12 gen

Dopo le feste, che fare della Stella di Natale?

stella di natale300 Dopo le feste, che fare della Stella di Natale?Il mese più festoso del 2010 ci ha lasciato ma, prima di andarsene, ci ha regalato un ospite vegetale tra i più belli e insieme delicati: la Stella di Natale (Euphorbia pulcherrima o Poinsettia). Come dobbiamo coltivare questa pianta, ora che è iniziata la marcia verso la bella stagione? E l’anno prossimo possiamo aspettarci di rivedere i suoi splendidi “fiori” natalizi nelle nostre case? Siamo tornati dalla nostra esperta, Giulia Clamer, vivaista di grande esperienza (ricordate l’intervista sui ciclamini?), per due domandine veloci in merito…

Giulia, come si coltiva la Stella di Natale una volta trascorse le feste?
Daniela, prima di tutto bisogna vedere se la Stella che abbiamo comprato è in salute. Al momento dell’acquisto infatti potrebbe essere già compromessa: in questo caso potrebbe anche non superare la settimana, non arrivando nemmeno alla fine delle feste.

E’ dunque così delicata che può morire in brevissimo tempo?
Sì, la Stella è una pianta che ha delle precise esigenze che, se vengono disattese, possono provocarne un veloce deperimento. E’ particolarmente sensibile alle correnti d’aria fredda - purtroppo durante il trasporto può facilmente subire dei colpi d’aria – e agli eccessi idrici, che possono compromettere la salute delle radici. Il problema è che, se le radici vengono colpite da marciumi, è molto difficile che la pianta si riprenda.

stella radici500 150x150 Dopo le feste, che fare della Stella di Natale?Come accorgerci se la pianta ha problemi di salute?
Bisogna fare attenzione perché la Stella di Natale non manifesta subito i problemi che ha all’apparato radicale. Per sapere se sta bene davvero, bisogna controllare le radici. Io suggerisco di scalzare velocemente il vaso e controllare il loro aspetto prima dell’acquisto: devono essere numerose e bianche. Se sono sottilissime e rade, meglio optare per un altro esemplare.

Una Stella di Natale sana per quanto tempo rimane in fiore? E una volta sfiorita?
Le Stelle di Natale che produco io rimangono “fiorite” fino a maggio. Verso luglio con cesoie affilate bisogna effettuare una cimatura, tagliando di circa un terzo tutti i rami: una bella spuntata le aiuterà a crescere. Concimiamole con concime per piante fiorite e facciamo trascorrere loro l’estate fuori, ma all’ombra.

stella fiore150 Dopo le feste, che fare della Stella di Natale?E’ possibile far rifiorire una Stella di Natale?
Certo che sì, precisando una cosa: quelli che noi chiamiamo ”fiori” nella Stella in realtà sono foglie modificate (brattee): i veri fiori sono piccoli e si trovano al centro delle foglie colorate. Per far sì che l’anno prossimo la pianta le produca nuovamente, bisogna solo avere qualche attenzione. La Stella di Natale è una pianta brevidiurna (“a giorno corto”), ovvero l’induzione alla fioritura viene “innescata” dalla diminuzione delle ore di luce rispetto a quelle di buio. Da noi questo succede naturalmente a partire dall’autunno, quindi andrebbe tutto alla perfezione. Senonché, quando la temperatura esterna scende sotto i 15°, noi portiamo la Stella in casa dove, quando arriva il buio, noi accendiamo la luce! E’ proprio quella luce che impedisce alla Stella di Natale di “rifiorire” correttamente.

stelle clamer500 Dopo le feste, che fare della Stella di Natale?

Quindi la cosa più importante è che la pianta riceva più ore di buio che di luce?
Esattamente, Daniela. Se questa condizione viene rispettata, la pianta fiorisce nel suo periodo naturale ovvero in inverno. In Italia la coltivazione delle Stelle non viene “forzata”, come si fa con altre piante. E’ lunghissima: inizia a luglio per terminare a Natale.  A partire da ottobre si lasciano le serre al buio dalle 17.00 fino alle 7.00 del mattino dopo. In Nord Europa invece le Stelle vengono forzate - con l’uso di teli oscuranti nelle serre – per essere vendute durante tutto l’anno.

Senza buio niente fiori, dunque!
Attenzione però, Daniela. Io scherzo dicendo che ad ottobre “la Stella va in sgabuzzino”, ma ovviamente non è così: le piante devono avere sempre alcune ore di luce a disposizione perché altrimenti la sintesi clorofilliana non può avvenire e questo le uccide. Quindi la Stella deve avere buio totale (le “infiltrazioni” di luce danno vita a foglie deformate) dalle 5 di pomeriggio alle 7 di mattina per circa un mese e mezzo, ma nelle altre ore, tanta luce!

Aggiungo l’immagine di una Stella di Natale ai tropici.
stella di natale tropici500 Dopo le feste, che fare della Stella di Natale?

Ben diversa da come la vediamo nei nostri vasetti, che dite?

OkNotizie

« Torna alla home

Interviste

101 Commenti a “Dopo le feste, che fare della Stella di Natale?”

  1. Cristina Scrive:

    Buongiorno a tutti.. A me hanno regalato la Stella a Dicembre, ed ora sta finendo le foglie…la tengo in casa ma purtroppo c’è molta luce…ora la concimo e tolgo le foglie in eccesso. Vorrei sapere se poi la posso mettere in terrazza oppure se la devo tenere in casa!
    Ciao! Grazie!!!!
    Cristina

  2. Daniela Scrive:

    Ciao Cristina,
    scusami, per capire meglio il tuo dubbio ti chiedo due cose: in che senso, troppa luce? Per la Stella la luce è molto importante, basta che non sia sole diretto d’improvviso. Meglio abituarla gradatamente e magari poi trovarle un posto a mezz’ombra fuori. In che senso togli “le foglie in eccesso”? Vuoi dire che togli le foglie del “fiore” che man mano si seccano? In questo caso stai agendo correttamente. La pianta dovrebbe man mano produrne di nuove, verdi stavolta.

  3. Raffaella Scrive:

    Ciao a tutti. Ho la mia stella di Natale da dicembre, era bellissima e ormai ha solo ancora qualche foglia rossa, mentre ne stanno spuntando di piccoline verdi. Non l’ho mai concimata in questo periodo: ho sbagliato? Posso riparare in qualche modo? Se non la metto fuori (non ho un posto dove il sole non arrivi diretto) la farò ammalare? La potatura andrà fatta a luglio, ma a che livello?
    Grazie 1000! Ciao
    Raffaella

  4. Daniela Scrive:

    Ciao Raffaella,
    non hai fatto niente di sbagliato! Ti riporto qui le indicazioni di Giulia, la vivaista esperta di questo articolo: “Verso luglio con cesoie affilate bisogna effettuare una cimatura, tagliando di circa un terzo tutti i rami: una bella spuntata le aiuterà a crescere. Concimiamole con concime per piante fiorite e facciamo trascorrere loro l’estate fuori, ma all’ombra”. Fuori si sa, le piante stanno meglio e crescono di più: non hai modo di ombreggiarla con un’altra pianta, per esempio, oppure mettendole qualcosa che la schermi un pò sul balcone? Se la terrai in casa, crescerà e si rinforzerà un pò meno, tutto qui.
    In bocca alla stella ;-)

  5. jacopo Scrive:

    ciao Daniela ,
    devi sapere che il febbraio scorso mia nonna mi ha dato la sua stella di natale affinché la curassi e l’ accudissi , quando ho preso questa piantina era in condizioni disperate non avendo più foglie , e aveva anche un odore sgradevole .
    Quando l’ ho portata a casa in campagna gli ho tolto la plastica decorativa e ho notato che l’ acqua infiltrata sotto il vaso aveva marcito le foglie , dopo averla messa nel giardino al sole nel arco di 15 giorni sono spuntate piccole foglie che nel arco dell’ tempo hanno acquisito un colore giallognolo e sono rimaste di piccole dimensioni .
    quest’ estate ho tolto un rametto e lo messo su un vaso con della buona terra artificiale e al contrario della pianta madre ha fatto le radici ed è diventata una bella pianta con le foglie grandi e robuste .
    La pianta madre invece ha continuato ad avere le solite condizioni e ieri ho tagliato 2 rametti e li ho messi su un vaso di terracotta , piccolo e di forma rotonda e lunga destinata ad andare al cimitero da mia nonna che si è spenta il 18 luglio . ma la pianta madre oggi l’ ho tolta dal vaso e l’ ho messa nella mia aiuola sotto una specie di alberello piccolo che gli fa ombra e altre piante .
    Ora quello che volevo sapere è quale cure devo effettuare alla mia pianta anche se non ho la possibilità di concimarle e se va bene averla messa nella mia aiuola . inoltre volevo sapere quanto vive .
    P.S. sa darmi un sito dove posso acquisire molta conoscenza nel campo delle piante e della natura e dove possa imparare molte cose , e che sia ricco di immagini è curiosità ?
    spero di essere stato chiaro grazie mille …

  6. Daniela Scrive:

    Ciao Japoco,
    complimenti per il tuo successo con la talea di Stella di Natale!
    Allora, passiamo alle tue domande: mi chiedi se va bene averla messa in aiuola. La risposta dipende da dove l’aiuola si trova: la Stella di Natale infatti è una pianta tropicale che non sopporta assolutamente il freddo, quindi va benissimo metterla in terra solo dove fa caldo tutto l’anno. Quanto vive? Molti anni, dipende tutto da come viene trattata, ma è una pianta perenne. Certo, il concime, nelle dosi corrette (più leggere di quelle consigliate dai produttori) ogni tanto le fa solo bene, come a tutte le piante. Per quanto riguarda la terza domanda, posso dirti che la Rete è piena zeppa di siti, forum e blog meravigliosi sul verde, in italiano come in altre lingue. Il mio consiglio è quello di frequentare in particolare i forum di giardinaggio (di giardinaggio.it come tanti altri), dove si impara da esperienze dirette condivise, in modo stimolante e vivace. E nello stesso tempo, sull’onda di una passione comune, si formano amicizie che possono durare una vita!

  7. gemello Scrive:

    complimenti articolo comprensibile e chiaro su le stelle di natale

  8. gemello Scrive:

    ho gia lasciato un commento dell’articolo “le stelle di natale”
    dove trovo un articolo per la cura delle ortensie?

  9. constanta Scrive:

    ciao,anche io ceo una stella di natale ,a stato bello con le fogli verde ma adesso ce quache gli insectti picolini verde apena si vede ,la mia amica a messo aqua con sapone per spuzare la pianta ma adesso non ce fogli sono poco ,ma stano ancora queste gli insectti.voglio sapare che devo fare ,?mi dispeace che fino a stto bene .devo fare anche la concimare no io fato niente fino adesso a stato bello ma no io fato transferimento un altro vaso .grazie 1000

  10. Lucas Scrive:

    Salve, complimenti per il blog! molto ben curato. Ho comprato lo scorso anno una stella di natale piccola e dopo le festivita, quando le giornate cominciavano ad essere piu miti lo messa in balcone e da piccola è diventata 10 volte piu grande. Volendo far tornare le foglie rosse ho dato un’occhiata cosa dicevano in internet e ho seguito alla lettera qualcuno che diceva: “metterlo nello sgabuzzino”.
    Ha perso quasi tuttle le foglie verdi, le cime dei rami si sono allungati molto e sono di un colore verdino chiaro con in cima piccole foglie dello stesso colore, capendo di aver fatto un grand errore lo ritirata fuori pur lasciandola poco inluminata. Ora le punte stanno prendendo un po di colore rosso. La mia domanda e se dovrei darele piu luce per farla riprendere o non sembra troppo grave e provo a farla fiorire?

  11. Daniela Scrive:

    Ciao Lucas,
    se la pianta ha perso quasi tutte le foglie e solo ora comincia a riprendersi, ha subito un bel trauma. Al buio totale nello sgabuzzino la pianta non ha fotosintetizzato perciò non si è nutrita per niente: ora è debole a “affamata”. Ha bisogno di luce. Mettila in una posizione vicino ad una finestra, in modo che si riprenda, e concimala a dovere. Se vedi che reagisce bene, potrai sottoporla alle ore di buio necessarie (SOLO quelle dalle 5 di pomeriggio alle 7 di mattina) per un mese e mezzo: magari non avrà le brattee rosse già per Natale ma potrebbe farcela per Capodanno!

  12. alessandro Scrive:

    salve,

    ho appena comprato una stella natale e vorrei sapere quali sono le indicazioni fondamentali per farla resistere fino a marzo-aprile. ho rinvasato la pianta con un terriccio umido e l’ho posizionata in un corridoio praticamente buio per tutto il giorno, come indicato da varie parti. ho annaffiato generosamente.

    devo concimare subito? deve stare alla luce il giorno? e quanto?

    grazie,

    alessandro

  13. Daniela Scrive:

    Alessandro,
    non so da dove hai tratto le tue indicazioni, ma di sicuro la Stella di Natale in fiore che hai comprato ora non vuole assolutamente stare al buio: al contrario, una bella finestra luminosa per lei è l’ideale. Il trattamento di “buio” (comunque limitato solo ad alcune ore) si impiega per fare rifiorire la Stella l’anno dopo, non quando è già in fiore. Il concime è sempre utile, in dose diluita e regolare una bagnatura sì e una no. Attenzione all’acqua: l’eccesso di umidità è la principale causa di morte, per queste piante. Buona fortuna!

  14. Diego Scrive:

    Ho una stella di natale comprata l’anno scorso, è sopravvisstua all’estate e a un paio di viggi in macchina, sembra godere di ottima salute visto che continua a fare nuove foglie ma non vuole saperne di fare i fiori e le foglie rosse nonostante da più di un mese la oscuri dalle 17 alle 9 circa, le ho fatto vedere anche l’albero di natale ma sembra convinta che sia ancora estate…. effettivamente in casa ci sono più di venti gradi

  15. Daniela Scrive:

    Ciao Diego, le stelle di Natale sono lunghe da convincere: Giulia Clamer, vivaista produttrice di gran parte di quelle in vendita a Milano, ci ha spiegato che bisogna mettere in conto un mese e mezzo e anche due per il “trattamento” oscurante e che l’oscurità, nell’arco di quelle ore, dev’essere assoluta. Insisti e vedrai che si convincerà anche la tua robusta stella, magari per Capodanno ;-)

  16. Cristina 46 Scrive:

    La mia stella di Natale, che ho da quattro anni sempre in casa, ha iniziato ha produrre dai rami
    una sostanza come se fosse colla. Da cosa può dipendere? Come posso risolvere questo prblema,
    visto che questa sostanza mi sporca tutto il pavimento e, inoltre, ho paura che mi possa morire la
    pianta? Aiutatemi a capire.

  17. Daniela Scrive:

    Ciao Cristina,
    quella che sembra colla vinilica in realtà è proprio la linfa della pianta (tra l’altro leggermente irritante quindi lavati le mani se ti sporchi con essa), che sgorga dalle ferite: per esempio se stacchi una foglia o si rompe un rametto. Cola e nel giro di qualche minuto si asciuga: è un suo sistema di difesa. Bisogna dunque fare attenzione a non danneggiarla, maneggiandola il meno possibile. :-)

  18. monia Scrive:

    Ciao Daniela,

    ho la mia stella dal giorno di natale e (sorprendentemente!) è ancora viva e mi sembra ancora in buone condizioni. alcune foglie si sono seccate e le ho rimosse ma non mi sembra ne stiano crescendo di nuove, è normale? la tengo nell’entrata dell’appartamento, dove c’è una piccola finestra che la illumina indirettamente durante il giorno, e resta prevalentemente al buio durante la sera-notte (tranne quando qualcuno entra o esce di casa…). la temperatura ora si aggira sui 10-15° e la sto annaffiando ogni 2-3 giorni con poca acqua, è sufficiente? a che temperatura dovrebbe stare? quando arriva la primavera potrò tenerla in terrazzo? ciao grazie!

  19. Daniela Scrive:

    Ciao Monia,
    complimenti per la tua Stella! Mi sembra che proceda molto bene: che produca nuove foglie è indicazione di buona salute. Vuol dire che apprezza il modo in cui te ne stai prendendo cura.
    Man mano che le giornate si scaldano potrai piano piano spostarla in un posticino ben illuminato più caldo, fino a metterla fuori in terrazzo (dapprima all’ombra e poi più esposta) quando la temperatura salirà sopra i 15 gradi, a primavera inoltrata. Buona coltivazione ;-)

  20. vicky73 Scrive:

    Ciao Daniela,volevo chiederti questo.premetto che ho una stella in casa da dicembre.Ha ancora fiori rossi ma è rimasta senza foglie volevo chiederti quando potarla, a che altezza e che tipo di concime usare per l’estate. Scusami volevo anche chiederti, quando si pota, cosa usare per far cicatrizzare i punti in cui è stata potata?

  21. Daniela Scrive:

    Ciao Vicky,
    allora, complimenti per la tua Stella ancora viva!
    La perdita delle foglie non è grave: in genere la stella comincia subito a ricrearne di nuove. Per quanto riguarda la potatura, dipende dalla grandezza e dalla vigoria della pianta: se la pianta sta bene, puoi cimarla tagliando un terzo della lunghezza dei rametti. Se invece è piccola e fragile, taglia solo dove la piantina secca spontaneamente. Non serve usare niente per i tagli: la Stella cicatrizza con il suo stesso lattice bianco che vedrai colare dalle ferite. Il concime bilanciato per piante da fiore andrà benissimo durante l’estate, uno con più potassio e fosforo a partire dalla fine di agosto, per favorire la rifiorenza. In bocca al lupo!

  22. rita Scrive:

    ciao, ho una stella dentro casa,in un angolo il sole non è diretto, non è stata potata,ma è gia germogliata,i piccoli germogli sono gia di circa un cm e mezzo, che facio la lascio cosi, ma dentro, o la porto in balcone? pensa che gli altri anni lo potata, e cresciuta x un po, tutta germogliata bella sembrava un mini albero,poi all’improviso, è morta ,ora non so che fare. ti ringrazio fin da ora x la tua risposta.

  23. Daniela Scrive:

    Rita, non so di dove sei, ma marzo è il classico mese delle gelate di “ritorno” primaverili.
    La Stella è una pianta tropicale, non sopporterebbe un calo improvviso delle temperature: tienila lì dove si trova, per evitare rischi inutili.
    Portala sul balcone solo quando fuori farà davvero caldo, in genere a maggio: all’inizio in ombra e poi più esposta al sole, e vedrai che andrà tutto bene!
    In bocca al lupo ;-)

  24. vicky73 Scrive:

    Ciao daniela.perdonami se ti disturbo ancora volevo chiederti se lo spostamento dela stella in balcone eve essere contestuale alla potatura.Un’altra cosa se dai rami attuali sono spuntati i cosiddetti rametti nuovi vanno lo stesso potati anche se ciò significa eliminare i nuovi arrivati.Grazie e scusami.

  25. Daniela Scrive:

    Ciao Vicky, nessun disturbo!
    No, meglio non sottoporre la Stella a due stress contemporanei: puoi potarla leggermente adesso e lasciarla tranquilla fino a maggio, quando la sposterai fuori all’ombra e poi al sole.
    Quella che andrai a fare sarà comunque solo una cimatura dei rami, accorciando le punte, che spesso seccano comunque, preservando le nuove vegetazioni.

  26. rita Scrive:

    la stella è dentro casa , in un angolo del soggiorno, c’è il sole di mattina, se il tempo è bello altrimenti no, comunque è riparata del freddo, l’unico problema sarebbe la stufa a pellet che ho in questa stanza, ma essendo germogliata la lascio cosi? che dici? grazie.

  27. Daniela Scrive:

    Ciao Rita, la stufa può essere un problema solo in quanto asciuga l’aria: aiuta la tua Stella magari con qualche nebulizzazione d’acqua ogni tanto, per evitare che si secchi troppo, e lasciala tranquilla fino a quando potrai metterla fuori.

  28. rita Scrive:

    ogni quanto tempo devo nebulizzarla ,ma tutta la pianta o solo le radici. grazie

  29. Daniela Scrive:

    Ciao Rita,
    basta una spruzzata sulla superficie del terriccio un paio di volte alla settimana.

  30. Rita Scrive:

    ok, sara fato, io sono a Cagliari, il clima e molto variabile la terra si asciuga facilmente anche se la pianta è fuori, forse fuori si asciuga molto di più.

  31. anna maria Scrive:

    ciao Daniela,
    finalmente quest’anno la stella si è mantenuta : stanno spuntando tante foglie e i rami sono forti. La tengo in cucina non troppo esposta alla luce : devo potare ? La lascio nello stesso vaso ? Vorrei riuscire a coltivarla per poi godermela a Natale. Grazie

  32. Daniela Scrive:

    Complimenti, Anna Maria!
    Pian piano esponila sempre più alla luce, te ne sarà grata.
    Per sapere se devi potarla, osservala bene: se alcune punte sono nere o secche, potale fino alla prima gemma buona, altrimenti lasciala com’è, visto che sta già facendo foglie nuove.
    Per il rinvaso, se non poti, puoi procedere quando la vedi bella vigorosa: usa però un vaso di una o due misure più grande, non molto di più, per evitare che la terra trattenga troppa acqua. Ricorda di usare torba e perlite, ama il terriccio piuttosto acido e drenato. Un pugno di stallatico o concime liquido per farla crescere e… in bocca al lupo! ;-)

  33. simona Scrive:

    Volevo sapere, ogni quando va innaffiata la stella di natale…

  34. Alessandra Scrive:

    Ciao! Purtroppo anche quest’anno la mia Stella di Natale ha perso tutte le foglie…sono rimasti solo i rami…l’ho spostata sul balcone, dove però non riceve i raggi diretti del sole. Ma a parte lo spostamento, che non so neppure se è corretto, cosa posso fare per salvarla?Grazie

  35. Alberta Scrive:

    Ciao! la mia stella ha perso tutti le foglie e i fiori. Sono rimasti i gambi ancora verdi. Come faccio a sapere se è necessario portarla?
    grazie

  36. Daniela Scrive:

    Ciao Alberta,
    succede che si spogli, non è grave. Mettila ben esposta alla luce e aspetta che ricominci a produrre piccole foglie verdi.
    Poi osserva bene i rami: dove ci sono seccumi (di solito in punta) taglia fino alla prima gemma verde.
    In bocca al lupo! ;-)

  37. Daniela Scrive:

    Ciao Alessandra,
    non so di dove sei, ma attenta ai ritorni di freddo, soprattutto notturni: alla Stella non piacciono affatto e se è sul balcone, potrebbe risentirne.
    Meglio metterla fuori quando fa caldo sul serio, piuttosto tienila ben esposta alla luce vicino ad una finestra.
    Per le foglie, non preoccuparti: succede spesso che le perda tutte. L’importante è che dopo qualche giorno incominci a farle ricrescere: tienila d’occhio e, se la vedi troppo ferma, aiutala con un po’ di concime liquido diluito per piante da fiore.

  38. Daniela Scrive:

    Ciao Simona,
    va bagnata quando il terriccio del vaso si asciuga.

  39. Monica Citro Scrive:

    Ciao Daniela.
    A Natale mi hanno regalato una grande e bella Stella, piena di fiori rossi. Son passate le feste e la mia pianta è diventata tutta verde. Premetto che il suo posto è davanti ad una grande finestra, insieme ad altre piante.
    Da qualche settimana mi ha “regalato” delle belle foglione rosso fuoco! Mi ha reso felice, ma non vorrei che fosse un’anomalia. Cosa mi consigli?
    grazie

  40. Daniela Scrive:

    Ciao Monica!
    Che cosa curiosa mi racconti, ma non vedo motivi per allarmarsi se le foglie verdi e quelle rosse non presentano macchie o altre indicazioni preoccupanti.
    L’importante è che la pianta sia sana: facci sapere come procede, dunque! ;-)

  41. cris Scrive:

    Ciao Daniela, dimmi se ho capito bene la procedura per conservare questa bellissima pianta.
    E’ la 1° volta che ne ho una e vorrei cercare di vederla fiorita per il prossimo Natale.
    E’ su un vaso di 15cm di diametro ed è alta 30cm. Adesso, dimmi se devo:
    - potare i ultimi 10cm che è di colore più scuro (sul viola) e debole (sembra vuoto l’interno),
    - lasciare i restanti 20cm che hanno già delle foglie piccole,
    - ecco, è obbligatorio travasare?,
    - annaffiare regolarmente a terreno asciutto e una volta a settimana concimare,
    - a Maggio trasferirla fuori al riparo, per poi quando comincia il bel caldo, esporla al sole,
    - anche qui, a fine Agosto o Settembre?, farla rientrare e metterla per 1 mese e 1/2 al buio dalle
    ore 17 alle 7 del mattino, coprendola con un sacchetto nero, le restante ore esporla alla luce,
    - continuare sempre a innaffiarla,
    - e poi, a novembre esporla, sperando alla fine che le foglie siano rosse!!!!

    Dimmi se qualcosa mi è sfuggito, ci terrei tanto.
    Grazie.

  42. Antonio Scrive:

    Ciao Daniela,
    innanzitutto voglio congratularmi con te per il sito che è molto utile.
    Ho un piccolo problema con la mia stella di natale che ho comperato a dicembre scorso. Quando verso febbraio ha perso tutte le foglie, l’ho potata seguendo tutte le precauzioni. Poi è seguito un periodo in cui non è cambiato granchè, fino all’inizio di questo mese. Infatti è iniziata a spuntare (ma non ha ancora messo foglie nuove) e quindi l’ho innaffiata. In conseguenza di cio’ i rametti, molto lentamente, si stanno rinsecchendo a partire dalla punta e piano piano scendendo verso il basso. Pero’ devo dire che su ogni ramo, la parte non ancora secca, si presenta bella verde e abbastanza dura al tatto e inoltre i virgultini sono ancora li e danno l’impressione che vogliano mettere su qualche fogliolina.
    Perchè sta succedendo questo?Sara’ forse perchè l’ho innaffiata troppo? Puoi in qualche modo aiutarmi?
    Io nel frattempo ho interrotto le innaffiature e ho bucherellato il vaso tutto intorno per permettere alla radice di “respirare”. Secondo la tua esperienza sai dirmi se questa pianta sta lentamente morendo? Spero proprio di no! Comunque attendo risposta.
    Ti ringrazio anticipatamente.
    Saluti,

    Antonio

  43. federico Scrive:

    Buon pomeriggio

  44. federico Scrive:

    Ciao a tutti, io il 5 dicembre ho comprato 5 stelle di Natale e devo dire che vivono in ottimissima salute. Quello che vorrei sapere è la potatura andrebbe fatta a luglio ? E poi siccome gia dalle mie parti in Sicilia la temperatura si è riscaldata, posso iniziarla a mettere fuori ? Grazie in anticipo…

  45. Daniela Scrive:

    Ciao Federico,
    complimenti, dunque! Puoi mettere fuori le stelle di Natale appena la temperatura è stabile sopra 15 gradi (a questo punto in Sicilia penso siate ben al di sopra): solo, fallo gradatamente per evitare shock termici con correnti d’aria o simili. Considerato il vigore delle tue stelle, se credi, puoi tranquillamente procedere alla potatura delle parti che si sono seccate, accorciando un poco i rami per dare una bella forma alla pianta.

  46. Daniela Scrive:

    Gentile Antonio,
    se la Stella di Natale sta seccando le punte dei rami, stai pure tranquillo, è nella norma: in genere si secca là dove ha fiorito. La parte sottostante del ramo invece rimane turgida e verde e dà vita a nuove foglioline verdi o addirittura ramifica a sua volta. Ti basterà tagliare fino a dove la pianta si secca e poi continuare a prenderti cura di lei durante la crescita successiva, mettendola all’esterno appena il caldo si fa stabile. In bocca al lupo! ;-)

  47. Daniela Scrive:

    Gentile cris,
    perdona il ritardo nella risposta ma eccomi qui: allora, ecco le precisazioni che posso dare alle tue domande.
    Mi chiedi se è obbligatorio rinvasare: dipende. Se vedi radici uscire dai buchi sul fondo del vaso, sì. Altrimenti, no.
    Esporre al sole sì, ma ricorda di farlo gradatamente: la Stella tollera male i cambiamenti repentini.
    Fioritura natalizia: puoi partire con il trattamento di “buio” (solo nelle ore indicate!) dal mese di ottobre. Il trattamento termina quando vedi le prima brattee colorarsi!

  48. Giugiola18 Scrive:

    Allora questo natatle il mio ragazzo ha portato una stella di nataledell’AIL in casa, bella grande e piena di fiori all’inizio ho sbagliato ad innaffiarla e si stava rovinando poi ho cercato informazioni e le cose sono migliorate, talmente tanto che già quando si sono iniziate a seccare le foglie rosse sono spuntati nuovi rametti con foglioline verdi e fresche…ora quando tutti i “fiori” sono seccati ho potato 5/10 cm di rami perchè stavano compromettendo le giovani…adesso però in uno dei rami delle foglioline stanno iniziando ad arricciarsi e sono più chiare.
    Cosa può essere? che posso fare?
    Non le ho ancora concimate, può aiutare?

  49. Daniela Scrive:

    Ciao Giugiola,
    può succedere, l’importante è che, se anche la pianta perde qualche foglia, poi ne faccia nascere di nuove.
    Il concime, in vaso, è fondamentale per lo sviluppo della pianta: va dato regolarmente a partire dalla primavera: solo, attenzione a rispettare le dosi del produttore per evitare di bruciare le radici.

  50. mariagrazia Scrive:

    ciao, ho letto tutte le domande e le risposte cara Daniela, sono molto esaudienti per tutti ma non per me perchè la mia stella di natale è un caso straordinario leggendo il blog. l’ho avuta in regalo a natale dell’anno scorso non questo ultimo. posizionata vicino alla porta di ingresso in un corridoio dove c’è una stanza predisposta per le caldaie del palazzo e di fronte c’è una piccola finestra molto luminosa in alcune ore e periodi dell’anno.
    nessun problema fino ad agosto dello scorso anno quando sono stata via per una ventina i giorni. purtroppo hanno spostato la pianta proprio vicino alla finestra e quando sono tornata stava morendo perdendo quasi tutte le foglie e con la maggior parte dei rami nudi.
    l’ho portata all’interno dell’appartamento potandola un pochino e piano piano ha iniziato a mettere piccole foglioline. ero molto felice e man mano che le foglie crescevano speravo che diventassero rosse x natale. la cosa straordinaria è che questo è accaduto diversi mesi dopo ed a tutt’ora lo sono.
    non sapendo nulla di come curarla ho continuato a tenerla in casa vicino alla porta che da sul balcone innaffiando una volta alla settimana o comunque quando la terra è asciutta. fino a 20 giorni fa, quindi inizio giugno le foglie erano grandi e rosse sulla sommità. ora iniziano a sbiadire un pò ed a perdere qualche piccole foglioline ingiallite.
    non posso metterla in altri posti ed ho paura a sistemarla sul balcone in quanto è molto esposto al sole in diverse ore della giornata.
    leggendo il forum ho capito che devo concimarla visto che non l’ho mai fatto e che ha bisogno di buio per un tot di ore, ma vi chiedo come comportarmi con la potatura visto che ci sono ancora le foglie rosse anche se stanno sbiadendo.
    un abbraccio e tanti auguri per la vostra rubrica e bravura. grazie

  51. Daniela Scrive:

    Ciao Mariagrazia,
    la Stella di Natale regola liberamente la produzione delle brattee rosse: non rispetta un particolare criterio stagionale. Nulla di allarmante, quindi. E’ una pianta brevidiurna, quindi la fioritura scatta dopo un periodo in cui diminuiscono le ore di luce. Ecco perché, per ottenere la fioritura natalizia a dicembre, le ore di luce vanno ridotte lasciandola al buio dalle 17.00 alle 7.00 di mattina a partire dal mese di ottobre. Il concime sì, va dato, in quanto nella terra del vaso, dopo il primo anno di coltivazione, gli elementi nutritivi vanno esaurendosi: il concime è la “pappa” che manca, va dato regolarmente. Per la cimatura, puoi accorciare i rami di un terzo all’inizio di luglio, momento in cui avrà probabilmente perso quasi tutte le brattee colorate. Buona coltivazione :-)

  52. liviana Scrive:

    ciao, io ho delle stelle di natale belle grandi. ogni anno mi regalato fioriture bellissime, intense e fitte. le piante si allungano fino ai 2,5 mt e formano una specie di muro fiorito davanti alla mia finestra. ogni anno le poto verso aprile maggio e tutto è andato bene. quest’anno ci sono state temperature strane e le piante (potate a zero) avevano messo molte foglie mantenendosi basse. l’altro giorno sono scesa in giardino e ho visto che mio marito le aveva riportate a zero al 20 Luglio con le temperature africane che abbiamo durante il giorno. A parte che avrei voluto ucciderlo per aver toccato le mie piante senza nemmeno consultarmi, ma comunque sono seriamente preoccupata che me le abbia uccise. ho speranza di rivederle fiorire? c’è qualcosa che posso fare per salvarle? premetto che sono in Sicilia e le piante sono poco ombreggiate. rispondimi ti prego e dammi qualche speranza. grazie

  53. Daniela Scrive:

    Liviana,
    immagino siano in terra le tue bellissime Stelle, vero?
    In terra e in Sicilia è il massimo che possano desiderare, e dall’energia con la quale crescono come hai descritto, direi che sono piante sane e forti.
    Non è affatto escluso che si riprendono, magari ributtando nuovi getti dalla base. Non perdere la speranza assolutamente: accuseranno il colpo per un po’ ma può darsi che con giornate più fresche, le piante ritrovino le forze. Tu continua a curarle come hai sempre fatto e, appena vedi qualche foglia o qualche getto nuovo, aiutale con un po’ di concime extra molto diluito. E metti le manette a tuo marito :D In bocca a lupo e facci sapere!

  54. bruno Scrive:

    Ciao, ho due stelle di natale , volevo sapere quando devono rientrare all’interno con poche ore di luce
    devono passare gradualmente o le posso rientrare subito.Poi ora e tardi per potarle o le lascio cosi come stanno.grazie mille.

  55. Daniela Scrive:

    Sì Bruno, ora è un po’ tardi per potarle: se lo fai, rischi di compromettere la “fioritura”.
    Puoi portarle in casa anche adesso, ma la cosa non agevolerà la fioritura: quello che innesca la creazione delle foglie colorate è la quantità di ore di luce, che comincerà a calare naturalmente solo da settembre-ottobre.

  56. Manuela Scrive:

    Ho una stella di natale che tengo in ufficio quindi con aria condizionata e con poca luce.Era piccolina ma adesso è cresciuta tantissimo e ha tante foglie. Non l’ho potata perchè non sapevo che dovevo farlo e ora sta perdendo un pò di foglie, ma soprattutto le foglie si stanno ingiallendo! cosa devo fare per farla riprendere?
    Grazie!

  57. Daniela Scrive:

    Ciao Manuela,
    per caso ha il soffio diretto? Perché in quel caso è facile che prenda colpi di freddo e reagisca ingiallendo le foglie.
    Nel dubbio, spostala lontano dal getto ma sempre ben illuminata.

  58. Manuela Scrive:

    Ciao Daniela grazie per avermi risposto così tempestivamente ;) Sì, purtroppo sta proprio sul condizionatore che si trova posizionato sotto la finestra. Se la sposto non prende luce :(

  59. Daniela Scrive:

    Immaginavo, succede spesso. Prova almeno ad allontanarla dalle griglie più che puoi.
    In bocca al lupo ;-)

  60. Manuela Scrive:

    L’ho messa su un mobile lontana dal condizionatore. Purtroppo la luce è sempre poca ma vediamo cosa succede. Grazie di tutto!

  61. Viviana Scrive:

    Cara Daniela, ho una stella di natale varieta bicolore bianca e rossa, mi è stata regalata il 2 dicembre 2011, ha seguito il suo percorso è sfiorita, l’ho tagliata ed è stata nel periodo primavera-estate fuori sul terrazzo su un mobiletto all’ombra. Adesso la pianta è cresciuta è tutta verde ma ho paura di riportarla dentro , le devo cambiare il vaso che cosa devo fare? E’ una bella pianta e ci tengo. Grazie help!!

  62. Daniela Scrive:

    Ciao Viviana,
    complimenti per l’ottimo lavoro con la tua Stella!
    Cambiarle il vaso è necessario solo le radici escono dai fori sul fondo: controlla e in caso, aumenta il vaso di una o due misure.
    Come hai intuito, il momento in cui la si ritira in casa è delicato: devi scegliere molto bene la posizione per lei. L’ideale è un angolo davanti alla finestra dove però non ci siano caloriferi o correnti d’aria. Fai lo spostamento tenendo d’occhio le sue reazioni: ingiallimenti o altri segnali potranno indicarti se il posto non è quello giusto. Se vuoi indurla a “rifiorire” entro Natale, tieni conto che il posto in cui si trova a partire da ottobre non deve essere raggiunto dalla luce artificiale: in bocca al lupo ;-)

  63. Kate 54 Scrive:

    lo scorso dicembre ho comprato una stella di natale dall’AIL (le compro sempre da loro anche per regalarle) per la prima volta siamo arrivati a marzo ed era ancora viva, aveva perso le foglie ma manteneva qualche fiore rosso.così non sapendo che fare,ho tagliato i rami secchi, l’ho portata fuori all’ombra e ho continuato ad annaffiarla e concimarla regolarmente. E sorpresa!!!ha incominciato a riempirsi di foglie verdi essendo in un vaso piccolo mi sono accorta che le radici uscivano fuori,così ho sostituito il vaso.ora voglio seguire le tue istruzioni per farla fiorire x natale.Abito in campagna in prov di Siena, nei mesi che stà al buio devo tenere acceso il termosifone anche solo x qualche ara?grazie mille.

  64. Daniela Scrive:

    Ciao Kate,
    direi che hai fatto tutto alla perfezione con la tua Stella, complimenti!
    Allora, per farla fiorire in realtà il procedimento è molto semplice: la Stella deve stare in un posto dove non c’è luce artificiale. Insomma, deve godere delle ore di chiaro solo quando la luce c’è naturalmente. Il “buio” (completo possibilmente) deve esserci per tutto il resto del tempo a partire da ottobre fino a quando non la vedrai colorarsi, e questo dovrebbe accadere nel mese di dicembre. L’ambiente che sceglierai per lei in quel lasso di tempo deve essere comunque riscaldato, mai scendere sotto i 15 gradi: l’importante è che il termosifone non sia vicino alla pianta. Ricordati di bagnarla regolarmente. E a Natale.. facci sapere! ;-)

  65. CARMEN Scrive:

    ho comprato a dicembre 2011 una stella di Natale all’AIL, dopo le feste aveva solo qualche foglia ed è rimasta così fino a giugno quando ho deciso di metterla sul balcone all’ombra, ma al caldo…miracolo!!!!!innaffiandola tutte le sere ora ho una bellissima pianta con tantissime foglie verdi. Poichè la temperatura esterna adesso si è notevolmente abbassata l’ho portata in casa in un posto caldo e luminoso. Ho letto che a partire da ottobre dovrò tenerla al buio dalle 17 alle 7. Ci proverò e vi saprò dire.

  66. Daniela Scrive:

    Facci sapere, Carmen!

  67. maria giovanna Scrive:

    salve ,io ,che vivo in piemonte ho provato a mettere nel terreno una stella di natale che sembravava a fine corsa, si è ripresa ,è bellissima con foglie verdi con sfumature rosse , una meraviglia, è in una aiuola ed ora ho il problema di come fare per preservarla dal gelo, al momento, nonostante i primi freddi o solo gli sbalzi di temperatura ,non sembra aver sofferto. E’ sufficiente coprire il fusto con della paglia e metterle un involucro intorno?
    mi dispiacerebbe vederla morire piuttosto la rinvaso e la tengo dentro ,ma fino a quando l’ho fatto non è mai stata bella come lo è adesso.
    grazie per eventuali consigli
    maria giovanna
    22 ott 2012, 13:56

  68. Daniela Scrive:

    Ciao Maria Giovanna,
    purtroppo dove gela non è proprio possibile tenere la Stella in terra e temo che neanche una copertura basti per difenderla dal freddo più severo.
    Ti consiglio di invasarla con attenzione (meglio usare un vanghetto per tagliare bene la zolla di terra e radici), lasciandola fuori a riprendersi dal trauma per tutto il tempo che è possibile. Quando la temperatura diventerà troppo fredda, ritirala, ma tienila vicino ad una finestra, possibilmente senza luce artificiale durante le ore notturne in modo che continui a produrre le sue belle brattee natalizie.

  69. marta Scrive:

    Buongiorno, non sapevo di dover potare la stella a marzo, quindi non l’ho fatto. Ma sta crescendo bene. Quanta acqua bisogna darle?
    Grazie
    Marta

  70. Daniela Scrive:

    Ciao Marta,
    se la tua è ancora viva dall’anno scorso e siamo ad ottobre, direi che come te ne sei presa cura fino ad ora le va benissimo!

  71. marta Scrive:

    Buongiorno Daniela,
    E’ dall’inizio di novembre che la sto coprendo dalle 17 alle 7 ma, di foglie rosse neanche l’ombra.
    Devo aspettare oppure posso scordarmi che ridiventi rossa?
    Grazie
    marta

  72. Daniela Scrive:

    Ciao Marta,
    l’esperta ci ha detto che occorre almeno 1 mese e mezzo, a volte anche qualcosa di più, per vedere le prime foglie. Resisti! ;-)

  73. claudia Scrive:

    Buon Giorno e buona domenica! Innanzitutto complimenti per il sito, davvero molto ben fatto. E’ arrivata la prima stella di natale e non voglio sbagliare nè farla soffrire…volevo sapere se posso tenerla in cucina dove riceve molta luce artificiale e poi l’anno prossimo(se sopravvive) spostarla verso ottobre in un luogo dove riceva solo luce naturale e coprirla con un telo scuro dalle 17 alle 7 oppure se va spostata già da subito in un luogo solo con luce naturale…grazie mille in anticipo

  74. marta Scrive:

    Buongiorno, finalmente la mia stella di natale comincia a diventare rossa :-). Devo continuare a tenerla al buio dalle 17.00 alle 7.00 fino a che le foglie non diventano completamente rosse?
    Grazie
    Marta

  75. Daniela Scrive:

    Ciao Marta, complimentissimi!
    Lascia che la pianta ne produca alcune e poi puoi smettere di forzarla: una volta che il processo si avvia, dovrebbe continuare da sola.

  76. Leo Scrive:

    Buongiorno. La mamma mi ha regalato una stella,alta 60 cm senza vaso.Vorrei,dopo la fioritura naturalmente,rinvasarla.Allora la mia domanda è : in che mese posso fare il rinvaso e che composta devo usarla ??? p.s. abito in provincia di Lecce. Grazie

  77. marta Scrive:

    Buongiorno,
    Le bratee stanno ricominciando a ridiventare rosse:
    la bagno 2 volte al giorno, va bene?
    La metto al buio nelle ore da voi indicate, devo continuare così o posso lasciarla scoperta?
    Devo concimarla e nutrirla con il potassio?
    Grazie
    Marta

  78. Daniela Scrive:

    Ciao Marta,
    vedi sotto la mia risposta.
    Per il concime, puoi continuare ma con mano leggera.
    Occhio all’acqua: è una pianta molto sensibile agli eccessi.

  79. vicky73 Scrive:

    Ciao Daniela forse nn è il sito giusto perchè qui si parla di stelle di natale ma, spero nn riderai di me) ho un problema con le piante grasse, crassulacee,che tengo in blcone. Hanno tutte delle macchie bianche nelle foglie ( che sonno carnose come tipico delle crassulacee) ma molte di esse in corrispondenza delle macchie hanno dei buchi come se scavate ,insomma bucate. Cosa posso fare? La cosa più strana è che sono state colpite anche piante grasse spontanee che si sono sempre dimostrate forti e resistenti. Dammi un consiglio, forse se passo del cotone imbevuto di alcool?La cosa certa è che è una cosa di questi giorni.Grazie e tanti auguri per un 2013 felice e sereno.

  80. olga49 Scrive:

    19 gennaio 2013 alle ore 16:15

    hola Daniela : è la prima volta che scrivo e sono contenta di farlo con Te, dato que cercavo un aiuto per sapere como mantenere le stelle di natale. Ho presso degli apunti e cercherò di seguire y tuoi consigli, già che ho delle piante regalatami per natale che cominciano a cadere le foglie e non sapevo come mi dovevo comportare. addesso sò che più o meno a Marzo devo potarle e que devo tenerle al oscuro dalle 17 alle 7 del del mattino dal mese di ottobre, tutte cose que non sapevo e che gli altri anni,non sapendo ho fatto morire, (ho magari pensadole morte gli ho buttato )Grazie per i consigli e ti saprò dire più avanti se mi sono serviti.
    Olga

  81. Daniela Scrive:

    Ciao Olga,
    lieta di essere stata utile: facci sapere allora come va con la tua Stella!

  82. monica Scrive:

    ciao, mi hanno regalato una stella di natale pensi gia in pessime condizioni. ora la pianta purtroppo non ha piu foglie ne fiori e i rami, alla cima, sono di colore nero! cosa posso fare???

  83. Daniela Scrive:

    Ciao Monica,
    non ho capito, i rami sono neri solo in punta ma per il resto verdi oppure sono interamente secchi?
    Se sono solo le punte, puoi tentare un recupero in extremis verificando prima però che non ci siano marciumi: ti basta tastare la base del fusto. Se la sentirai molle, la pianta non è più recuperabile. Se invece è soda, ci sono buone speranze!

  84. Glenda Scrive:

    Buongiorno,
    ho comprato una stella di natale a dicembre. Adesso ha perso tutte le foglie anche quelle verdi. Inoltre su alcuni rametti stanno spuntando in cima alcune foglioline rosse. Gli altri rametti sono privi di foglie. La piantina è in una zona dell’appartamento dove è lontana dalla finestra, però riesce a prendere la luce.
    Ah dimenticavo alcune foglie prima di cadere avevano un colore nero e ho diminuito le innaffiature.
    Spero che mi possa dare un aiuto…perchè la piantina era bellina e ora temo che la devo buttare.
    Cordiali Saluti

  85. Arcangela Scrive:

    Ciao!!!
    La mia stella di Natale è alta quasi 1 metro,ce l’ho dall’anno scorso…ma non sapendo che ha bisogno del buio…non è fiorita!!!adesso però c’è un altro problema nella terra si intravedono dei pidocchietti…esiste qualche rimedio?
    Grazie

  86. Milena Scrive:

    Ciao Daniela,
    Mi hanno regalato a Natale una stupenda stella di Natale che putroppo dopo 10 giorni ha perso
    brattee rosse e foglie, a quel punto ho potato la pianta , bagnata e messa davanti alla finestra
    non alla luce diretta del sole, e meraviglia delle meraviglie la pianta a rimesso le foglie e e dei
    maglifici fiori rossi, piu’ piccoli che in origine, come mi devo comportare adesso ? la devo mettere fuori? e se e’ rifiorita adesso poi rifiorira’ nuovamente a Dicembre ?
    Saluti ilena

  87. luigi Scrive:

    Ciao Daniela buongiorno. La mia compagna proprio da questa mattina mi stava chiedendo di vedere qualcosa x il trattamento e la cura della stella di Natale. Ovviamente su internet ci sono diversi commenti con più o meno gli stessi modi di coltivazione; ma non c’è qualcosa di più specifico x quello che si debba fare nel periodo del mese di aprile. Ne abbiamo acquistata una poco prima delle feste natalizie e tutt’ora è ancora in fiore, anche se da qualche giorno ha iniziato a perdere le sue foglie: prima quelle verdi ed ora iniziano a cadere quelle rosse.
    Noi l’abbiamo posizionata in sala lontana da fonti di calore e lontana dalla luce diretta, proprio questa mattina mi stava chiedendo appunto che cosa bisognava fare nel mese di aprile e se bisognava fare la potatura come scritto in molte parti, potrebbe darmi qualche indicazione più specifica dicendomi esattamente quello che devo fare: se potarla e se metterla completamente al buio dalle 17 alle 7 e se devo metterla in un altro vaso? Te ne sarei molto grato se potessi rispondermi a queste mie semplici domande. Io e la mia compagna non siamo molto esperti di fiori, ma ci siamo affezionati molto a questa stella di Natale, perché ci sta facendo compagnia dal mese di dicembre. Ciao e spero di leggere presto la tua risposta.

  88. finetta Scrive:

    vorrei sapere quanto va annaffiata la stella di natale dopo la potatura. grazie

  89. Arcangela Scrive:

    Temo che nelle radici della mia stella ci siano dei pidocchi!cosa devo usare per eliminarli?
    Grazie

  90. LUIG Scrive:

    ciao Daniela, sono sempre luigi. ogni giorno vedo se hai risposto alla mia richiesta di aiuto per la cura della stella di natale. Proprio oggi che siamo arrivati al 5 di maggio, alla mia stella sono rimaste solo le foglie rosse e credimi se ti dico che non so ancora cosa fare se potarla o no. Ho letto molte pagine di internet e bene male dicono quasi tutte le stesse cose, anche se poi non vanno a specificare quelle che si deve fare esattamente in questo periodo. Io spero molto di leggere presto una tua risposta a quello che è già stato il mio primo quesito fatto ad aprile. In attesa non mi rimane altro che lasciarti i miei cordiali saluti.

  91. Daniela Scrive:

    Bellissimo forum e’ la prima volta che lo leggo,ma non sono molto esperta di internet.anch’io ho bisogno di un consiglio.la mia stella di natale sta crescendo sana secondo la tua descrizione,ma proprio per questo,e’giusto potarla anche se ha tante foglie nuove anche cresciute oltre le brattee?ti ringrazio se puoi consigliarmi.io amo le mie piante ma sono inesperta e ho paura di sbagliare

  92. federica Scrive:

    oggi 1 luglio 2013 la mia stella di Natale è ancora fiorita !!! è la stella di natale bianca, ed è bellissima!!!!!!

  93. Michele Scrive:

    Salve Daniela. Complimenti per il sito e l’articolo che reputo interessante e, soprattutto, completo.
    Ho però, con la mia stella di natale, un piccolo problema da qualche giorno. E non so cosa possa essere. Era cresciuta molto e questo mi ha entusiasmato, visto che tutte le altre degli anni passati duravano lo spazio di un inverno. Mentre questa era una meraviglia.
    Dico “era” perchè è da un pò che le sue foglie, non tutte ma molte, si sono “aflosciate”. Non seccate, ma floscie appunto. Sto cercando di toglierle e di spuntare leggermente quei rami che le contengono. Mi sapresti indicare il perchè e come, eventualmente, mettere riparo?
    Grazie :)

  94. Rosy Scrive:

    Buongiorno
    Vorrei sottoporvi il mio caso sulle stelle di Natale e sapere se posso ancora rimediare.
    La mia pianta , collocata davanti a una finestra, è stata in fiore, rigogliosa, fino a maggio. Poi, sempre rigogliosa, è rimasta con foglie verdi per tutta l’estate. Alla fine di luglio, prima di partire per le vacanze, ho spostato la pianta sul pianerottolo del palazzo, meno caldo dell’esterno e con luce per la metà del giorno. Ho lasciato acqua nel portavaso per evitare che rimanesse all’asciutto.Tornata alla fine d’agosto, la pianta presentava ancora un bell aspetto. La settimana passata , per fare arieggiare la pianta, ho lasciato la pianta per una notte e per tutta la mattina sul terrazzo , esposto al sole. Ho dimenticato la mattina presto di farla rientrare e così è tornata sul pianerottolo solo nel pomeriggio. Da allora le foglie si sono accartocciate e piegate, come se stessero rapidamente deperendo. Ho aggiunto terra nuova , ma non so più cosa fare. C’è speranza di recuperare la mia stella di natale ?cosa e’ successo ? Ero così orgogliosa di averla mantenuta per un anno e speravo proprio di iniziare in questi giorni l’oscuramento per farla tornare rossa.
    Grazie se potete rispondermi
    Rosy

  95. Daniela Scrive:

    Ciao Rosy,
    la Stella di Natale detesta i cambiamenti di posizione e in genere non reagisce bene.
    Se non c’è nulla di serio, farà seccare e cadere le foglie per poi rifarle tutte. Naturalmente dovrai aspettare che sia in forze per sottoporla alle ore di buio necessarie. Buona coltivazione!

  96. Angelina Scrive:

    Ciao, quest’anno,per la prima volta, la mia stella ha superato l’estate. Non sapevo che andasse potata quindi non l’ho fatto, ma adesso ha tante foglie e sono bellissime. L’ho tenuta in giardino tutta estate, se la metto in casa, a due metri dal calorifero e dalla finestra e la copro con un sacco nero la notte dici che fiorisce? Purtroppo non ho un posto caldo e completamente buio. Grazie x la risposta.

  97. Manuela Scrive:

    Buongiorno, dallo scorso natale ho tre stelle di natale, due piccoline di cui una bianca ed una un po’ più grande. Sono rimaste fino a maggio nel pianerottolo tra la zona giorno e la zona notte dove ci sono due finestre; poi sono state sposate nel balcone con sole diretto per alcune ore al mattino ed ombra nel pomeriggio. Dalla scorsa settimana le ho riportate nel pianerottolo ma in tutte e tre le foglie hanno iniziato ad ingiallire e cadere. Le ho rimesse dove sono state fino a maggio, hanno la luce fino alle 18 e poi buio, tranne qualche minuto quando accendiamo le luci per il passaggio. Le innaffiature sono regolari ogni 3 giorni circa aspetto sempre che la terra in superfice sia asciutta. sono disperata non cosa fare, ero così felice di essere riuscita a preservarle e mi stavo preparando a farle rifiorire. Grazie e saluti
    Manuela

  98. gloria Scrive:

    amaggio ho messo la mia stella di natale in terrazza in un angolo un po riparato ma non dal sole che fa da padrone su tutto il terrazzo,ora però che e quasi la fine di ottobre penso che sia ora di rientrarla e rimetterla al posto al solito posto,davanti il balcone.LA PIANTA ora sta bene mentre prima nel mese di maggio stava molto male nel senso che aveva le foglie ingiallite accartocciate e piene ti insetti e oerdevano una sostanza appiccicosa che cadento sul pavimento formava quasi ua crosta. ora però ho paura che si possa ammalare di nuovcosa ne pensate.no forse ho chisto aiuto a maggio

  99. Virginia Scrive:

    Quest’anno ho comprato una bella stella di natale ma quando l’ho travasata accidentalmente le ho rotto due steli. Volendoli salvare li ho semplicemente travati; ho fatto bene oppure dovevo effettuare una procedura diversa?

  100. Nadia Scrive:

    Ciao Daniela,io ho da ormai 4 anni una bella stella di Natale…
    Quando mi è stata regalata da mia suocera ho pensato non ci fosse peggior regalo per una come me che non sapeva nemmeno l’esistenza del pollice verde….ora invece è il mio orgoglio e il mio vanto.
    d’estate ha il suo angolo in terrazza,riparata dalla luce diretta del sole dal parapetto,l’inverno invece in casa davanti al finestrone della sala.ha sempre rifiorito però nei mesi febbraio\marzo….premetto che non l’ho mai potata proprio per la paura di rovinarla dato che è diventata una bella piantona;da qualche settimana però mi son accorta che nonostante le vecchie foglie siano cadute e si son riformate quelle nuove,e la pianta continui ad allungarsi creando nuovi germogli, per terra tutt’intorno al vaso si forma una patina gelatinosa e appiccicosa rilasciata dalla pianta stessa…non ha subito ne rotture be traumi,è proprio lei che rilascia questa sostanza?da cosa può dipendere?sta forse soffrendo?io le ho dato un Po di concime,ma nn saprei che altro fare poiché è la prima volta che lo fa dopo oltre 4 anni…puoi darmi delle indicazioni.grazie

  101. alessio Scrive:

    salve volevo sapere se l orina dei gatti fa uccidere la pianta dato che ci vanno, devo prendere provvedimenti o e’ indifferente?

Lascia un Commento