche corte da ora in poi è tutta in discesa. Ecco dunque che il Calendario 2016 si arricchisce di proposte verdi per il weekend, che Fiori&Foglie è pronta a segnalarvi con grande piacere. Tra mostre-mercato, vie colorate di piante e fiori nel centro città, sfilate di carri fioriti, giardini e parchi di castelli e ville storiche, scambi di semi e corsi sulle erbe di campo, questo weekend di inizio aprile offre veramente di tutto e di più, con tante idee per far fiorire in un tripudio di colori terrazzi e balconi. Sperando che il meteo ci assista, ecco le manifestazioni più belle dello Stivale! Continua a leggere

Annaffia i fiori, gli agenti gli sequestrano la canna da giardino

Le piante sul balcone avevano bisogno d’acqua e lui, premuroso, ha preso il tubo e le ha bagnate. Ma stava commettendo un reato. Questo di sicuro è stato il parere dei due solerti poliziotti che si sono subito apprestati a sequestrare i 9 metri di “arma del delitto”, la canna da giardino del parrucchiere pollice verde. Non solo. Secondo la legge, scatta anche una multa di 206 euro come ammenda. Insomma, per un pelo non è andato il galera a causa dei suoi gerani…  Continua a leggere

Al via Orticola, piante rare in centro

Anche quest’anno torna il tradizionale appuntamento con fiori e piante di qualità in una delle manifestazioni più gettonate dell’anno: Orticola, che nella scorsa edizione ha totalizzato la bellezza di quasi 40mila visitatori. Questo weekend, a partire da venerdì 6 maggio fino a domenica 8, i Giardini Indro Montanelli di Palestro in centro a Milano si arricchiscono nuovamente dei colori e dei profumi di piante particolari e ricercate concentrate in un’area di 10mila mq. Fiori&Foglie, come sempre, non potrà mancare: io sarò lì venerdì per andare a caccia di nuove piante per terrazzi e balconi che scopriremo insieme sul blog. Continua a leggere

30 aprile-1 maggio: weekend tra piante rare a Masino

Un appuntamento irrinunciabile, sperando solo che il brutto tempo previsto dia tregua! La mostra-mercato “Tre giorni per il giardino” che si tiene tradizionalmente al Castello di Masino, a Caravino nei pressi di Torino, è un’occasione preziosa (e frequentatissima) per acquistare piante che nei garden difficilmente si trovano. Gli stand dei 140 espositori sono infatti tutti da scoprire, per portare a casa o anche solo ammirare da vicino delle “perle” vegetali che potrebbero decorare in futuro in nostri balconi e terrazzi.

Tante le novità per quest’anno: dalle nuove collezioni di iris americani, gigli in vaso, clematis, campanule, ninfee, petunie, ortensie, digitalis e lobelie alle rose a bassa manutenzione per giardini naturali, dagli ibridi di loto alle erbe commestibili rare, dalle fuchsie resistenti al freddo alle piante cinesi e giapponesi per l’ombra, dalle rarissime orchidee di montagna alle varietà di peschi antichi selvatici, mirtilli siberiani, patate blu in vaso e ben 75 antiche varietà di pomodoro. Ingresso: 7 euro. Ulteriori info sul sito del FAI www.fondoambiente.it

Foto di fiori in ospedale per stare meglio

L’iniziativa è ristretta a due strutture ma interessante. Segue un filone già in movimento da qualche tempo che indica nel verde delle potenzialità “curative” legate all’aumento del benessere del paziente nella sua sede di degenza, resa più piacevole da piante, fiori e riposanti spazi all’aperto. In questo caso la piacevolezza di due ospedali, gli Istituti Regina Elena e San Gallicano di Roma, si lega ad una mostra fotografica in omaggio al Giappone, ad ideale sostegno nel momento drammatico che il grande paese sta attraversando. I 26 scatti realizzati da Adriano Sivori e Massimo Gasbarra mettono in luce lo splendore dei suoi ciliegi in fiore, che è tradizione ammirare lungo i viali delle città giapponesi a primavera, e le calde tinte degli aceri ornamentali, ormai classico oggetto del desiderio dei “cacciatori” di foliage autunnale. Le fotografie resteranno nell’atrio principale degli Istituti fino al 9 maggio e saranno poi collocate nelle aree di attesa della diagnostica strumentale.

Se l’idea facesse scuola, non sarebbe affatto male: rendere più “umano” un corridoio o una stanza di ospedale aiuterebbe sicuramente i pazienti a non deprimersi durante l’obbligatorio soggiorno per malattia, dando così impulso ai meccanismi di guarigione del corpo.