Ecco il giardino del futuro secondo gli inglesi del Chelsea

Un percorso in una terra aspra, che si snoda tra piante che sembrano lì da sempre, conduce ad un attraversamento che si specchia nell’acqua. Tra i fiori insoliti si incuneano grandi lastre scure, a triangolo rovesciato, quasi a guardia di questo angolo (verde?) che sembra appartenere ad un altra dimensione. E’ questo il giardino che ha vinto come “Best in Show” l’edizione di quest’anno del Chelsea Flower Show, la grande kermesse londinese organizzata dall’RHS (Royal Horticultural Society) che mette in gara giardini temporanei allestiti da paesaggisti di fama grazie a prestigiosi sponsor. La premiazione è avvenuta in questi giorni, e il vincitore di quest’anno è stato il giardino creato da Andy Sturgeon per il Telegraph. Continua a leggere

Monza 2010: le nuove rose parlano tedesco

Se al Concorso di Roma per le nuove rose di quest’anno ha vinto con clamore una rosa giapponese, quella di Keisei, a Monza sono i tedeschi a fare incetta di premi. Fortissima come sempre la presenza francese, ampiamente riconosciuta con molte medaglie. Ma parla la lingua tedesca sia il primo premio per le rose da taglio, le cosiddette “HT” (ibridi di Tea), attribuito all’ibridatore Kordes, sia quello per le rose arbustive e rampicanti, vinto da un altro tedesco, Tantau, con una splendida climber rosa bengala. Una sorpresa viene dalla rosa più profumata: sia il Concorso di Monza che quello di Roma hanno premiato la stessa varietà, ‘Crazy Fashion’ prodotta dagli italo-francesi di Nirp International, una stupenda rosa variegata rosa-amarena. E non è stato facile per le rose quest’anno mostrarsi al meglio nel roseto di Monza…

Continua a leggere