A febbraio un matrimonio in blu con gli anemoni

Il blu è un colore insolito per un matrimonio, ma affascinante per la sua freschezza. Spesso però si associano i fiori blu solo alla “bella stagione”. Invece è proprio durante i mesi ancora freddi che si trovano dal fiorista gli anemoni blu, tra i fiori più intriganti che ci siano per un bouquet dalle atmosfere non ancora pienamente primaverili. Non solo: l’anemone è un fiore tipicamente Made in Italy, ci dice la Coldiretti,  prodotto direttamente in Italia nelle serre della Versilia. Ha dunque dalla sua due grandi punti a favore: costo contenuto, che nel conto di un matrimonio non è cosa da poco, e una bellezza assolutamente irresistibile, aumentata dal fascino tutto speciale di una tinta decisamente rara e ricercata in natura. 

L’anemone (Anemone coronaria) poi non esiste solo in blu o viola, ma anche in rosso, in un fucsia acceso, per non parlare, per chi ama le tinte più delicate, di quello bianco dall’aria antica con un cuore nero che lo rende simile ad un quadro. Qualsiasi sarà il colore, potete sceglierlo in due “versioni”: una semplice, con un unico giro di petali e l’altra, più ricca e sontuosa, a fiore doppio. I suoi gambi spessi e carnosi lo rendono un fiore resistente che si utilizza benissimo nei bouquet e quel contrasto del colore acceso dei petali con i vistosi stami neri al centro della corolla lo distinguono nettamente da altre specie, rendendolo prezioso per un addobbo fresco e inusuale.

Il suo blu intenso possiamo associarlo con il giallo caldo dei ranuncoli, l’energetico arancio o il bianco candido dei tulipani o un sorprendente verde mela (per esempio quello dei fiori di orchidea Cymbidium o Dendrobium), oppure optare per le tonalità più violacee, scegliendo fra rose in sfumatura lilla, profumati giacinti azzurri e piccoli muscari: di certo sarà un colpo d’occhio che i vostri ospiti non potranno dimenticare!

Ma perché gli anemoni costano poco a febbraio?
Perché l’anemone ama il fresco. Non richiede dunque alte temperature per fiorire al meglio: riduce dunque la spesa del gasolio, di cui si è impennato il costo, necessario per far funzionare i bruciatori che riscaldano le serre dei florivivaisti che lo producono. Scegliendo gli anemoni per un matrimonio in questo periodo quindi spendiamo poco, facciamo un figurone e allo stesso tempo diamo anche una mano alle serre italiane!

Share on Facebook0Share on Google+2Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *