Per la moda di primavera Valentino organizza un garden party…

Abiti a fiori per la primavera? A prima vista sembrerebbe la proposta più scontata, quasi banale. Eppure, ad ogni nuova collezione primaverile gli stilisti riescono a trovare soluzioni sempre diverse per questo trend che è diventato ormai irrinunciabile dopo i lunghi mesi invernali e ogni maison ce ne dà la propria personale interpretazione. Da Valentino arriva una capsule collection chiamata Garden Party dove i fiori, pur sempre presenti nelle collezioni firmate da Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, diventano invece il motivo predominante.

Questa piccola collezione comprende abbigliamento daywear, t-shirt couture, ma anche raffinatissimi abiti da cocktail e da sera ed è completata da una serie di accessori a tema.

L’ispirazione floreale viene declinata in stampe sfumate che dal dark liberano una fantasia da bosco incantato oppure si rivela con preziose applicazioni tridimensionali di petali e fiori ma anche con raffinatissimi ricami.

Le borse riprendono i motivi freschi e leggeri su morbida seta stampata ma ci sono anche proposte in pelle beige con applicazioni in nappa di fiori dai colori soft e modelli in paglia naturale intrecciata ricoperta sempre da fiori in una palette dai toni pastello.

Nella collezione non mancano ovviamente le scarpe dai colori neutri o in un bellissimo verde bosco, leggerissimi boots con fiori di satin applicati e sandali perfettamente in tono con le borse.
 
Da Valentino però ci si aspetta sempre un tocco di rosso… Eccolo presente in un’altra mini-collezione, la Valentino Garavani Flowerland che comprende borse e piccoli accessori in taffetà ad effetto verniciato, ombrelli e stivali da pioggia in pvc.

Modelli diversi per esigenze diverse, accomunati dalla stessa fantasia a rose rosse sfumate, tutta colore ed allegria, dove l’eleganza si coniuga con la praticità.

Qui il sito di Valentino: www.valentino.com

Luisella Rosa

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *