La pianta finta che appassisce

Chi non possiede il cosiddetto pollice verde spesso ricorre alle piante artificiali per decorare la casa senza alcuna fatica. Che dire allora di una pianta finta che, se non riceve un’adeguata irrigazione, muore nel giro di pochi minuti?

Si tratta, a dire il vero, di un’installazione di un giovane artista finlandese, Petri Eskelinen.

Gli otto rami che compongono la pianta, grazie al peso dell’acqua fornita tramite un innaffiatoio compreso nell’opera, sollevano le foglie, realizzate in legno lamellare di betulla. Ma, se si appoggia l’innaffiatoio sul pavimento, l’acqua ritorna nel contenitore, le foglie ‘appassiscono’ rapidamente e la pianta senza acqua e cure… ‘muore’…

Petri Eskelinen è nato a Rovaniemi, il paese di Babbo Natale, e si è diplomato alla Scuola d’Arte di Tampere con un master in scultura presso l’Accademia delle Arti di Helsinki. Le sue opere analizzano la natura e riproducono i suoi meccanismi, con un messaggio molto semplice e chiaro.

Questo il suo sito: www.petrieskelinen.com

Luisella Rosa

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “La pianta finta che appassisce

  1. Mi sa che non regge,il fare il finto tonto,cioé dire le bugie.Ma in senso della Verità,le piante Verdi,non finte,danno l’O-ossigeno e respirano l’CO2/l’Anidride carbonica.Buonasera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *