Esclusivo: nella Provincia di Torino non si edificheranno nuove aree

Al MADE Expo si sta svolgendo la terza edizione del convegno internazionale High green tech symposium. Il tema di quest’anno è tra i più interessanti: “Bring the Forest in the City“, ossia porta la foresta in città, la nuova sfida dell’ecologia più avanzata.
Fiori&Foglie è li per voi, in prima fila. E vi riporta in assoluta anteprima una notizia “bomba”, una di quelle che farà discutere dentro e fuori l’Expo: “Nella provincia di Torino non si edificheranno nuove aree. Gli spazi liberi rimarranno tali. Le uniche aree disponibili sono quelle dismesse o da ristrutturare”.

A dare l’annuncio è stato direttamente il Presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta.

Antonio Saitta al convegno del Made 'Bring The Forest in the City'

Indietro non si può tornare. E’ stata già emanata una Legge Regionale, già pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, che stabilisce proprio che nelle aree libere di tutta la provincia non si costruirà più.

L’iter per giungere a questa conclusione è stato lungo e difficile. Sono stati coinvolti i 315 sindaci della Provincia e l’Unione Costruttori.

E una grande resistenza, ovviamente, è stata posta proprio da questi ultimi.

“Come avete fatto a convincere l’Unione Costruttori che era l’unica strada percorribile?”, ha chiesto Fiori&Foglie.

Antonio Saitta ha risposto: “Dopo anni di studio ci si è resi conto che questo è l’unico modo per risolvere il problema del “consumo del suolo”. Un ingorgo di palazzi, oltre a rendere invivibile la vita ai cittadini, imbruttisce città e paesi. In questo modo i quartieri si impoveriscono, le case perdono valore. E nessuno ha interesse a far perdere quota agli immobili esistenti.

Con lo stop alla nuova edificabilità non si mette alcun freno allo sviluppo. Ci sono ancora tantissime aree dismesse che possono, anzi devono essere recuperate. E interi quartieri da ristrutturare. E ci sono incentivi. Il lavoro da fare non manca. Del resto è quello che ho detto a Ikea, quando proprio di recente ha fatto domanda per costruire uno dei suoi punti vendita: la mia risposta negativa ha destato clamore. Ma quando questo processo sarà concluso la città, anzi tutta la Provincia, ne gioverà in salute e bellezza”.

Un annuncio incredibile quello di Antonio Saitta che ovviamente Fiori&Foglie si augura possa essere preso da esempio anche dalle altre Province d’Italia.

Torino e Provincia sempre più green, sempre più bella!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *