Aperto il bando per 2 borse di studio sul paesaggio

Due borse di studio sul paesaggio della durata di 6 mesi vengono proposte dalla Fondazione Benetton a laureati e post laureati, italiani e non, che non abbiano compiuto i 40 anni alla data del 31 agosto 2022, data che costituisce anche il termine per candidarsi. Le borse di studio sono indirizzate a tre aree tematiche che corrispondono al profilo culturale e al campo operativo di tre figure fondamentali per il lavoro scientifico della Fondazione fin dalla sua istituzione: Sven-Ingvar Andersson (Progetto di paesaggio), Rosario Assunto (Teorie e politiche per il paesaggio) e Ippolito Pizzetti (Natura e giardino). Le 2 borse avranno durata a partire dal 15 gennaio 2023 fino al 15 luglio 2023. Il valore di ciascuna borsa è di 10.000 € (lordi). Continua a leggere

Green e Smart: aria nuova nei parchi di Milano

Bike per allenare braccia e gambe, step e app per verificare gli esercizi fatti o dove trovare consigli per i percorsi di fitness. E poi nuove piante, aree di coltivazione aperte a tutti e laboratori bimestrali per la cittadinanza. Ed eventi e abbellimenti grazie ai Writers e alle opere d’arte. Sono le novità introdotte a Largo Balestra e nel contiguo Parco Giambellino Ovest, con l’ambizione di fare da “prototipo” per altre città. Nome dell’iniziativa: “Agos Green & Smart”. L’idea è promuovere la rigenerazione urbana all’insegna della vivibilità e della sostenibilità nelle aree verdi pubbliche, gli ex “giardinetti” tanto bistrattati, nei quartieri dove sono presenti la filiali della società di credito al consumo del Gruppo Crédit Agricole. Continua a leggere

Piante finte nell’acquario? Anche …no!

Ieri sono andata al garden e di fronte a me, alla cassa, ecco un papà amorevole accompagnato dalla figlia. Stava acquistando quello che senz’altro era il primo acquario di casa: vasca d’ordinanza da 50 litri con i suoi accessori e.. un bel mucchio di piantine finte. Carine, colorate e decorative, di fatto le piante di plastica sembrano l’ideale da inserire nel primo acquario che abbiamo deciso di prendere per casa, magari per far felici i bimbi. I piccoli, pensiamo, si incanteranno di certo a vedere i pesci nuotare tra quelle belle fronde… e le mani di genitori solerti corrono a metterle nel carrello. Ottimo acquisto, dunque? A dire il vero proprio… noContinua a leggere

2020: un anno dedicato alla salute delle piante (e alla nostra)

Indetto dalla FAO, l’anno che sta arrivando, il 2020, porrà al centro dell’attenzione mondiale la salute delle piante. Il tema può sembrare ostico e rivolto ai tecnici, ma nella sua essenza non è affatto così. Le sue conseguenze infatti ci toccano tutti da molto, molto vicino, direttamente allo stomaco, in primis. Parassiti, virus e batteri sono in grado di danneggiare pesantemente le piante di cui ci nutriamo. Non solo. Sotto attacco ci sono anche le piante che ci fanno respirare e quelle che ci fanno stare bene. Continua a leggere

I 5 “superpoteri” delle piante contro piogge e maltempo

Stamattina, guardando dalla finestra, nel nord Italia è apparso il primo raggio di sole che annuncia finalmente il ritorno del sereno. Ma quasi tre settimane di pioggia intensa e continua hanno messo a dura prova il Belpaese, mettendo in ginocchio Matera, Venezia, il Polesine, la Puglia e molte altre parti d’Italia. A difesa dalle intemperanze del meteo, come misura essenziale della cura del territorio, occorre aumentare il numero di alberi e piante nelle città. A dirlo è il Consiglio Ordine Nazionale dei dottori Agronomi e dottori Forestali, che ricorda la capacità delle piante di intercettare, assorbire e gestire l’acqua nel pianeta grazie a 5 preziosi “superpoteri”… Continua a leggere

Arriva #Arianna, il vaso antismog per pulire Milano “dal basso”

Ha la forma di un moderno vaso per le piante, ma non sono i fiori il suo contenuto più interessante. Il vaso Arianna, così si chiama, monitora e invia in tempo reale i dati sull’inquinamento da ogni punto della città in cui è presente, direttamente ad una App, creando così una “mappa dell’aria” consultabile direttamente dallo smartphone. Continua a leggere

Piante infestanti: meno danni se sono tutte diverse

Uno dei grossi problemi, quando si coltiva per produrre, è che nel campo, portati dal vento, arrivano spesso i semi di piante infestanti. Inizia così una lotta strenua (e impari!) per eradicarle, spesso tramite diserbanti selettivi, in modo da ottenere una coltivazione “pulita”. Una battaglia ardua contro i meccanismi della natura che comporta pesanti costi, non solo in termini di mercato ma anche in termini di salute a causa dei residui che questo tipo di prodotti possono lasciare sui vegetali che consumiamo. Le ultime ricerche però aggiungono un aspetto da valutare: tanta biodiversità tra le piante infestanti aiuterebbe a ridurre le perdite di produzione delle colture grazie alla reciproca competizione tra specie. Continua a leggere