Caduta alberi per neve? Si possono chiedere i danni

Secondo l’Unione Nazionale Consumatori, se gli alberi delle città fossero stati oggetto di potature periodiche si sarebbero potuti senza dubbio limitare i danni. Allo spettacolo delle città imbiancate – dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’UNC – è seguito quello desolante che ciascuno ha potuto osservare a causa della carente manutenzione comunale: numerosissimi i rami di alberi caduti sotto il peso della neve che giacciono sul ciglio di strade e marciapiedi o che, ancor peggio, hanno danneggiato le vetture di cittadini colpevoli solo di averle posteggiate all’aperto”. 

Considerato che il Comune è custode dei beni demaniali ed è responsabile dei danni causati ai sensi dell’art. 2051 del Codice Civile, ricorda Dona, “chiunque abbia subìto dei danni a causa della forte nevicata dei giorni scorsi può quindi attivarsi al fine di chiedere il risarcimento nei confronti del Comune”.
“I cittadini – conclude l’Avvocato Dona – possono chiedere l’intervento della Polizia municipale, della Polizia stradale o dei Carabinieri, in modo tale da far rilevare il danno; è inoltre bene che scattino alcune foto sul luogo e scrivano una diffida a mezzo raccomandata A.R. al Comune chiedendo il risarcimento dei danni subìti”.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

11 risposte a “Caduta alberi per neve? Si possono chiedere i danni

  1. A seguito denuncia (corredata da fotografie) inoltrata al XX municipio per risarcimento dei danni causati alla mia vettura dalla caduta di un pino durante la recente nevicata, le Assicurazioni di Roma mi ha risposto in data 16.04.2012 che non poteva aderire alla mia richiesta in quanto:

    “l’evento verificatosi, causativo dei danni subiti, è ascrivibile in seguito ad un evento naturale di “eccezionale entitò e portata – imprevisto ed imprevedibile e di per se sufficiente a determinare “l’accaduto – tale da escludere ogni responsabilità del nostro assicurato”

    Premetto che il pino non veniva potato da svariati anni quindi pieno di rami secchi, era alto decine di metri, è stato letteralmente scalzato dal suolo, le radici erano superficiali, ed uno dei fattori causa dell’evento è che l’attigua fontanella, situata a circa 2 metri dal detto albero, disperde la sua acqua sul terreno circostante causando naturalmente un allentamento del terreno che non trattiene più le radici.

    I danni suviti possono ammontare a circa 1.000 euro.

    Come devo comportarmi?

    Grazie per la collaborazione.

  2. Idem con patate. Si difendono definendo la nevicata evento eccezionale. Come se ci fosse stata una improvvisa era glaciale. Una notte di neve basta e avanza per Pini mal potati. Cosa dobbiamo fare? Le assicurazioni non possono risparmiare su queste cose, è vergognoso! Un aiuto prego. CI dobbiamo rivorgere all’adconsum? All’avvocato? Al TAR? Al giudice di pace? Grazie in anticipo

  3. stessa risposta pervenuta dall’assicurazione in data 05/06/2012 danno 4.850 € automobile 4 mesi di vita !! potete dirmi a chi rivolgermi ? grazie

  4. Seguo queste casistiche di danno: le Assicurazioni negano qualsiasi risarcimento, adducendo l’evento eccezionale. Ma insistendo, e procedendo con la mediazione prima, e con la causa poi, almeno un 50% (e spesso anche il 100%) di rimborso si ottiene sempre. A disposizione per ulteriori informazioni.

  5. Anche io sono stato danneggiato al secondo municipio. Un “alberello” di Villa Ada è piobato sulla mia Golf. Non ho ancora ricevuto risposta né dal Comune da Assicurazioni di Roma. Vi terrò aggiornati. Io sono avvocato e senza esitare, in caso di diniego, farò causa. I miei danni ammontano ad € 5.000,00.

  6. Non impelagatevi in infruttuose spese legali. La neve impiega molto tempo prima di appesantire i rami di una albero e causarne la loro rottura. Tempo più che sufficiente perchè voi possiate capire il rischio che la vostra auto corre e di conseguenza spostarla. Se non lo fate venite meno ad uno dei principi basilari del diritto civile ossia quello del buon senso (del padre di famiglia).

  7. Sono totalmente d’accordo con Luca. La diligenza del buon padre di famiglia avrebbe dovuto indurre i proprietari delle auto non solo a toglierle da sotto gli alberi appena è iniziato a nevicare, ma addirittura a non parcheggiarle. Secondo una costante giurisprudenza è ravvisabile nella fattispecie il “caso fortuito” di cui all’art. 2051 c.c.
    Domani arriva a Roma il ciclone “Cleopatra”. State attenti a dove parcheggiate!!! I dani non li risarcirà nessuno….

  8. Luca e roberto dove abitate? Siete consapevoli che a Roma togliere la macchina da un parcheggio equivale a non trovarne altri? Siete consapevoli che la cattiva manutenzione degli alberi (potatura) da parte del Comune ha fatto si che dei rami sono caduti dopo pochissimo tempo dall’inizio della nevicata? Avete pensato che uno non sta tutto il giorno in contemplazione della propria auto valutando eventuli rischi di caduta di rami?

  9. Salve, il mio e un caso un pò diverso, il 31/10/2012 stavo tornando a casa con la mia vettura durante una nevicata, durante il tragitto e crollato un albero che ha colpito il mio mezzo, fortunatamente sono riuscito a evitare un disastro ma il parabrezza é stato danneggiato pesantemente. Ho fatto richiesta danni al comune di competenza perchè l’albero era a pochi metri dalla strada e ovviamente non era stato tolto come prevede la normativa per le strade. Dopo circa 20 giorni mi mandano da un perito a valutare il danno (avevo fatto anche delle foto dell’incidente la sera stessa), il perito mi riconosce il danno, così come il comune. Quando arriva il momento di liquidare l’assicurazione mi dice che non possono più procedere perchè l’albero era su un terreno che non apparteneva al comune e pertanto non sono coperti per un tale danno… Chiamo il comune e di tutta risposta mi viene detto che non sanno cosa dirmi. Vorrei sapere di chi è la responsabilità? sono 3 mesi che in comune vige un ordinanza che se i proprietari terrieri non potano o eliminano le piante potenzialmente pericolanti vicino ai margini della strada saranno multati e il Comune si occuperà di eseguire i lavori mandano poi il conto all’interessato. Cosa che ovviamente non hanno fatto.

  10. Buongiorno a tutti, qualcuno ha risolto qualcosa?
    Io ho provato con la conciliazione, ma niente anche lì. Adesso sato raccogliendo le foto dei rami e degli alberi che cadono anche con le belle giornate di sole qui nel mio quartiere a Roma Sud, dove di neve ne fece veramente poca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *