L’alveare di città di Philips

Gli alveari di città sono una realtà in via di espansione. L’esempio più eclatante è quello di Parigi: il progetto ‘Parti Poétique’ di Olivier Darnè, divenuto ormai famoso con il suo pluripremiato ‘Miel Béton’ (letteralmente ‘Miele Cemento’) e la sua Banque du Miel (Banca del Miele),  come del resto il più recente miele ‘griffato’ prodotto dalle arnie che la Maison Louis Vuitton ospita sul tetto della sua boutique parigina di rue du Pont-Neuf. Lo stesso avviene nella city di Londra, dove si produce miele sul tetto della Borsa inglese. Insomma, è innegabile che la moda dell’alveare di città si stia rapidamente diffondendo ed è proprio sull’onda di questo trend che si inserisce l’Urban Beehive di Philips. Il suo avveniristico alveare urbano dovrebbe consentire a chiunque di produrre il proprio miele senza avere neanche un balcone…
 
A partire dal design, Urban Beehive appare come un alveare non convenzionale ed è costituito da due parti. Va collocato sul vetro di una finestra, ponendo all’esterno la parte provvista di un contenitore per una pianta e del foro di entrata per le api,  mentre sul lato della finestra all’interno della casa viene posto l’alveare, che consiste in una sorta di bozzolo di vetro trasparente color arancio, attraverso il quale è possibile osservare la vita dell’alveare stesso. L’interno dell’alveare è dotato di una serie di telai a cellette che permettono alle api di costruire i favi di cera.

Si tratta di un progetto interessante, anche se va testato “sul campo” per verificare l’efficienza di tutti gli aspetti, dalla ventilazione interna alla manutenzione casalinga, tasto delicato nel contesto domestico. In questo senso alcune associazioni di apicoltori hanno offerto in Rete la propria collaborazione allo scopo di migliorare il progetto e le sue potenzialità. In ogni caso non ci si improvvisa apicoltori dall’oggi al domani, quindi vale sempre il consiglio di farsi aiutare da un amico esperto. L’Urban Beehive fa parte del Microbial Home Design, un progetto molto vasto ed articolato di ecosistema domestico in cui Philips propone nuove soluzioni attuabili all’interno della propria casa con l’intento di rispondere alla sempre più diffusa esigenza di uno stile di vita ecosostenibile anche in ambiente cittadino.

Volete approfondire l’argomento? Ecco dalla Rete qualche link utile:
– Il progetto parigino Parti Poetique
Philips Urban Beehive e la sua community Designprobes.ning.com
The Microbial Home Probe Project

Luisella Rosa

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *