Microsoft si lancia nel mercato dell’Erba: e non quella del prato!

maria_vietata250

Microsoft creerà strumenti software che permetteranno lavorazione e tracciamento della marijuana dove la coltivazione della “Maria” è legale negli Stati Uniti. Suona un po’ come l’ufficializzazione di un mercato legale sempre più possibile. La notizia certo colpisce: il colosso dell’informatica crede dunque nell’espansione della marijuana, per fini terapeutici o altro poi sarà da vedere. Intanto Microsoft collaborerà con la startup Kind di Los Angeles per fornire strumenti utili alle amministrazioni come a chi coltiva per gestire, controllare e tracciare la cannabis come  prodotto legale “dai semi alla vendita”.

A poche settimane dall’acquisto di Linkedin, la piattaforma social del lavoro, per 26 miliardi di dollari, Microsoft si lancia dunque in un mercato assai delicato, ma di cui è chiaro l’enorme potenziale di crescita. Il mercato della canapa è in realtà assai complesso: si tratta di una pianta utile per moltissimi ambiti, da quello tessile a quello edile a quello alimentare. Quello che cambia è il contenuto di thc, la sostanza psicoattiva che si estrae dalle piante femminili, che nelle varietà industriali è trascurabile, mentre aumenta nelle varietà selezionate a questo fine. In Italia la coltivazione di canapa per uso industriale è legale ed era anticamente molto diffusa, soprattutto per la produzione di carta, di ottima qualità perché non ingiallisce invecchiando.

CANAPA ECOLOGICA
A livello globale il dibattito sulla legalizzazione della cannabis per tutti gli ambiti in diverse misure è aperto da tempo e in alcuni stati americani la marijuana è già legale. A giudicare da questa mossa, Microsoft evidentemente confida nell’adesione a breve termine di tutti gli altri paesi. In ogni caso la direzione è quella, spinta anche dalla riscoperta della canapa in chiave ecologica in quanto in grado di produrre, senza impoverire il suolo, grandi quantità di biomassa vegetale utili per la produzione di energia, oltre che la possibilità di produrre una carta che non implichi l’abbattimento degli alberi e che si produce con un ciclo velocissimo dato dalla vigoria della pianta, che si sviluppa pienamente da seme ad adulto nel giro di 3-4 mesi.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *