Una casa a due piani creata da alberi di ciliegio

La pazienza è una dote indispensabile per un buon giardiniere e al Politecnico di Milano per realizzare un nuovo progetto verde ce ne vorrà davvero tanta… 60 anni circa! Stiamo parlando di un workshop tenuto appunto presso l’università milanese dai designer svedesi di Visiondivision che, insieme ad un gruppo di studenti del Politecnico, hanno posto le basi del progetto chiamato appunto ‘The Patient Gardener’. Si tratta di realizzare una struttura a due piani perfettamente fruibile, utilizzando  come materiale da costruzione dieci alberi di ciliegio giapponese. Sotto forma di legno? No, viventi.

Il singolare ‘edificio’ crescerà letteralmente secondo il ritmo della natura, ma verrà modellato dall’uomo tramite curvature, potature ed innesti fino ad ottenere delle forme architettoniche di ‘green design’. I dieci alberi di ciliegio sono perciò stati piantati ad uguale distanza tra loro su una circonferenza di 8 metri, con al centro una torre di legno temporanea che servirà inizialmente come guida per la costruzione vivente, tramite una serie di corde.

Sei piante, curvandosi, formeranno le pareti a cupola del rifugio, mentre le altre quattro saranno destinate a trasformarsi in scale che porteranno al piano superiore. Ma non è finita qui…

E’ prevista anche la realizzazione di una zona pranzo arredata con mobili viventi, secondo la tecnica chiamata arborsculpture: alberi di prugno formeranno le quattro sedie attorno ad un tavolo dove, accomodandosi, si potranno persino raccogliere i frutti che cresceranno sui rami-spalliera. Sempre al piano terra ci saranno anche delle accoglienti poltrone la cui struttura in cartone verrà riempita di terra e ricoperta d’erba.

Anche il piano superiore accoglierà delle sedute composte da sacchi, riempiti di paglia, terriccio e semi che, germogliando ricopriranno l’intera superficie. Poichè la realizzazione di questo affascinante progetto richiederà circa 60 anni, è stato elaborato anche un piano di manutenzione e di istruzioni da tramandare ai vari studenti-giardinieri negli anni a venire.

Se saremo pazienti (ehm, moolto pazienti), la natura ci regalerà un rifugio  ecologico, completamente riciclabile, eticamente corretto, senza spreco di materiali…

Altre info sul sito: www.visiondivision.com

Luisella Rosa

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

5 risposte a “Una casa a due piani creata da alberi di ciliegio

  1. @ Diego
    Le piante del genere Prunus, al quale appartengono i 10 ciliegi giapponesi (Prunus serrulata) utilizzati per il progetto, sono da tempo impiegate nella Arborsculpture.
    Non ho avuto la possibilità di consultare il piano di manutenzione redatto per i prossimi 60 anni ma immagino che in esso siano stati previsti anche eventi infausti 😉
    Se avremo ulteriori info te lo faremo sapere,
    Ciao!

  2. Una inutile e COSTOSA forzatura della natura. Lo stesso effetto si può ottenere con una struttura lignea e piante rampicanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *