Striscia contro il killer delle palme, il punteruolo rosso

Il buffo inviato di Striscia la Notizia indaga sulla morte di centinaia di palme nel nostro paese attaccate da un nemico infido, il Punteruolo Rosso. Si tratta di un coleottero che ne divora il cuore deponendo centinaia di uova e lasciando che le grosse larve scavino tunnel all’interno del tronco e alla base legnosa delle foglie.

L’attacco è talmente massiccio da aver sfigurato i viali di molte coste italiane. Nella puntata del 26 ottobre Capitan Ventosa mostra da vicino gli impressionanti danni creati da questo insetto sulle palme di Pescara. CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

9 risposte a “Striscia contro il killer delle palme, il punteruolo rosso

  1. Comunque ci sono cose molto più belle, oltre alle palme malate, nella mia Regione e soprattutto a Pescara, noi abbiamo anche la \"Bella Addormentata\" (costituita da un insieme di montagne) unica nel suo genere che presto metterò sul mio sito!!!!!!!! 🙂
    Ciao!!!!

  2. vergogna!!! sono ANNI che le palme vengono lasciate morire per l’incuria di chi di competenza! le città non sono “modificate” ma bensì sfregiate! è un problema che doveva essere sollevato al principio, le città colpite ormai sono irrimediabilmente mutilate.

  3. Ciao Daniela, un po’ che non lascio commenti…io non ho palme, ma in compenso ho parecchi alberi lungo le strade che sono lasciati a morire così.Oltrett più diventano grossi, più son pericolosi una volta malati, visti i temporali che vengono e come facilmente cadono!
    Cmq, ti volevo segnalare un’iniziativa: oggi è il Paper Free Day (qui un video che racconta cos’è http://www.youimpresa.it/video/monitor/paper-free-day), magari lo sapevi già però ti avvisavo…
    Non che cambierà la vita, però è sempre un piccolo aiutino all’ambiente, no? 😉
    Ciao! 🙂

  4. Punteruolo Rosso ora si può fermare.
    Soluzione completamente bioecologica, è in fase sperimentale in diverse regioni Italiane, ha già avuto ottimi risultati, si tratta di un sistema denominato “Quantum Palma” che utilizza frequenze magnetiche assolutamente innoque per le persone. Lo studio ha portato alla realizzazione di un dispositivo, il Quantum Palma che, operando a livello frequenziale su un piano di energie sottili magnetiche e in fisica quantistica, è in grado di mantenere la giusta polarità magnetica della pianta, impedendo così al parassita di avvicinarla per infestarla.
    Maggiori informazioni le trovate nel sito: http://www.freebioenergy.it

  5. Sono terribilmente nel dubbio, salvare la pianta o il punteruolo rosso? Mi spiace far morire un essere vivente semplicemente perché la palma viene impiantata in un Habitat non favorevole diventando così vulnerabile e quindi facilmente attaccabile. Inoltre ho letto che le uova del punteruolo sono ricche di ferro potrebbero essere usate come rimedio naturale per combattere l’anemia.

  6. Ma cambiare pianta no?
    Trovo ridicolo sentir parlare di “disastro”, di “killer delle piante” e di “gravissimo problema” quando quello che fa è rovinare i nostri carissimi lungomare, mentre noi stiamo mandando in vacca l’intero pianeta. Credo sia meglio fare servizi sul vero parassita più pericoloso in circolazione.

  7. non riesco a capire certi commenti…
    la phoenix canariensis è la palma più bella al mondo, o una delle più belle niente a che vedere con gli orribili cocos plumosa che ne stanno prendendo il posto, un esemplare di phoenix di 70- 80 anni ecc.. è un monumento va salvaguardato, quando una serie di monumenti vengono persi mutilando i paesaggi è sempre una cosa triste, sopratutto perchè evitabile, amabectina per via translaminare due volte l’anno per endoterapia e punteruolo game over, per le palme sane, dendrochirurgia apicale e amabectina per salvare piante maate fino al 3° grado.

  8. Sono un agricoltore siciliano e da un anno circa curo le mie palme attaccate dal punteruolo rosso. In quest’anno penso di avere intuito il modo di diagnosticare l’attacco del punteruolo rosso analizzando visivamente i rami della palma. Intervenendo prontamente la palma può esser difesa da quell’attacco. Alla fine di Agosto guardando i rami della palma ho capito che c’era un nuovo attacco. Guardando da vicino ho trovato di nuovo il punteruolo. Prontamente ho ripreso la cura a base di insetticida l’indomani ho trovato due punteruolimorti. Per quanti volessero contattarmi la mia mail – salpicci50@alice.it Salvatore Piccolo -Carlentini – SR – Sicilia.
    PS
    Non esiste un intervento risolutivo ;
    Dopo aver scongiurato un attacco ne può arrivare un’altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *