Alberi di Natale: nel 2017 ne abbiamo uccisi più di tre milioni

Superate a passo lungo le feste decembrine, si tira la riga, e la cifra scritta sotto, va detto, fa una certa impressione. E i conti riguardano gli Alberi di Natale. Secondo i dati diffusi dal PEFC, il consorzio che certifica la gestione sostenibile delle foreste industriali, in Italia, a chiudere il 2017, sono stati ben 3,4 milioni gli alberi natalizi venduti vivi in vaso sacrificati all’altare delle feste: seccati tra palline e decori dorati, nelle nostre case, vessati da shock termici e idrici. La cifra comprende il 90% degli alberi acquistati, di cui l’80% sono abeti rossi, che si sono trasformati, da folti alberi verdi, in 34mila tonnellate di piante morte. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Con una spina nel cuore: i primi passi nel mondo dei cactus

Avete anche voi una spina nel cuore? No, non parliamo di rose o di turbamenti sentimentali 😉 ma di chi è caduto preda del curioso fascino dei cactus, piante dalla forza incredibile, capaci di adattamento a condizioni estreme come quelle dei deserti… e delle nostre case, dove molte altre piante non riescono a sopravvivere. Dagli esperti dei Garden Viridea, ecco qualche consiglio su come e con chi di loro iniziare… perché la vostra sia una storia d’amore di successo! Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Riscoperto il dolce melograno verde di Russi, meraviglia segreta dell’Emilia Romagna

Aveva sete. E in mezzo alla campagna, la torrida estate romagnola non fa sconti. Per dissetarsi, un collega gli suggerì di mangiare un frutto di quel curioso melograno che cresceva contro il muro della casa. “Ma non saranno maturi”, pensò l’artigiano, eppure, seguendo lo strano consiglio, aprì uno dei frutti verdi della pianta e lo mangiò, scoprendolo dissetante e dolce, nonostante la buccia fosse quella immatura, di un bel verde brillante. E fu a questo punto che il caso fortunato – racconta emozionata Maria Patrizia Matteucci dell’Associazione Giardino e Dintorni – ci mise lo zampino… Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Salva l’erborista: aperta la petizione online. Professione a rischio?

Ha superato 28mila firme in 5 giorni la petizione aperta su Change.org dal titolo “Salva l’erborista!” indirizzata al Consiglio dei Ministri. Perché l’esperto di erbe è a rischio, secondo i promotori. Il cuore del problema è il decreto legislativo del Governo che predispone l’abrogazione della legge del 1931 sulla ‘Disciplina della coltivazione, raccolta e commercio delle piante officinali’, unico vecchissimo testo che riconosce la figura professionale dell’erborista in Italia. Ma non tutti sono dello stesso avviso, in primis i coltivatori di erbe. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Bonus verde: per quali interventi si potrà usufruire dello sconto fiscale?

Per l’anno 2018 per tutti sarà possibile accedere alla detrazione fiscale del cosiddetto Bonus Verde, che prevede uno sconto del 36% per la sistemazione a verde di aree scoperte private e la realizzazione di giardini pensili per un massimo di 1800 euro per unità abitativa. In attesa che venga pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate la Circolare Applicativa che preciserà la norma a livello nazionale, un aiuto per cominciare a pensare a rifare giardini, tetti verdi, orti e terrazzi, arriva dalle indicazioni che Asproflor, associazione di florovivaisti, ha inviato ai suoi soci il 4 gennaio, dove vengono esplicitati in maniera semplificata gli interventi interessati. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Fiorista “irrispettoso” alla Reggia di Caserta: sui social scoppia la polemica

Quando i nostri monumenti, palazzi, giardini e dimore storiche vengono ritratti dai media internazionali ad onore e vanto del Belpaese, facciamo festa. Quando visitiamo questi capolavori e li vediamo ben curati, siamo fieri. Però quando si parla dei denari necessari a manutenere questi beni che sono parte fondante della nostra cultura, allora siamo molto meno generosi di lodi. E’ capitato con le accese polemiche scoppiate sui social a proposito del matrimonio da favola svoltosi nei giorni scorsi nelle stanze adibite agli eventi della meravigliosa Reggia di Caserta, in Campania. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Arrivano sulle tavole italiane i curiosi mini broccoletti Bimi

A vederli sembrano cimette di broccoli in miniatura, ma il sapore pare ricordi molto gli asparagi. Una follia OGM? Niente affatto. Sono i Bimi, un nuovo ortaggio nato dall’incrocio tra broccolo e cavolo cinese che si sta affacciando sul mercato italiano proprio in questi mesi. Sì, perché alla gradevolezza dei Bimi (nome che significa “delizioso”), creato dall’azienda giapponese Sakata, alcune aziende nostrane hanno creduto, tanto da cominciare a coltivarlo ad Albereto, in provincia di Grosseto. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page