Crema solare tutta naturale? Arriverà da una pianta antartica

La chiave per creare dei filtri solari naturali che proteggano la nostra pelle dai raggi UV del sole è contenuta in una pianta che vive in Antartide, terra dei ghiacci. E’ il risultato degli studi di un team di ricercatori dell’Università di Santiago del Cile guidato da Dott. Gustavo Zúñiga, da cui potrebbero svilupparsi in breve tempo prodotti per la protezione dal sole completamente vegetali, che andrebbero a sostituire i principi attivi di sintesi contenuti nelle attuali creme solari che si usano sulle spiagge di tutto il mondo. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Premiati i parchi più belli del 2017: da visitare!

Villa Durazzo Pallavicini e Villa La Foce sono stati premiati come i più bei parchi italiani del 2017: con le loro architetture e i loro preziosi giardini, si collocano tra i tesori del nostro paese che non smettono di stupire. Rappresentano quella parte d’Italia che, lontano dagli sguardi dei media, ci parla di cultura, di arte, storia e dello storico legame dell’uomo con le piante, apportatrici di frescura, benessere e bellezza. La loro esistenza ci racconta di tempi diversi da quelli che conosciamo, ricchi di lezioni sulle nostre eccellenze utili da ricordare, anche a noi stessi. Perché dunque non organizzare una gita e trascorrere qualche scampolo di estate a visitarli? Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Tanto caldo, come bagnare le piante senza impazzire?

Annaffiare correttamente le piante non è un’operazione banale: bisogna “farci un po’ l’occhio”, nel senso che occorre capire quanta acqua dare in base sia alle condizioni meteo, che alle necessità della specie che ci troviamo di fronte. Se poi il caldo si fa intenso come questa estate, il rischio, soprattutto con i vasi piccoli, è quello di esagerare, bagnando troppo, oppure troppo poco. Abbiamo chiesto agli esperti dei garden Viridea quali metodi possiamo usare e come possiamo regolarci per innaffiare correttamente le piante da balcone: ecco cosa ci hanno suggerito! Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Le piante di pomodoro spingono i bruchi a diventare cannibali

Si mangiano l’un l’altro piuttosto che nutrirsi di foglie. E’ il perverso comportamento autodistruttivo innescato nei bruchi dalla pianta del pomodoro, vittima vegetale che si difende producendo una sostanza che rende le foglie meno appetibili ai parassiti. Ma che ora, si è scoperto, può indurre in essi il cannibalismo, riducendo così il danno a carico della pianta. La scoperta è frutto degli studi pubblicati su Nature Ecology & Evolution da John Orrock e i collegi biologi dell’Università del Winsconsin. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

L’Italia brucia e intanto i boschi di faggi diventano Patrimonio dell’Umanità

L’Italia brucia in quest’estate di incendi, e intanto l’Unesco riconosce le nostre meravigliose faggete come Patrimonio dell’Umanità. Si tratta di 10 boschi di faggi su oltre 2mila ettari dalla Toscana alla Calabria che ospitano piante secolari e che si uniscono alle faggete di altri 12 paesi europei. E in tempi di roghi che infuriano con le loro immagini distruttive nei servizi dei tg, non è dire poco: significa che una ricchezza italiana riconosciuta nel mondo corre il rischio di andare letteralmente in fumo. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

E’ arrivata l’anguria gialla che cresce bene anche da noi

E’ arrivata da qualche anno in Italia, ma fino a qualche estate fa, era raro vederne una: l’anguria gialla sembrava proprio una di quelle strane novità destinate a vita breve. E invece il Sud Italia l’ha subito trovata interessante come varietà da coltivare, tanto che ora viene prodotta per profitto nell’Agro Pontino laziale, in Basilicata e in Sicilia. Le qualità del cocomero giallo? Una polpa dolce e soda, misure compatte e un colore davvero insolito. E ora è anche un frutto Made in Italy. Ma perché fa tanto bene mangiare anguria d’estate? E da dove proviene questo generoso frutto e le sue varietà? Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

20 mln di visualizzazioni per l’anguria-party in ufficio di Ms Yeah

Tra i monitor dei pc, le carte e i documenti dell’ufficio si improvvisa un banchetto luculliano a base di …anguria. E’ la scena surreale che si svolge in un’azienda cinese nella quale una delle impiegate, pseudonimo “Office Chef Ms Yeah“, mette in azione le sue doti più creative dando forma a decine di elaborate sculture di frutta nella totale indifferenza dei colleghi. Il video online dell’anguria-party di Ms Yeah è diventato subito virale e ha totalizzato dal 7 luglio ad oggi, ben 20 mln di visualizzazioni sulla pagina fb (con 2.318.287 di Mi Piace), 536.013 su YouTube, 13mila commenti e qualcosa come 203.715 condivisioni…. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page