Il mensile Gardenia festeggia oggi il numero 400

Considerato un punto di riferimento per tutti quelli che amano piante, fiori e giardini, il mensile Gardenia taglia il traguardo delle 400 uscite pubblicando il numero di agosto 2017, da oggi in edicola. La rivista diretta da Emanuela Rosa-Clot assegna così a proprio onore un tenace successo nel tempo, che premia il continuo lavoro di ricerca e aggiornamento di tutto ciò che attiene al mondo del verde, divulgato in maniera accessibile e interessante. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Coldiretti Puglia: agricoltori-ranger per prevenire gli incendi

Un’alleanza tra agriturismi, consorzi e comunità forestali basata sull’azione di monitoraggio del territorio ad opera di agricoltori-ranger che segnaleranno immediatamente alla Protezione Civile regionale eventuali aree a rischio. E’ questa l’iniziativa di Coldiretti Puglia, che intende promuovere in questo modo la costituzione di una rete nazionale per il monitoraggio, la prevenzione degli incendi e la valorizzazione dei boschi italiani. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

E d’estate sul balcone mettiamo i pomodori di tutti i colori!

Insalate arcobaleno garantite per amici e ospiti durante la calda estate? Basta coltivare qualche piantina di pomodoro scegliendo tra le mille varietà di tutti colori, dal nero (ebbene sì!) al classicissimo rosso, ma di tutte le forme. Una gamma di colori e forme che non è frutto di manipolazioni OGM: le varietà con colori diversi dal rosso derivano in buona parte dai pomodori “antichi” e dimenticati, coltivati in Centro America nel corso dei secoli. Con l’acquolina in bocca abbiamo chiesto agli esperti dei garden Viridea come si coltivano il pomodori sul balcone: ecco le loro dritte! Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Muoiono gli alberi di Roma: la denuncia parte da Facebook

Alberi che seccano a decine, lasciati a morire di sete. Interi viali costeggiati da ceppaie (sembra siano ben 20mila) di alberate abbattute, e mai sostituite. Ville storiche con esemplari di pregio abbandonati all’incuria. Istituzioni disinteressate e assenti. E’ questo l’allarme che ha provocato la nascita su Facebook di Green City Roma, gruppo social fondato da Antimo Palumbo, noto botanico esperto di alberi e di giardini storici. L’accusa? Albericidio colposo. La mission? Dare finalmente una voce agli alberi di Roma. Prima che muoiano tutti. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Online le calze di bambù che ti disegni tu

Soffici e calde. Non sono proprio le prime parole che ci vengono in mente se pensiamo al frondoso verdissimo bambù! Eppure è proprio con la fibra ricavata da questa erba gigante che si possono creare calze che si possono poi personalizzare con il proprio disegno. E’ l’idea di Bakdrop, il sito creato nel 2014 da un gruppo di ex dipendenti di Google di San Francisco che propone calze on demand fatte con filo di bambù come oggetti di design, utili per promuovere cause, personaggi e iniziative. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Federlegno: i boschi italiani potrebbero portare 300mila posti di lavoro

Intanto che le fiamme divampano facendo terra bruciata in quest’estate bollente di milioni di ettari di bosco, si cerca di capire quanto costerà al Belpaese l’opera dei piromani e della criminalità che li causa, agevolata dal mix di incuria, abbandono e assenza di politiche forestali oculate. Il danno al patrimonio arboreo è ancora più grave se si tiene conto che insieme a quegli alberi va in fumo anche l’occupazione. Secondo il presidente di Federlegno Emanuele Orsini, “in un paese dove il 30% del territorio è fatto da bosco”, uno sfruttamento razionale ed efficace dei boschi italiani potrebbe offrire “oltre 300mila posti di lavoro“. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page