Tra abiti alla liquirizia e scarpe d’annata la moda si fa verde

moreschi

Gli stilisti riscoprono la natura, non solo nelle forme e nell’ispirazione delle nuove collezioni, ma come materia prima per sottoporre i loro tessuti a trattamenti naturali che ne esaltano il valore e addirittura il loro effetto sulla pelle. Di cosa stiamo parlando? Per esempio della nuova collezione per l’autunno 2014 di Vivienne Westwood con la nuova maglieria Vegetable Dye, colorata con una tinta del tutto naturale a base di liquirizia. Ogni capo viene tinto con radici di liquirizia, seguendo una tecnica antica, per ottenere un risultato di qualità senza l’utilizzo di prodotti chimici dannosi. Ci sono poi gli abiti vitaminici di Orange Fiber – indossarli dovrebbe dare ai clienti una sferzata di pura energia agli agrumi, e le borse di fico d’India. E come non completare una mise di eccellenza senza scarpe tinte con vino Antinori d’annata?

Produrre capi di abbigliamento vitaminici, tonificanti per la pelle, utilizzando gli scarti delle arance, grazie alle nanotecnologie è infatti l’idea di Orange Fiber, studiata da due giovani donne siciliane di Catania, Adriana Santanocito e Enrica Arena. Il processo introdotto dalla start-up Orange Fiber rende possibile l’estrazione di cellulosa da scarti agrumicoli e il suo uso per il settore tessile. Grazie all’impiego delle nanotecnologie, Orange Fiber fissa ai tessuti oli essenziali di agrumi, affinchè il vestito rilasci vitamine su chi lo indossa e ne favorisca il benessere.

Sempre dalla Sicilia provengono le borse-scrigno in fibra di fico d’India con interni con ricami personalizzati e strutture e manici in ottone martellato e lavorato di Vitussi, marchio fondato dal designer palermitano Vito Petrotta Reyes.

Per le calzature invece la moda “verde” consiglia per la collezione primavera del 2015 le francesine Moreschi “Guado al Tasso”, decisamente ricercate. Ogni paio viene tinto a mano con una miscela dalla ricetta segreta il cui principale ingrediente sono le vinacce della pregiatissima uva di casa Antinori. Le scarpe potranno essere acquistate su ordinazione da dicembre 2014 e proposte in una confezione con una bottiglia Magnum di Guado al Tasso 2011. Da indossare e poi conservare gelosamente… in cantina!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Tra abiti alla liquirizia e scarpe d’annata la moda si fa verde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *