Tre trucchi per il basilico perfetto

Il basilico non può mancare sul balcone di un buongustaio: a volte però la piantina, seppur curata amorevolmente, non contraccambia in termini di foglie, lasciandoci con una sgradevole sensazione da “pollice nero” e senza la soddisfazione di poter dire: “Ebbene sì, questo pesto l’ho fatto io con il MIO basilico!”. C’è modo per avere invece un basilico all’altezza delle nostre aspettative? Certo che sì, basta conoscere qualche trucco di coltivazione: niente di complicato, ma applicandoli vedrete che sul vostro balcone crescerà il basilico perfetto… da gustare!

Basilico, primo “trucco”: separare le piantine
La prima cosa da sapere è che i vasetti neri che acquistate al super non contengono un solo basilico ma tante piantine di basilico – almeno una ventina se non di più. Quindi se avrete la pazienza di dividerle e trapiantarle in un vaso più grande, otterrete una massa di foglie che basterà anche per parenti, amici e vicini di casa!

Basilico, secondo “trucco”: evitare i fiori
La seconda cosa da sapere per avere un basilico pieno di foglie è che non dobbiamo lasciare che fiorisca. I fiori sono per la pianta il segno che il risultato è raggiunto: gli insetti impollineranno le corolle e si formeranno i semi. Tutte le energie della pianta quindi andranno alla cura e alla crescita della nuova “prole”, i semini, a scapito delle foglie! Ogni stelo di basilico in buona salute fa fiori: si presentano come spighette di fiorellini bianchi. Per evitare la formazione dei fiori, la cosa ideale è tagliare spesso le punte degli steli. Questo tra l’altro spingerà la pianta a fare più rami e quindi più foglie.

Basilico, terzo “trucco”: tagliare le punte
Molti fanno l’errore, quando decidono di raccogliere le foglie per un delizioso sughetto, di tagliare quelle in basso, più grandi, risparmiando quelle giovani per paura che il basilico smetta di crescere. Niente di più sbagliato: il basilico si taglia dalle punte, appena sopra una delle sue biforcazioni, più o meno ad un terzo della sua altezza. Se lo farete abbastanza spesso, a partire da quando la piantina sarà giovane (alta circa 10cm), eviterete la formazione dei fiori e renderete il vostro basilico più robusto e foglioso.

E avrete la soddisfazione di dire agli amici: “Stasera spaghettata al pesto a casa mia?” 😉

Share on Facebook0Share on Google+15Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

58 risposte a “Tre trucchi per il basilico perfetto

    • Alex,
      i parassiti sul basilico sono piuttosto rari grazie alla forte carica aromatica spesso poco gradita agli insetti masticatori e comunque è sempre consigliabile evitare antiparassitari sulle piante che usiamo in cucina. Meglio piuttosto utilizzare rimedi biologici a seconda del parassita individuato. Per quanto riguarda le foglie più dure, in genere sono quelle più grandi e vecchie, che non devono essere utilizzate: basta raccogliere il basilico correttamente dalla punta, come descritto, dove ci sono appunto le foglie più giovani e tenere 😉

    • Ciao Ylenia,
      l’indicazione che ti posso dare può essere solo generica, perché le necessità idriche delle piante variano in base alle condizioni di coltivazione (in vaso/in terra, pieno sole/mezz’ombra, vaso piccolo/vaso grande, primavera/estate). Diciamo che in primavera annaffiare una o due volte alla settimana il basilico può bastare, ma in estate in vaso al sole anche tutti i giorni.

  1. L’anno scorso ho acquistato un vasetto di piantine di basilico che ho provveduto a dividere trapiantandole singolarmente nel prorpio vasetto. A settembre sono andata in ferie e le piantine sono state inaffiate raramente. Al mio rientro dopo due settimane ne erano soppravissute solo tre e, ahimè, due sono morte a novembre pochi giorni dopo averle ritirate in casa.
    Una è sopravissuta ed ha passato tutto l’inverno. Oggi è alta 80 cm. e l’ho trasferita da pochi giorni all’interno. Le ho sempre cimato le foglie, avrà fatto si e no dieci semi, sfuggiti al mio occhio, è stata attaccata da quei vermetti verdi che mangiano le foglie e che ho eliminato tutti. Oltre alle cime ho tagliato anche le foglie più grandi prima che ingiallissero e mi sono gustata tanti spaghetti al pesto!! …vediamo come se la caverà col secondo inverno…

  2. nel mio vaso di basilico come muovo le foglie escono tutti animaletti volanti piccolini e chiari, cosa posso fare Grazie
    Anche per il rosmarino ho lo stesso problema, vorrei un rimedio naturale

  3. in quanto esposizine solare, il basilco preiligemolto o oco sole? in giardino al sole le foglie mi si ingiallscoo pur mntenendo iltereo ben irrigato. coa fare??

  4. Daniela dire che i parassiti nel basilico sono rari perchè la pianta ha una forte carica aromatica è una tua errata convinzione. Evidentemenete non hai esperienza a riguardo. Il Basilico come molte altre piante aromatiche è altamente vulnerabile all’attacco di numerosi parassiti e afidi.

    • Ciao Webix,
      veramente ho maturato questa convinzione a seguito della mia esperienza in tanti anni di coltivazione: mi è capitato raramente di riscontrare grossi problemi causati da parassiti sul basilico. Sarò stata fortunata! 😉

  5. ciao a tutti io ho piantato il basilico in marzo utilizzando i semi per basilico a foglia di lattuga o basilico Napoli è venuto perfettamente fino a maggio/metà giugno poi le foglie non crescono più di tanto e si ingialliscono anche se ne escono in continuazione
    ho tagliato i fiori ma non capisco l’ingiallimento mi potete aiutare?
    grazie in anticipo

    • Angelo,
      le temperature estive così estreme spingono le piante a rallentare il loro metabolismo. Il basilico non fa eccezione: per aiutarlo, dagli una posizione in cui abbia qualche ora di riparo dal sole più forte.

  6. Ciao,
    il mio basilico cresce bene ma da qualche giorno le foglioline nuove escono con la parte in mezzo, cioè all’attaccatura col gambo, tutta nera e crescendo poi le foglie si bucano, sembrano mangiate.
    Cosa può essere?

    • Ciao Caterina,
      se ci sono buchi, è probabile ci sia qualcuno che se ne sta nutrendo. Guarda con attenzione la piantina soprattutto nella pagina inferiore delle foglie. In caso sospetti dei parassiti, usa un macerato d’aglio per allontanarli.

  7. Ho acquistato al supermercato una piantina di basilico, Sta crescendo ma le foglia si bucano man mano che crescono. Perché? E cosa fare?
    Grazie per i consigli.

    • Ciao Giuseppina,
      i buchi in genere indicano che qualche animaletto se ne sta nutrendo: bruchi o lumache, di solito.
      Dopo aver rimosso tutti quelli che trovi sulla pianta, un buon sistema è irrigare il basilico con un macerano d’aglio: servirà per allontanare i parassiti e ti permetterà comunque di consumarne le foglie.

  8. Per allontanare le lumache da ogni pianta, spargete gusci di uova triturati. Rilasciano calcio e fanno bene alle piante ma le lumache si tagliano e sloggiano!

    • Povere lumachine tagliandosi c’è il rischio che si infettano e poi muoiono conseguentemente il cadavere decomposto attirerebe altri animali che se ne nutrono.

  9. Cosa fare dei rami duri? Devo lasciarli nel vaso o è meglio eliminarli?
    E le foglie ingiallite? quando vanno buttate (cioè, se sono solo un po’ ingiallite si possono utilizzare? Oppure no? E se sono molto gialle? Sono ancora buone?), poi, le foglie ingiallite vanno lasciate sulla pianta o è meglio toglierle?
    e i semi, si possono utilizzare?

    • Ciao Stefania,
      i fusti lignificati ha senso tenerli fino a quando sono produttivi. Le foglie gialle di solito cadono da sole: in genere non si consumano.
      Se la pianta ha prodotto semi, vuol dire che non hai eliminato i fiori: questo vuol dire che la tua piantina, avendo raggiunto il suo scopo, rallenterà di molto la produzione di foglie nuove… La prossima volta, ricordati di tagliare via i fiori per tempo!
      I semi tienili da parte per la prossima primavera 😉

  10. io ho comprato un mazzo di basilico dal fruttivendolo l’ho pulito e ho messo a bagno le foglie per fare il pesto ma nel mentre dall’acqua è sbucato un bruco verde dello stesso colore..che ovviamente ho provveduto a rimuovere..ora la domanda è che si fa in questi casi? è consigliabile buttare via tutto o si può cmq fare il tanto amato pesto?

    • Luigia,
      il fatto che ci fosse un bruco è buon segno: significa che il basilico acquistato è senza pesticidi e quindi buono …per tutti, bruchi compresi! Verifica che sia l’unico ospite e poi segui il suo esempio 😀

  11. grazie per il consiglio Daniela ma è successo solo a una pianta su 3 le altre 2 vanno benissimo sai dirmi se esiste qualche prodotto per farla riprendere mi dispiace vederla così è la più folta di tutte

    • Angelo,
      se è al fertilizzante o ai concimi che ti riferisci, in genere per il basilico non si usano. La “stanchezza” della pianta mi fa pensare: l’hai cimata eliminando i fiori prima che li producesse?

  12. Ho piantato tre piantine di basilico in un bel vaso (tipo resina…credo) e l’ho sistemato in un angolo del terrazzo assolato la mattina e ombreggiato nelle ore più calde.
    L’ ho bagnato tutti i giorni avendo cura di non inzuppare troppo il terriccio. Adesso mi sono accorta che le foglie stanno diventando di un verde chiaro tendente al giallo, la pagina inferiore di molte foglie presenta una patina nera tipo polvere ed è circondato da tanti moscerini…..butto tutto e ricompro altre piantine o posso recuperarle? Grazie

    • Ciao Anto,
      considerato il prezzo irrisorio delle piantine di basilico, rifarei il tutto, considerando però di cambiare posizione: di solito muffe e parassiti attaccano lì dove la pianta si indebolisce. Significa che forse non c’è abbastanza circolazione d’aria lì dove lo hai messo. Prova a cambiare posizione: se il basilico sta bene, difficile venga attaccato 🙂

  13. In ina grande fioriera ho messo 4 tipi di basilico, al limone, alla cannella, Mediterraneo e greco. Credono alla grande, sono a mezz’ombra in vaso di terracotta e sono invasi da moscerini e delle piccole cose bianche tipo grilli piccolissimi. Ho provato con aglio.tree oil olio di lino…..le piante sono grandine e m dispiace perderle. Le fogli hanno delle macchiette che sembrano quasi scolorite, non mi sembra un fungo ma piu la sofferenza della pianta. I fusti vicino al terreno un po legnosi. Che posso fare? Preciso che questi moscerini mi sono passati da un rosmarino ma quando me ne sono accorta era troppo tardi. Aiuto!

    • Ciao Geo,
      si tratta di aleurodidi, piccolissimi insetti detti “mosche bianche” che spesso attaccano piante in serra e in vaso. I danni sono facilmente visibili: le foglie mostrano puntinature scolorite, effetto delle punture di questi insetti. Se avvicini la mano disturbandoli si alzano in volo. Se la situazione si potrae, la pianta si indebolisce sempre più fino a sfinirsi e seccarsi. Considerando che stiamo parlando di basilico, eviterei sicuramente gli insetticidi chimici: sposta se è possibile il vaso al sole (molto meno gradito a questi insetti) cercando di lasciare spazio intorno alle piante per favorire la circolazione d’aria. Come rimedi puoi usare l’olio di neeem oppure un insetticida biologico a base di piretroidi. Per scoraggiarli poi bagna spesso le piante dall’alto, facendo loro una bella doccia: aiuta parecchio!
      I fusti legnosi invece sono un’evoluzione naturale della crescita del basilico.

  14. Ciao! Ho comprato una piantina di basilico, forse però non sono stata attenta alla piantina stessa perchè effettivamente i gambi del basilico sono abbastanza lunghi (una ventina di cm) e una volta tolto l’involucro ogni singolo gambo si è come “accasciato”. L’ho comprato ieri e oggi ho provveduto al rinvaso, separandole bene. Il mio dubbio è: devo cimarle in qualche modo? Sono forse troppo lunghi e deboli i gambi? In tal caso cosa posso fare? Non sembrano esserci fiori.. Grazie infinite per l’attenzione! Alessandra

    • Alessandra,
      i gambi devono essere tonici: una volta separati e trapiantati, dopo averli ben bagnati, si devono riprendere. Un modo per aiutarli è tenerli all’ombra per i primi giorni e idratarli bene. Se vuoi puoi anche selezionarli e tenere solo i più robusti.

  15. Ciao,ho piantato del basilico nel mio orticello,in posizione soleggiata per tre quarti della giornata ed annaffiato a pioggia tutte le mattine alle ore 7,00 . Ho già potato tre volte le piante ed ora ho notato che buona parte delle foglie sono leggermente ingiallite e nella parte inferiore della foglia c’è una polvere grigia che strofinando si toglie, la mia domanda è : posso utilizzarlo comunque e cosa devo fare per risolvere il problema? Grazie per l’attenzione Maria Cinzia

    • Ciao Maria Cinzia,
      la polvere grigia è oidio o mal bianco, ed è provocato da una micosi che si insedia sulle foglie dove l’umido ristagna: nel caso del tuo basilico è stata agevolata dall’annaffiatura continua dall’alto (sempre meglio quella sul terreno, con una “doccia” saltuaria) e dalla presenza di forte umidità nell’aria. Considerati anche gli ingiallimenti, per evitare trattamenti io sostituirei le piantine con altre giovani – dal costo esiguo – che potranno produrre fino a settembre inoltrato, se il tempo regge. Ah, se puoi evita le annaffiature a pioggia 😉

  16. Ciao, ho un bellissimo basilico pieno ma vorrei potarlo in modo da fare crescere più foglie possibili e conservarle per il periodo invernale. Come posso potarle? È solo le foglie oppure anche il fusto? Grazie

    • Ciao Elena,
      il basilico deve essere cimato spesso per produrre più foglie: devi quindi potare i rami di circa un terzo a partire dalla punta, lì dove la pianta produce i suoi piccoli fiori.

  17. All’ inizio della mia coltivazione di Basilico mi venivano delle piantine stupende, sia quelle seminate che quelle trapiantate. ma da una decina di anni il mio Basilico ha cominciato ad ammalarsi e ogni anno che passa è sempre peggio. I primi anni si ammalava dopo due o tre raccolti fino all’ anno scorso che si è ammalato dopo un raccolto e quest’ anno ancor prima del primo raccolto. Si forma una polvere nera sotto le foglie che lavandole viene via ma è una rottura e mi viene la voglia di non mettere più basilico. le coltivazioni le ho sempre fatte sul medesimo terreno. QUALCUNO PUO’ DARMI DEI CONSIGLI PER OVVIARE A QUESTO PROBLEMA?

  18. Ho piantato il basilico Tutto bene, rigoglioso e folto. Una delle piantine cresce enormemente, ha raggiunto i due metri di altezza e cotinua, con varie ramificazioni. Un’altra è grigia con venature porpora. Come si spiega questa anomalia di crescita?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *