Nascono i “rifugi” per le piante orfane. Grazie a Facebook

Avete piante che non volete più tenere? O dovete traslocare e non potete più averle? Da qualche tempo c’è un’alternativa interessante per evitare la crudeltà di farle finire nel cassonetto. E l’idea viene da un comune cittadino, Karen Susan Hefti, che si è trovata nella necessità di trovar posto alle piante della mamma scomparsa. Da qui ha pensato: “Perché non creare un luogo dove portare queste piante in modo che chiuque possa adottarle?” E il Comune di Milano ha trasformato l’idea in una realtà: e così sono nati i “Rivivai”. Grazie alla pagina “Copia e Incolla” aperta su Facebook…

Di che si tratta? “Copia e Incolla x Milano” è una pagina nata grazie al progetto di Chiara Bisconti, Assessore alla Qualità della vita, che raccoglie le idee migliori postate da cittadini che le hanno viste applicate ed apprezzate in altre città o paesi. Tra le tante, quasi 2mila, l’idea di Karen Susan, di creare dei luoghi dove portare le piante abbandonate (o per la morte del proprietario o per altri motivi) si è concretizzata in tre “rifugi” completamente gratuiti: in via Van Gogh al Parco Lambro, in via Giorgi 31, e nelle serre della Scuola Rinnovata Pizzigoni in via Castellino da Castello 10. In questi luoghi ci si prenderà cura delle verdi orfanelle, in modo da rimetterle in forma: potranno poi essere prelevate da chiunque vorrà “adottarle”. Anche i bimbi della scuola prenderanno parte alla cura delle piante che verranno consegnate dai cittadini. Se dunque dovete disfarvi di una pianta, non abbandonatela: se la porterete al “rifugio”, potrà trovare presto una nuova casa. Niente male come idea! 😉

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *