Orto-balcone: la pergola mangereccia

Avete un balcone stretto e lungo e pensate che il vostro orto sul balcone in spazi così ridotti farà fatica a decollare? Se lo pensate, è perché non avete mai visto il balcone del Sig. Benny Villar. Benny è filippino ed è arrivato da poco in Italia per lavorare, quindi ha un piccolo appartamento fuori città nella cintura esterna di Milano. Ma vivere in tutto quel cemento non rispondeva alla sua voglia di verde, quindi sul balcone coltiva piante da orto. E per agevolare la raccolta e rendere praticamente totale la copertura verde, con della rete ha creato una vera e propria pergola mangereccia!

Benny ha dovuto subito affrontare un problema quando ha deciso di rendere verde il suo balcone: è lungo ma stretto, come nella migliore tradizione urbana… Pochissimo spazio per i vasi… E quindi? Ecco la soluzione: usare fili d’acciaio come sostegno e piante da orto rampicanti.

Meglio scegliere le orticole dalla crescita in assoluto più veloce, visto che cresceranno solo quando fa caldo: cetrioli e zucchine, ottime scelta ma… una ancora più veloce? Benny ha scelto la zucca amara, un’orticola estremamente apprezzata soprattutto in Oriente. E per aiutarla a crescere anche quando la luce naturale viene meno, qualche lampadina appesa alla rete: perfetta anche per godersi il balcone di sera tardi!

  

A vederli, i frutti di Momordica charantia, detta zucca o zucchina amara, sembrano più degli strani cetrioli a dire il vero: sodi, di un bel verde bosco, bitorzoluti e allungati. Alla pianta basta un sostegno, acqua e il pieno sole per poter crescere ad un ritmo impressionante e produrre  foglie di un bel verde brillante e frutti pronti da consumare. Benny raccoglie dal suo balcone le zucche amare come anche i fiori di zucchina, che abbiamo visto in bella mostra pronti da mangiare quando gli abbiamo fatto visita, attratti dal suo incredibile balcone.

  

Dalla pergola penzolano anche altri curiosi vegetali: sono lunghissimi fagiolini, gli “snake beans”, da cuocere e poi mangiare in insalata. Benny ci assicura che sono una vera delizia, dolcissimi. E ci dice che non solo i frutti della zucca amara sono ottimi, ma anche le sue foglie si mangiano: stufate con un pò di cipolla sono perfette contro il diabete, ci assicura. Insomma, una pergola mangereccia che, oltre che alla tavola, fa bene pure alla salute! In autunno le orticole muoiono e si raccolgono gli ultimi frutti, ma Benny tiene i semi: l’anno prossimo sarà pronto a ricominciare, senza spendere neanche un euro… Assolutamente da copiare 😉

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *