Il balcone d’inverno: verde e bello dal nord al sud

balcone_inverno_nord520

La “brutta stagione” a volte ci porta a pensare che gli spazi outdoor debbano rimanere spogli e desolati fino al ritorno della primavera. Alzando lo sguardo sulle facciate dei palazzi, spesso notiamo quanto i balconi siano vuoti e tristi nei mesi freddi. E questo vale in particolare per chi abita là dove gli inverni non sono clementi. Invece non è così. E’ senz’altro vero che in inverno al nord le fioriture sono molto rarefatte, ma è senz’altro possibile avere un balcone o un terrazzo verde e decorativo tutto l’anno, anche nei mesi più freddi. Basta utilizzare le piante giuste e abbinarle in modo armonico seguendo colori e forme. Tutti pronti? Si parte con il balcone invernale: ecco due le proposte, una per un balcone d’inverno a nord e una con fioriere adatte all’inverno del sud, entrambi perfetti fino a primavera!

BALCONI VERDI D’INVERNO, ISTRUZIONI PER L’USO:
Abbiamo utilizzato normalissime cassette di circa 60 cm di lunghezza e 20 di profondità, dotate di riserva d’acqua, di quelle che si possono appoggiare sul muretto oppure appendere tramite strutture dotate di ganci di ferro. Costo sui  6-8 euro l’una + la struttura in ferro. Una raccomandazione: fissatele con molta attenzione in modo che non possano assolutamente cadere! Saranno sufficienti un paio di sacchetti di terriccio per entrambe le cassette. Per quanto riguarda il nutrimento delle piante,
un paio di volte l’anno aggiungete del buon concime organico. A primavera potrete mettere le fioriere invernali “a riposo” in un angolo a mezz’ombra (ricordate di bagnarle quando fa caldo!) e sostituirle con altre, che sfoggeranno i fiori della bella stagione. Appena torneranno i freddi, le avrete pronte da riutilizzare: potranno rallegrare il vostro inverno per anni 😉

IL BALCONE INVERNALE AL NORD:
– Elleboro (19 euro circa) ‘HGC Merlin’
– Heuchera (3,90 euro circa) ‘Midnight Rose’ ed Heuchera ‘Caramel’
– Edera (3,60 circa)

Spesa stimata: le varietà un po’ speciali di elleboro sono abbastanza costose, ma possono essere sostituite con il classico a fiore bianco, che costa circa 8 euro a pianta. Anche sulle Heuchere è possibile risparmiare, optando per la più diffusa Heuchera ‘Palace Purple’ a foglie porpora.

COMPORRE LA FIORIERA:
per creare questa fioriera vi basterà un sacchetto di terriccio e un piccolo strato di un paio di centimetri di palline di argilla espansa (si trovano in tutti i garden) da stendere sul fondo della cassetta. A questo punto coprite il fondo con un leggero strato di terriccio, svasate e mettete al centro l’Elleboro (anche detti Rose di Natale o Rose della neve). Ai due lati, svasate e aggiungete due Edere – noi abbiamo optato per quelle a foglia piccola leggermente lobata – che ricadranno in modo molto decorativo coprendo in parte il vaso. A fianco alle edere, un poco dietro, aggiungete le due Heuchere. Coprite tutti gli spazi vuoti con il terriccio fino alla superficie, senza interrare il colletto delle piante. Date una bella bagnata al tutto, e voilà, fioriere perfette!

CURARE LA FIORIERA:
Elleboro, Heuchera ed Edera sono state scelte perché resistono a freddo, gelo e neve mantenendo foglie e fiori senza subire danni e hanno crescita lenta soprattutto in larghezza, quindi si rivelano adatte a lunghe convivenze in piccoli spazi. Si adattano bene a posizioni di mezz’ombra, mentre gradiscono poco il caldo e il sole che però in inverno al nord non creano problema. Gli accostamenti scelti privilegiano i toni del verde bosco, del rosa e del porpora che si intonano all’ambiente in questo momento dell’anno. Durante la cattiva stagione, queste piante renderanno splendido e verde il vostro balcone e potrete tenere le fioriere intatte fino alla primavera. Ricordate di bagnare le fioriere ogni 15-20 giorni in caso non piova per lunghi periodi.

IL BALCONE INVERNALE AL SUD:
– Ardisia crenata (8 euro circa)
– Gaultheria (3,90 euro circa)
– Acorus variegato (4 euro circa)
– Edera (3,60 euro circa)

Spesa stimata: nella composizione del balcone invernale al sud abbiamo scelto la Gautheria, che non sempre si trova in tutti i periodi dell’anno. Potete sostituirla con una qualsiasi tappezzante bassa a foglia sempreverde.

COMPORRE LA FIORIERA:
il procedimento è lo stesso descritto sopra. Vi basterà un sacchetto di terriccio e un piccolo strato di un paio di centimetri di palline di argilla espansa (si trovano in tutti i garden) da stendere sul fondo della cassetta. A questo punto coprite il fondo con un leggero strato di terriccio, svasate e mettete al centro i due esemplari di Ardisia lasciando al centro un piccolo spazio per la Gaultheria. Ai due lati della fioriera aggiungete l’Acorus sullo sfondo e sul davanti, le Edere ricadenti.

balcone_nord4

Ellebori a fiore bianco, i meno costosi

CURARE LA FIORIERA:
L’Ardisia è un arbusto molto decorativo in quando produce a partire dall’autunno ricchi grappoli di bacche rosse ed è quindi perfetta per un balcone che si trova nel sud Italia durante l’inverno.  Ama la luce ed il caldo, ma va protetta dal sole pieno, come del resto le compagne: la fioriera va dunque sostituita a primavera. A crescita lenta, la Gaultheria è una piantina bassa che crea anche lei bacche e quindi si intona perfettamente con l’Ardisia: inoltre se spezzate le bacche con le dita, vi accorgerete che sprigionano un aroma intensamente balsamico! A fare da sfondo, abbiamo inserito due esemplari di Acorus variegato, che assume spontaneamente una forma a ventaglio che valorizza la composizione vegetale.  Ricordate di bagnare le fioriere ogni 10-15 giorni in caso non piova per lunghi periodi.


NOTA

Grande novità per Fiori&Foglie, che parte oggi con una rubrica nuova di zecca dedicata ai balconi e ai terrazzi, insomma agli spazi di solito disponibili negli appartamenti di città. Bando ai grandi investimenti, le fioriere e le ambientazioni che troverete ogni settimana in questa rubrica saranno assolutamente a portata di tasca grazie ad un range di spesa contenuto. Essenziali due partner, grandi professionisti che ci sono alleati in questa rubrica: l’esperto giardiniere Sandro Degni, che allestisce e manutiene da anni terrazzi e balconi a Milano, e Viridea, la catena italiana di garden center dedicati alle piante, alla casa e agli animali. Sandro ci offrirà spunti per le piante da scegliere e Viridea darà modo a voi che ci seguite di trovare facilmente le piante di cui parleremo nei numerosi punti vendita.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *