E’ primavera, ma il falso gelsomino soffre: che fare?

Subito un chiarimento: il falso gelsomino (o Rincospermo, per gli amici) è il modo comune con con cui chiamiamo quel bel rampicante profumato che si usa tanto nei balconi e nei terrazzi del Nord Italia, dove l’inverno non fa sconti. Ma, seppur tanto usata, spesso questa bella pianta esce abbastanza malconcia dalla brutta stagione. Spesso tornando sul balcone a primavera, lo ritroviamo con le foglie di un verde spento, dall’aria tristemente sofferente, anche ingiallito e con alcuni rami secchi. Insomma davvero imbruttito. E pensiamo subito che il problema è senz’altro il gelo o il nostro pollice nero. In realtà, il motivo è molto più banale: il tetto del balcone

A pensarci, il ragionamento è semplice e logico, ma non viene in mente subito. Il falso gelsomino (Trachelospermum jasminoides o Rhyncospermum jasminoides)  ha un pregio per cui è molto ricercato: mantiene le foglie durante tutto l’inverno. E’ quindi sempre decorativo e coprente. Ma questo, per la pianta, ha un prezzo. Mantenere le foglie vive e attive durante la cattiva stagione richiede uno sforzo che non è compensato. D’inverno infatti c’è poco sole, il terreno si fa più duro per le radici: risultato, la pianta si nutre di meno, pur dovendo tenere la stessa chioma. 

E poi c’è un’aggravante: la siccità. Non tanto quella naturale, di carenza di pioggia, quanto quella indotta dalla copertura dei nostri balconi. Il falso gelsomino infatti spesso cresce al riparo, dove le piogge invernali non arrivano. E quando fa freddo, non si esce volentieri a bagnare le piante…
Il nostro rampicante dunque “mette i motori al minimo” e consuma tutta la sua energia per sopravvivere ai lunghi mesi senz’acqua. A mali estremi, per risparmiare, secca anche qualche ramo. Arriva a primavera praticamente stremato. E in queste condizioni noi ce lo ritroviamo. Come rimediare?

La risposta è semplice: con l’amore. E’ quello il sentimento che ci porterà a prenderci cura di questo essere vivente, uno splendido rampicante tanto umile quanto prodigo di doni profumati. Parola d’ordine: idratazione. Annaffiture abbondanti e regolari nel terreno (ma anche docciando bene la chioma) ridaranno lentamente tono alle foglie, che torneranno belle verdi e lucide. La pianta seccherà del tutto quelle danneggiate o vecchie, ma non temete: dopo, tornando in forze e sentendo la spinta della primavera, comincierà a produrne di nuove. Tagliare? Sì, ma solo dove siete sicuri che la pianta ha seccato in autonomia i rami: nel dubbio, spuntate appena.  E dopo le prime bagnature, aggiungete concime liquido per piante da fiore all’acqua, secondo le dosi indicate sul flacone. Presto il vostro falso gelsomino si riprenderà con più vigore di prima, e fiorirà ancora più generosamente (ricordate, più sole, più fiori!), ma voi tenete a mente la lezione. D’inverno, attenti al tetto!

Share on Facebook0Share on Google+3Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

30 risposte a “E’ primavera, ma il falso gelsomino soffre: che fare?

  1. È proprio il mio caso, il mio gelsomino dopo l’inverno è proprio inpoverito, mi è sorto il dubbio che fosse a causa del tetto del mio terrazzo che si lo ripara ma forse troppo , anche se di sole ce n’è dalle 11 fino al tramonto. Ha perso parecchie foglie ma si vede che è vivo e fa fatica a emettere nuovi germogli , a differenza di quello messo a terra nel giardino. Non si può dire che non lo curi ogni giorno osservo se ci sono segnali di crescita , insomma è un cruccio vedere gli altri che crescono e lui fatica. Ho provveduto con innaffiature abbondanti e ora lo concimero seguendo i vostri consigli anche se a inizio marzo gli ho dato del concime granulare grazie . Maruska

  2. HO ACQUISTATO 4 MAGNIFICI ESEMPLARI BELLI GRANDI E LI HO MESSI IN UN GRANDE VASO CIRCA IL 20 MAGGIO HANNO UN BUONA ESPOSIZIONE, LI HO SEMPRE BAGNATI E CONCIMATI TUTTAVIA HANNO UN ASPETTO ORRIBILE. SEMBRA CHE STIANO MORENDO. E’ POSSIBILE CHE IL VECCHIO CUSTODE INCATTIVITO DAGLI ANNI E DALLA SUA PATOLOGIA E CHE HA ACCESSO OVVIAMENTE AL GIARDINO ABBIA BUTTATO QUALCOSA DI NOCIVO NELLA TERRA????? IN POCHI GIORNI SONO DIVENTATI ORRIBILI. QUALCUNO PUO’ RISPONDERMI ??? GRAZIE , MARIELLA

  3. Cara Mariella, probabilmente si tratta di un eccesso di concimazione, è capitato anche a me. E’ una pianta che non va concimata molto e che non tollera lunghi ristagni d’acqua nel sottovaso. Non concimarli più fino al prossimo anno e bagnali più o meno un giorno sì e uno no se fa molto caldo, altrimenti ogni due giorni. Sono piante resistentissime, hanno nove vite come i gatti, vedrai che si riprenderanno!

  4. Il gelsomino è una pianta splendida e generosa: a maggio dà fiori profumati, in inverno mantiene il verde; ne ho otto piante in giardino e altrettante sui vasi per decorare i griglati. Noto , però, che alcune piante dei vasi fanno le foglie rosse : Come mai? Da cosa dipende? I gelsomini, invece, in piena terra hanno sempre le foglie verdi e rigogliose
    Vorrei una risposta dell’esperto. Grazie Manuela

  5. Salve! ho 15 piante di gelsomino alte 1,5mt che ho piantato in giardino a fine settembre scorso.
    Potete dirmi se è consigliabile fare un trattamento precauzionale a Febbraio con poltiglia bordolese?
    Attualmente hanno fatto molte foglie rosse

    • Ciao Michele,
      i gelsomini piantati in terra sono piante normalmente molto sane: le foglie rosse sono perfettamente normali nella stagione fredda, non indicano malattie o carenze.

  6. buongiorno ,oggi ho acquistato un gelsomino stella della toscana, non mi aspettavo avesse foglie rosse, non è la stella della toscana, le foglie cadono? ora lo pianto in una fioriera di mt 1,5 abito al nord e la stessa riceve mezza giornata di sole. mi hanno detto che avrà fiori gialli, ma quando? grazie mille

    • Ciao Lucilla,
      se ho capito bene, sei la fortunata proprietaria di un falso gelsomino ‘Star of Toscane’, varietà di gelsomino sempreverde a fiori gialli. Per cercare informazioni su questo meraviglioso rampicante, puoi usare il suo nome botanico: Rhyncospermum ‘Star of Toscane’ o Trachelospermum jasminoides ‘Star of Toscane’, su Fiori&Foglie ne abbiamo parlato qui. Fiorisce da maggio a luglio con profumati fiorellini di un giallo delicato, con più abbondanza se posizionato al sole.

  7. Buongiorno, ho acquistato circa una settimana fa un falso gelsomino..L ho rinvasato in un grande vaso ma noto che non è molto vivo … foglie e fiori non sono in buona salute,cosa gli succede sarà stress da travaso? Aiuto!!

  8. Ciao, anche io ho un problema con il mio gelsomino, vivo in alto Friuli, e di conseguenza inverni rigidi. Il gelsomino è in vaso sul terrazzo in pieno sole, ma dopo quest’inverno è molto sofferente, ho già fatto tutto quello che mi ha detto il fioraio, cioè innaffiare abbondantemente, travasare e concimare, ma non mi sembra che migliori, potete aiuitarmi ? grazie infinite.

    • Ciao Donatella,
      se il tuo è un falso gelsomino quindi un Rincospermo, il gelo invernale non è un problema. Lo è invece il secco: molti smettono di bagnare per tutta la brutta stagione, ma per questo vigorosa rampicante che mantiene le sue foglie, questo trattamento non va bene. Anche durante l’inverno, il falso gelsomino va bagnato sebbene molto meno che in estate. Se il problema è stato questo, occorre dare alla pianta, con pazienza, il tempo di riprendersi, bagnando con grande costanza, soprattutto se la pianta si trova al sole. Facci sapere!

  9. Buongiorno. Sul mio terrazzo esposizione sud ovest ho tre bellissimi falsi gelsomini. Quest’anno, dopo la pri ma perdita delle foglie alla fine dell’inverno, hanno avuto una fioritura splendida con foglie sono di un verde intenso. Mi sono assentata 3 giorni dando a mio figlio il compito di innaffiare, ieri al mio ritorno ho visto che moltissime foglie sono ingiallite e stanno cadendo. Un colpo al cuore! Come mai? cosa posso fare? ieri ho subito innaffiato e dato un po’ di concime liquido.AIUTO

    • Ciao Simona,
      forse ai tuoi gelsomini è mancata un po’ di idratazione considerato che le scorse giornate sono state caldissime e la loro posizione è in piena battuta di sole.
      Probabilmente una volta bagnati a fondo, i tuoi gelsomini si riprenderanno in fretta. Mi preoccuperei solo se cominciassero davvero a spogliarsi.

  10. Buongiorno, ho comprato a febbraio un appartamento con un giardino attorniato dal finto gelsomino, bello verde e sano, questa primavera ha fatto tantissimi fiori profumati ed ora nonostante lo annaffio una volta ogni due giorni solo all’altezza della terra, per non bagnare il passaggio condominiale, le foglie si sono ammosciate ingiallendo i fiori sono secchi e non butta più. Può essere che sia successo perchè mia figlia l’ha bagnato una volta con il sole bagnandolo tutto. Cosa dovrei fare ora, morirà?
    Ringrazio in anticipo per l’attenzione.
    Patrizia

    • Ciao Patrizia,
      una bagnatura con il sole non basta ad uccidere un falso gelsomino, è un rampicante molto robusto!
      Non mi è chiaro se la pianta è coltivata in terra oppure in vaso. In caso si tratti di vaso, durante gli scorsi giorni di caldo africano bagnarlo scarsamente – per non sporcare, una volta ogni due giorni potrebbe non essere stato sufficiente. Fortunatamente sembra che avremo qualche pioggia, quindi se ti prenderai cura di lei idratandola regolarmente, anche perdendo una parte delle foglie per una botta di secco, la pianta potrebbe lentamente riprendersi.

  11. Salve. Ho letto con molto interesse lo scambio di messaggi e i consigli dati.
    Nel mio caso, ho comprato tre piante di gelsomino due mesi fa. Da un paio di settimane ho notato che sui fiori e le foglie molti afidi verdi e formiche che si arrampicano sui rami. Seguendo le indicazioni suggerite da qualche sito internet, sto dando acqua con sapone di marsiglia liquido (detersivo per i panni). Oggi la situazione sembra migliorata ma continua il via vai di formiche .. Ho notato anche che i fiori si sono seccati. Volevo sapere se sto procedendo bene. Le piante sono molto esposte al sole, dalla mattina fino alle 17 piu’ o meno .. Grazie mille!

    PS Un altro tentativo che ho fatto e’ stato quello di chiudere la tana delle formiche ma senza successo, per ora ho il terrazzo cosparso di sale e aceto!

    • Ciao Scilla,
      ottimo il sapone di marsiglia. Puoi anche usare il macerato d’aglio, che aiuta molto. Fai conto che per le formiche esistono trappole fatte a forma di tana con esche avvelenate all’interno, molto efficaci. Le trovi in vendita nei garden o anche al supermercato. Invece che i fiori ad un certo punto completino il loro ciclo e secchino è normale: l’importante è che, con queste temperature estive bollenti, i gelsomini al sole vengano ben idratati, soprattutto se si trovano in vasi non molto ampi.

      • Grazie mille della risposta! In effetti il sapone di marsiglia ha svolto benissimo il suo compito: gli afidi e le formiche sono scomparsi dalle piante e i gelsomini stanno molto meglio.
        Avrei pero’ un altro dubbio: ho notato che alcune foglie in cima sono macchiate di marrone, si presentano proprio con delle macchie marroni. Sono morbide al tatto, sembrerebbe anche troppo. Mi chiedevo se potrebbe essere l’effetto delle piogge di questi ultimi giorni e del cambiamento di temperatura o se potrebbe dipendere dai fondi di caffe’ che ho messo nella terra per allontanare gli insetti (a scopo preventivo..) o se le cause potrebbero essere altre.
        Grazie mille!
        Scilla

        • Ciao Scilla,
          no, le cause sono altre ma mi preoccuperei solo se il fenomeno comincia ad espandersi ad altre parti della chioma.

          • Grazie mille. Per ora sembra esserci solo qualche foglia per il resto le piante sono verdi. In questi giorni ho notato sulle foglie dei puntini bianchi qua e là, ho pensato che fosse cocciniglia ma non mi sembrano insetti. Saprebbe dirmi di che potrebbe trattarsi?
            Grazie mille per le sue preziose risposte.
            Scilla

          • Ciao Scilla,
            senza avere delle foto è molto difficile indovinare cosa possono essere dei puntini bianchi esclusa la cocciniglia. Tieni però conto che un falso gelsomino in salute si difende bene dai parassiti e difficilmente viene compromesso se ha condizioni ideali per crescere. Superati i trattamenti con sapone, visto che agosto è una stagione difficile per le piante, cercherei solo di bagnare con regolarità in attesa dell’abbassamento delle temperature quando la pianta riprenderà a crescere.

  12. Buongiorno sono Grazia,
    ho acquistato un paio di settimane fa tre falsi gelsomini.
    Ho provveduto immediatamente al travaso in un grande vaso con terra ricca di sostanze organiche e lapilli per permettere il drenaggio,ho poi fermato i rami sulla griglia per aiutarle ad arrampicarsi.
    Mi sono accorta nei giorni a seguire che le foglie, soprattutto di una delle tre piante, stanno seccando,non sono molto esposte al sole e provvedo ad innaffiarle a giorni alterni, il terreno in superficie è sempre umido. Non so proprio cosa fare!
    Ringrazio in anticipo per la risposta.
    Saluti
    Grazia

    • Ciao Grazia,
      dalla tua descrizione sembra che tu abbia fatto tutto il necessario per far star bene i tuoi falsi gelsomini. Ma come noi, le piante non sono tutte uguali: alcune sono più robuste, altre meno. Prova comunque a mandarmi una foto di quello in sofferenza a daniela.dimatteo@mediaset.it Proverò a mostrarla agli esperti che collaborano con Fiori&Foglie!

  13. Buongiorno,il mio gelsomino trasuda una sostanza appiccicosa e lucida.Le foglie,pur verdi,appaiono accartocciate.Cosa fare?Grazie.

    • Ciao Annamaria,
      se le foglie sono ricoperte da una sostanza appiccicosa, è probabile che si tratti della melata, una sostanza zuccherina prodotta dagli afidi che pungono le foglie creando malformazioni nel tessuto vegetale. Di solito accade in piante un po’ indebolite, magari che si trovano in posizione che non sono esposte a vento e pioggia. Una delle migliori azioni di contrasto è una… bella doccia 😉 che lavi a lungo le foglie e allontani i parassiti. Una volta fatta e ripetuta ogni 3-4 giorni, verifica se i parassiti ci sono ancora. In caso, puoi applicare un aficida (si trovano in tutti i garden) oppure, se preferisci un rimedio biologico, del macerato d’aglio filtrato, da nebulizzare su tutta la chioma con uno spruzzino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *