Dalle piante oli e profumi che ci fanno stare bene

Un tempo erano un vero tesoro: gli oli essenziali, estratti da piante aromatiche e da alcuni tipi di alberi e arbusti, erano sostanze pregiate, note fin da tempi lontani e oggetto di un fiorente commercio. Gli antichi Egizi e i Greci li utilizzavano già, ma furono gli Arabi a mettere a punto le metodologie più efficaci per ottenere essenze di facile conservazione. Oggi gli oli essenziali conoscono una nuova fase di successo grazie a virtù molto concrete, che li rendono utili anche per la sicurezza e il benessere personale. Ecco in merito i consigli degli esperti dei Garden Viridea… Continua a leggere

Fragole? Gratis a partire dal… frigo!

Pelapatate e carta da cucina: basteranno questi due semplici strumenti per sperimentare la semina delle fragole e trasformarla in un’esperienza divertente e a costo zero, in perfetto stile orto sul balcone, utilizzando semplicemente le fragole in vaschetta messe in frigo dopo aver fatto la spesa. Tra la fine di febbraio e il mese di marzo è il momento ideale per provare a farlo, poiché la fragola per sua natura ama il clima fresco. I semi? Niente bustine al garden: possiamo procurarceli estraendoli direttamente dai frutti. Farlo è veramente semplice: ci basterà utilizzare un pelapatate e un foglio di carta da cucina. Ecco come fare in due mosse! Continua a leggere

Antibatterici tutti da coltivare: anche a febbraio

Se per piantare le erbe aromatiche è ancora un po’ presto (meglio aspettare la fine delle nuove gelate per i nuovi impianti), cipolla e aglio si possono mettere nell’orto o in vaso proprio adesso, in un mese come febbraio. Un ottimo motivo per consumarli a tavola? I principi attivi che queste bulbose contengono contribuiscono ad aumentare le difese immunitarie e dunque agiscono come importante rinforzo contro gli attacchi di batteri e virus. A primavera potremo unire altri preziosi alleati alla nostra cucina, come per esempio il timo, ottimo per le vie respiratorie. Ecco, in proposito, i consigli degli esperti dei Garden Viridea! Continua a leggere

Fiori per il nuovo nato: quali scegliere?

In questi giorni un’amica mi ha telefonato, in crisi, chiedendomi quali fiori scegliere per un piccolo bouquet da donare ad una mamma, per la nascita del nuovo nato. In effetti un omaggio floreale si intona bene a dare il benvenuto al piccolo o alla piccola, e ad esprimere la gioia di famigliari e amici per il bimbo o la bimba appena arrivati in questo mondo. E diciamolo subito: se stiamo pensando a fiori recisi, eviterei le specie classiche che si usano per i matrimoni. Bando quindi a rose e gigli, fiori troppo formali e “adulti” per un’occasione come questa. Spazio invece a corolle piccole o dal look delicato e fresco, come quelli che raccoglierebbero i bimbi con le loro manine in un prato fiorito a primavera… Continua a leggere

Nuovi agrumi: aperta la caccia al limone del Nord

E’ l’Eldorado dei giardinieri del nord Italia da sempre. Il sogno di rigogliosi alberi sempreverdi, carichi di agrumi profumati, costituisce una sfida per qualunque pollice verde del “non più così ghiacciato” settentrione. E da qualche anno i tentativi per ottenere un limone, un mandarino o un arancio meno schizzinosi in fatto di temperature e condizioni invernali si sono fatti più convinti, utilizzando la via battuta da millenni in agricoltura: innesti e incroci tra specie e varietà, per arrivare, con la selezione ad opera dell’uomo, al mitico “Limone del Nord”, ovvero “là dove nessuno è mai giunto prima“! Continua a leggere

9 alberi tutti da sfogliare …e coltivare!

Gli alberi ci intrigano: raccolgono la nostra ammirazione o la nostra indifferenza ma comunque ci sfidano, muti, a comprenderli. Solo riconoscendoli, e dando loro un nome, riusciamo a capirne il valore e anche magari a sceglierli come “compagni” del nostro giardino. Perché a pensarci, è proprio con un albero, il MELO del Giardino dell’Eden che, secondo la tradizione cristiana, ha avuto inizio la storia dell’uomo sulla Terra… Continua a leggere

Nuova Milano: il ponte diventa serra e il Pirellino raddoppia

La trasformazione dello skyline di Milano non conosce sosta e reagisce alla crisi del Covid con un altro pezzo di città che si rinnova grazie al Concorso internazionale di riqualificazione urbana avente per oggetto il cosiddetto “Pirellino”, il palazzo Pirelli 39 a Porta Nuova, in disuso ormai da 5 anni dopo la dismissione e la messa in vendita da parte del Comune. Dai rendering di Diller Scofidio + Renfro (USA) e Stefano Boeri Architetti (IT) – gli studi che si sono aggiudicati la vittoria, oltre alla remise en forme dell’edificio, emerge una trasformazione completa della datata struttura a ponte, che si alleggerisce nelle scenografiche vetrate sagomate a vela di una verdissima serra-laboratorio, “greenhouse della biodiversità dove vivere un’esperienza immersiva, educativa, interattiva e innovativa tra svariate specie vegetali”, oltre a prevedere la nascita nell’area di un nuovo grattacielo in stile “Bosco Verticale”. Continua a leggere