Coltiviamo i pomodori in vaso

I pomodori sono l’ortaggio più facile e divertente da far crescere in piccoli spazi e ogni anno spuntano nuove varietà, di cui si possonoa acquistare i semi, a taglia sempre più contenuta sia nella grandezza dei frutti che nella dimensione della pianta adulta. Se avete in mente di provare a coltivarli, orientatevi su varietà come i pomodori “ciliegini”, a frutti piccoli e tondi (ottimo il ‘Principe Borghese’ o anche il “Datterino”). Perfetti per le insalate estive, hanno bisogno di meno terra generando meno ingombro rispetto ai classici pomodori da insalata, rimanendo comunque produttivi. Esistono anche ciliegini con i frutti gialli (‘Golden Jubilee’, ‘Golden Plum’, ‘Gold Nugget’), sia tondi che leggermente a pera, meno dolci ma comunque buoni e anche decorativi. Se poi decidete di piantarli adesso, preferite le piantine ai semi, la produzione inizierà prima! Partendo da questo punto, ecco qualche consiglio.

Non sottostimate i bisogni delle vostre piante di pomodoro: per essere produttive, occorre che siano ben sviluppate e nutrite. E’ quindi importante fornire loro un vaso capiente (almeno 30-40cm di diametro e altezza per ogni piantina) e terra ricca: l’ideale è fare i vasi utilizzando il 50% di buon stallico (si trova già maturo in sacchi nei garden) e un altro 50% di terriccio o terra da giardino. Un pò di argilla espansa sul fondo per agevolare il drenaggio dell’acqua e via, si parte. Le piantine che acquisterete in genere sono alte una ventina di cm. Quando le piantate nella loro dimora definitiva, esposte in pieno sole, ricordatevi di mettere, ben attaccato al fusto principale, uno robusto stecco di sostegno, di bambù o plastica.

Nelle varietà alte o con grossi frutti, la pianta si alza fino ad oltre un metro di altezza, considerato il peso dei pomi e le giornate di vento, aspettare a dare un sostegno alla pianta significa solo rischiare che i rami si spezzino. Legate bene il tutore in più punti al fusto della pianta usando lacci di gomma morbida, che consentano l’inspessimento durante la crescita. Fate i nodi a contatto con il paletto, non con la superficie del fusto, lasciando un minimo di gioco. Quando le piante arriveranno a circa un metro di altezza, tagliate la cima, per far sì che si fermino. Bagnate a seconda della temperatura, ma senza eccedere, per evitare muffe o frutti annacquati. Man mano che le vostre piante crescono, vedrete che si creeranno rami laterali: nel caso dei ciliegini va benissimo e potete lasciare che la pianta cresca liberamente. Nel caso delle varietà alte invece, tenete al massimo due o tre grossi fusti, eliminando gli altri, per facilitare la legatura ed evitare che tolgano troppe energie a quello principale.

Qualsiasi sia la varietà che coltivate, provvedete a tagliare le foglie nella parte bassa della pianta: il contatto con il terreno può agevolare l’insorgenza di malattie fungine a cui peraltro i pomodori sono piuttosto soggetti. Un’altra minaccia è l’infestazione del ragnetto rosso: questo tipo di acaro minuscolo punge le foglie che si macchiano e ingialliscono. Quando l’attacco diventa massiccio, controllando la pagina inferiore delle foglie, si vedono le sottili ragnatele prodotte dall’insetto. Il ragnetto rosso ama i luoghi secchi e aridi, quindi se notate la sua presenza bagnate bene la chioma per qualche tempo. Quando togliete i frutti dalle vostre piante (o se la pianta è molto folta), togliete anche la foglia annessa al rametto che porta il grappolo, in modo da dare luce anche ai frutti in maturazione che si formano verso l’interno.

Coltivare i pomodori dunque è un’avventura da provare. Ai loro vasi poi potrete affiancarne altri, in cui potrete crescere della rucola, del basilico e dell’insalatina verde. Se poi volete un tocco fiorito per rendere ancora più decorativo il vostro angolo, ricordate di mettere in qualche vaso delle piantine di nasturzio: i fiori rossi, gialli, arancio e crema saranno allegri e vivaci e in più potrete usarli per le insalate, sia come decorazione sia come …piccante aperitivo!

PS. Stai coltivando anche tu verdure e ortaggi sul balcone?
Raccontaci la tua esperienza: SCRIVICI

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

39 risposte a “Coltiviamo i pomodori in vaso

  1. Bellissimo! Ho iniziato quest\’anno per la prima volta a tenere un piccolo orto sul balcone. E\’ iniziato tutto come un gioco, poi è diventata una sfida, viste le moltissime critiche che ho ricevuto inizialmente. Ora ricevo invece solo complimenti!!! Ho seminato 3 piante di pomodori cuore di bue (per ora hanno 4/5 pomodori ciascuna che ora cominciano ad arrossire), 8 ciliegini (pienipieni di pomodorini ancora verdi), 3 melanzane (che per ora non hanno reso molto e che penso di non piantare più il prossimo anno) 3 piante di peperoni gialli (ogni pianta ha 3/4 peperoni che stanno diventando già gialli), 25 piantine di insalata (sono già alla seconda raccolta!) e, dulcis in fundo,i miei tesorucci: 2 piante di zucchini (stanno producendo zucchini e fiori a non finire!!!).
    Tutto questo per dirvi che è assolutamente un\’esperienza da fare!!!
    Elena

  2. l’anno scorso mi era venuto questo pallino, ma i pomodori erano diventati una foresta, ma di frutti ne avranno fatti 5 pomodorini piccoli che nemmeno i semi hanno sviluppato. in primavera ho strappato tutte le radici ed ho seminato piante. MI SONO SPUNTATI I POMODORI. ovunque! ora ho dei cespuglietti di pomodori, non sto nemmeno a fare la sfemminellatura, come l’anno scorso, nemmeno a metterli in riga… ed hanno cominciato a dare frutti 🙂
    Poi ho “la pianta dell’uovo”, cioè quella melanzana bianca che ha la forma di uovo, sono molto curiosa come sarà.
    io penso che, se avessi un pezzo di terra dove poter fare un orticello, non m’interesserebbe nemmeno… ma mangiare i pomodorini dal balcone un pò fa “gola” 🙂

  3. I pomodorini in vaso sono stati quest’anno dolcissimi ed abbondanti: l’unica cosa le dimensioni: sono davvero piccoli. Non devono essere innaffiati troppo altrimenti la pianta si ammala.

  4. io non so ancora come sono i pomodori, sono appena piccoli e verdi. ma se non li innaffio, si ammosciano di brutto, i miei pomodori sono troppo ubriaconi. in cosa sbaglio?!

  5. Andra, è normale che i pomodori siano molto assetati con le temperature di questi giorni. Dipende anche dal vaso, più è piccolo e meno umidità riesce a mantenere.

  6. L’anno scorso l’orto in vaso ci ha dato molte soddisfazioni e molti frutti (pomodoro, zucchine, spinaci, melanzane, peperoni).
    Consiglio anche un’idea nuova: seminare piante che non si trovano in commercio e salvaguardare la biodiversita’. Perche’ limitarsi a quelle varieta’ in commercio, che, essendo ibridi F1, non possono essere riprodotte da seme? Chiedete a Civilta’ Contadina dei semi per provare a gustare dei frutti veramente particolari e “antichi”.
    Riccardo

  7. Nel mio balcone ho dei vasi (quelli abbastanza grandi a cubo e con il sottovaso integrato), stamattina la signora del piano superiore ha gettato acqua con detersivo che è finita in questi vasi!
    Le piante di pomodoro questa estate hanno già prodotto circa 50 pomodorini e hanno circa 30 pomodori verdi e molti fiori.
    Che cosa succederà ora? i pomodorini quando matureranno potranno essere mangiati o quell’acqua con detersivo li ha resi quasi tossici e che non andrebbero più mangiati? come posso fare per salvare il raccolto e la terra con i vasi pieni di quest’acqua con detersivo?

  8. Ciao a tutti.
    Qualcuno mi saprebbe dire perchè le foglie dele zucchine si macchiano di giallo e poi si seccano??
    Avevano un sacco di fiori….si sono seccati..ora ha degli altri. Cosa sarà mai?’ Un fungo? Un parassita che magna la linfa??
    Grazie a tutti anticipatamente!!

    • Ciao Davide,
      probabilmente le tue zucchine sono state attaccate da una micosi, la peronospora. C’è di buono che le zucchine sono tipette a dir poco vigorose e producono velocemente foglie di “rimpiazzo”. Elimina dunque le foglie più macchiate in modo che il fungo non si diffonda e utilizza un funghicida.

  9. ho una pianta di pomodori rotondi piu’ grandi dei cigliegini.
    la pianta era ad innesto per essere piu’ forte.
    i pomodori sono nati ma presentano in basso una macchia pudrefatta verde/grigio.
    perche’? troppa o poca acqua? mancanza di calcio?
    il terriccio usato e’ quello in sacchetti per i fiori e sta in un vaso 50×50 circa.
    grazie se vorrete aiutarmi

    • Anna, la letteratura dice che il marciume apicale del pomodoro si verifica a causa di squilibri idrici, cosa che, con queste temperature un po’ folli, può diventare difficile da controllare. Si tende a bagnare troppo. Prova a dare l’acqua in modo più regolare (sia come tempi che come quantità): dovrebbe aiutare.

  10. Ciao, ho piantato i cuore di bue a fine maggio in vasi sul terrazzo. sono cresciuti bene, fanno tanti fiori ma nessun frutto, come mai ? i fiori si aprono e poi si richiudono..

    • Ciao Cry,
      se le piante sono sane, a volte la cascola dei fiori avviene quando le temperature sono troppo alte: quest’anno capiterà facilmente! Ma dovrebbe risolversi con l’arrivo di qualche giornata fresca.

  11. ho i pomodori in terrazzo per la prima volta… crescono…crescono…e ho visto i primi pomodorini, solo che ho molte foglie bucate… chi è che me le mangiucchia? che posso fare?

  12. ciao michela.
    io metto sempre il basilico piantato a fianco alle piante di pomodoro,cosi facendo tengo parassiti pidocchi o altro lontano,prova magari vedi il migliramento anche se penso che dovresti tagliare le foglie mangiucchiate,le mie sono 6 piante di pomodoro costoluto sono altissime e piene di fiori ho gia 10 pomodori,l’unica cosa è che qualche fiore si secca prima “qualcuno sa perchè?”altra domanda cosa sono le femminelle ?

  13. ciao cry hai messo un po di concime di solito hai primi fiori si dovrebbe mettere pco però altrimenti bruci la pianta mischialo sotto la terra piano senza ompere le radici poi il processo della crescita del fiore è “si apre si richiude e si riapre con una pallina ,quello è il pomodoro”

  14. Salve, è la prima volta che faccio l’orto in terrazzo.
    Ho uno stupendo grande vaso ricco di basilico e, affianco, un’altro grande vasocon 8 piantine di pomidoro ciliegino.
    Quest’ultima è piena di fiori e di pomodorini verdi.
    Con questo caldo, innaffio ogni 2 giorni e prevengo spruzzando sulle foglie acqua ramata.
    Sto vedendo, però che i pomidorini, rimangono sempre della stessa dimensione (o crescono moooolto lentamente) e non vanno in maturazione… è normale?
    Quanto tempo ci vuole, generalmente, perché un pomidoro maturi?
    Grazie e ciao.
    PS: il terreno è composto da terra universale, concime in polvere e terreno da orto (l’argilla esansa l’ho comprata dopo e non l’ho potuta mettere)

  15. inizio maggio ho piantato 2 piantine di zucchine in un vaso di 30 cm di diametro alto cm 30cm. inizialmente ha fatto molti fiori che io tutti i giorni raccoglievo fino a metà giugno, dopo di che le foglie crescevano sempre più piccole e i frutti cresciuti 4 o 5 cm diventavano gialli e quindi si appassivano ad oggi (inizio agosto) non ho mangiato nessn frutto mi sapete dire perchè? grazie

    • Ciao Tommaso,
      le piante di zucchina producono fiori femminili e fiori maschili. Tu li hai raccolti tutti quindi non hai dato ai fiori femminili il tempo di essere impollinati dal polline di quelli maschili per poter produrre i frutti. Per evitare questo problema, la prossima volta ricordati di raccogliere solo quelli maschili, lasciandone uno o due per pianta, in modo da non compromettere la produzione degli ortaggi.

  16. Ciao scusate.. Ma una volta che i pomodori sono stati raccolti la pianta ne fa altri? O muore?. Ovviamente parlo della pianta gia’ cresciuta circa due metri.. Mi chiedo se continua a fare frutti

  17. vorrei sapere se le piantine dei miei pomodorini in vaso devo rimuoverle ora che siamo in inverno o potarle nella speranza che il prossimo anno rifioriscano?grazie

  18. articolo molto interessante, grazie mille, avevo intenzione questa primavera di provare a fare i pomodorini e anche le zucchine, l’estate scorsa mi sono avventurata per la prima volta nella coltivazione in vaso, successo con fragole (son partita da 4 piantine ed ora ne ho ben 11!) e ho mangiato fragole fino al mese di ottobre 😀 basilico e ho fatto una bella ed abbondante scorta di pesto ed anche il cartamo, dal quale ho ricavato lo zafferano selvatico 😛 col cartamo è stato proprio un esperimento, non sapevo se avrebbe fruttato o meno, invece è stato un grandissimo successo e quest’estate ne pianterò ancora di più in modo da avere più produzione, ma ho intenzione di partire con una o due pantine di prova con zucchine e pomodorini e spero di avere successo anche grazie a questo bellissimo articolo e a tutti gli utilissimi commenti che ho letto ^_^

  19. Ho sul balcone all’esterno quattro vasi(1m.x40cm) ed avevo intenzione di utilizzarli per piantare pomodori ciliegini.
    Siccome i vasi sono all’esterno ed abito al 1° piano, quando quelli di sopra lavano i balconi è ovvio che mi cade tutto nei miei vasi, se è acqua normale va bene, ma se è acqua e detersivo non so se può inquinare le piante e renderle periciolose per la salute.
    Devo rinunciare al mio hobby?
    Grazie

    • Ciao Francesco,
      capisco benissimo il tuo problema, è purtroppo piuttosto comune nei condomini 🙁
      E di sicuro tensioattivi e altra chimica, oltre allo sporco – non sono certo un nutrimento consigliabile per le tue piante di pomodoro.
      Non vedo molte soluzioni se non spostare i vasi… 🙁

  20. Grazie molto
    per la risposta, i vasi non si possono spostare perchè sono fissi al telaio del balcone, ma piu’ che per la riuscita(è un hobby), sono preoccupato se per caso il frutto che dovesse uscire mangiandolo è pericoloso per l’organismo.
    Comunque oggi ho effettuata la piantagione di 6 piantine vedremo cosa succede a Luglio.
    Nel vaso ho messo il concime comprato( consigliato dal venditore ma non so come si chiama), siccome ho due gatti che di solito bevono l’acqua che scola dai vasi può essere nocivo?
    Mia moglie per evitare problemi mi ha consigliato di mettere lo stallatico.
    Il concime va messo nel vaso periodicamente o solo una volta all’inizio della piantagione.
    Ogni quanto tempo vanno innaffiati i pomodori?
    Grazie

    • Lo stallatico nella buca in fase di impianto va benissimo, sua moglie ha ragione.
      Ogni quanto innaffiare dipende dal clima: se fa caldo anche due volte alla settimana, sempre che non si arrivata prima la vicina con il detersivo…

  21. Daniela
    grazie per la collaborazione, non mi hai precisato però se il concime devo metterlo solo all’inizio dell’impianto o periodicamente, e poi per evitare parassiti mi consigli di irrorare le foglie con qualche prodotto se possibile non nocivo per i gatti.
    grazie

    • Francesco,
      lo stallatico va messo nella buca d’impianto, poi si possono usare concimi liquidi ad intervalli regolari.
      Ma se posso permettermi, noto che ti stai preoccupando più del tuo gatto che di te stesso…
      Pomodori conditi con acqua sporca dei vicini non sono una buona idea, per conto mio. Piuttosto metti delle piante ornamentali da fiore in quelle belle fioriere!

  22. Salve a tutti/,bellissimo questo sito, anch io ho avuto l idea di coltivare vari ortaggi sul mio balcone,ho del basilico ,insalata di due tipi,corbezzolo,zucchine,asparagi coltivati e selvatici,rucola,due tipi di pomodoro,ribes nero e rosso,lampone,fragoline di bosco e fragole normali!! Solo che sto notando belle foglie mangiucchiate,mi sapreste dare qualche consiglio su cosa usare?

    • Ciao Giovanna,
      in questi giorni molte piante vengono attaccate da bruchi golosi delle foglie: considerato che si tratta di ortaggi, il rimedio di preferenza dovrebbe essere biologico. Ne esistono anche di casalinghi, che fanno uso di aglio macerato e peperoncino: in Rete trovi moltissime “ricette”.

  23. Ciao! Ho tre piantine di pomodorini che stanno crescendo abbastanza velocemente. Purtroppo ho fatto l’errore di metterle tutte e tre nello stesso vaso ( misura all’incirca 80×20 credo) e quindi ora mi sembrano soffrire un po’ troppo la mancanza di spazio. Vorrei sapere se ora è troppo tardi per spostarne almeno una (idealmente quella di mezzo) considerando che ci sono già i fiori e due pomodorini. Se si, come devo effettuare questo trapianto senza traumatizzare le piante? Grazie!

    • Ciao Silvia,
      sì, 80×20 è veramente poco per 3 piante di pomodori. Fortuna che il meteo ti è favorevole in questa operazione, a causa delle continue piogge, perfette per fare semine e trapianti. Meglio fare l’espianto e il trapianto contestualmente: basta che tagli un quadrato di terra intorno alle radici formando così una zolla che cercherai di tenere il più possibile intatta mentre la sollevi e la trapianti nel nuovo vaso. Fai questa operazione in una giornata senza sole oppure, se da te il sole c’è, verso sera quando fa fresco o mattina presto. Nel nuovo vaso (e per colmare il vuoto lasciato in quello precedente) usa terriccio universale o per piante da orto, con una buona manciata di stallatico (si trova in tutti i garden) per nutrire al meglio la piantina. E finito il tutto, annaffia con generosità fino a quando l’acqua non scorre dai buchi sul fondo. Lascia la piantina un pochino riparata i primi giorni e poi esponi al sole 😉

    • Ciao Valentina,
      per la coltivazione in vaso è sempre meglio scegliere varietà di pomodoro con frutti piccoli (datterino, ecc.): sono robuste e non richiedono tanta terra per svilupparsi al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *