Renzo Piano progetta la Città della Salute verde: i pazienti guariranno tra orti e parchi

Verdissimo il progetto dell’Ospedale nuovo di zecca che Renzo Piano ha presentato ieri, 18 dicembre, a Sesto San Giovanni, dove sorgerà la Città della Salute, il nuovo polo sanitario milanese che vedrà unirsi insieme i due Irccs Besta e Istituto dei tumori nelle ex aree Falck. Circa 205mila metri quadrati per ospedale e attività sanitarie ambientati in 450mila mq di parco con 10mila alberi piantati tra tigli, querce e olmi. “Si tratta di uno spazio enorme – spiega Piano – Ci sarà un grandissimo parco, perché è giusto che un ospedale sorga in mezzo al verde. Gli alberi contribuiranno anche a ridurre di 1-2 gradi la temperatura durante l’estate. Pianteremo 10mila alberi e nel lato nord pensiamo anche di realizzare orti terapeutici e frutteti“. Insomma, uno spazio dedicato ai pazienti in cui però il percorso di guarigione passa anche dalle piante e dal giardinaggio. 

Un tipo di verde diverso, non solo legato alle passeggiate tra prati, fiori e alberi ma anche all’effetto positivo degli orti, dove i degenti che sono in grado di farlo e lo vogliono possono seguire la coltivazione di pomodori, zucchine e insalate che poi potrebbero ritrovarsi nel piatto, senza rimpianti, ne siamo certi, per il classico “menù ospedaliero”. Anche i tavoli delle stanze saranno dotati di panorama verde, in una sorta di ‘bowindow’ affacciato sul verde esterno. Un verde concepito come “metafora della guarigione” in cui il paziente è al centro, secondo i dettami di Umberto Veronesi.

UN OSPEDALE  A RISPARMIO ENERGETICO
Verde sì, ma anche ecologia. L’ospedale progettato da Piano sarà un edificio a basso consumo energetico di tre piani  (massimo 18 metri di altezza) con tetti verdi o a pannelli solari. Al piano terra ci saranno ambulatori e day hospital, nel sottosuolo le sale operatorie e la parte diagnostica, e nei tre piani superiori la degenza. Confermati i posti letto attualmente attivati presso gli Irccs Besta e Tumori (rispettivamente 610 e 660). Curata anche la logistica per facilitare l’accesso alla struttura: a poco più di 100 metri di distanza ci sarà la nuova stazione di Sesto, fatta a ponte, dove passeranno treno e metropolitana. Verranno costruiti 850 posti auto per i dipendenti e 650 per gli utenti.

CITTA’ DELLA SALUTE: LA GARA E I LAVORI
Entro gennaio 2013 ci sarà l’avvio delle procedure di gara; conclusa la bonifica, a primavera 2014 è previsto l’avvio del cantiere ed entro la fine del 2017 la conclusione dei lavori. Infine, il trasloco e la messa in esercizio delle attività sanitarie avverranno nel secondo semestre del 2018. Formigoni ha sottolineato che “anche in questo momento di tagli feroci dello Stato sulla sanità” in Lombardia nasce “il più grande progetto sanitario italiano”, mentre l’archistar Piano ha dichiarato che la Città della Salute sarà “uno dei cantieri più belli della mia vita”.

HEALING GARDEN MADE IN ITALY
Ve lo dico, l’idea ci piace un sacco.
E’ forse il primo progetto di così ampio respiro con fa sua l’idea degli Healing Garden in Italia, dopo che sempre più ricerche scientifiche hanno confermato i benefici degli spazi verdi in ospedali e case di cura. I pazienti che ne possono godere mostrano una migliore regolazione della pressione sanguigna, un aumento della mobilità, maggiore equilibrio ormonale e migliore qualità del sonno. E non dimentichiamo che buon umore e voglia di fare aiutano il corpo a reagire meglio e ad attivare prima le sue difese immunitarie.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Renzo Piano progetta la Città della Salute verde: i pazienti guariranno tra orti e parchi

  1. Bravo Renzo ho già lavorato per le tue idee, al museo Bajerli, spero che nei suoi progetti ci sia una scuola modello per tutti i comuni d’italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *