Ponte del 2 giugno: cosa vedere tra giardini, mostre, rose e fiori

rose_cespuglio520

Nel bel ponte vacanziero che abbiamo di fronte, sole caldo e belle giornate invogliano a trascorrere giornate nel verde, tra parchi, giardini, piante e fiori. Protagonista la Regina dei Fiori, la Rosa, con manifestazioni a lei dedicate, ma la bella stagione è generosa di tante altre fioriture, anche quelle perfette da coltivare con gli ortaggi, magari in un vaso sul balcone. Spazio anche alle piante aromatiche, oltre che alle piante grasse e alle orchidee. E per chi cerca un verde insolito, perché non perdersi in un labirinto? Siete curiosi? Ecco le mete che Fiori&Foglie vi suggerisce per un ponte tutto floreale! Continua a leggere

Shark Tank: i vestiti di agrumi convinceranno gli investitori?

Sicuramente ecco un’idea degna di …”AgriShark”, in stile mais corvino! Nella puntata di domani, giovedì 28 maggio, in prima serata su Italia 1, una delle start up che andranno di fronte al giudizio degli Squali-Imprenditori (Fabio Cannavale di Lastminute.com, Gianluca Dettori di Dpixel, Gianpietro Virgorelli Pubblicitario, Luciano Bonetti di Foppapedretti e Mariarita Costanza del Gruppo Zucchetti) di Shark Tank, il reality che premia le migliori idee di business, propone un tessuto creato con gli scarti delle arance. Si tocca così di fatto un tema “caldo” in questo momento in tutti i paesi del mondo: la trasformazione dei rifiuti da costi a risorsa. L’innovazione è tangibile, il progetto è stata anche premiato con l'”Ideas 4 Change Award” delle Nazioni Unite, ma di sicuro il campo della moda non è quello più semplice… Continua a leggere

Concorso di Monza 2015: ecco le rose vincitrici… Nessuna italiana!

 

Immagine 1 di 22

Concorso delle Rose: le varietà premiate quest'anno

Scena gustosa: una scolaresca visita il Roseto di Monza qualche minuto dopo la conclusione della premiazione del Concorso Internazionale delle Rose. Tutti presi ad ammirare i fiori, una bimba si ferma di colpo di fronte ad una delle vincitrici della medaglia d’oro e grida con foga: “Ma noooo, non è giusto che abbia vinto questa rosa!! Non è assolutamente la più bella!!”. Si sa, la forza dei bimbi è che non hanno filtri: quello che pensano, dicono, con grande scorno dei giurati presenti 😀 Perché vi racconto questo aneddoto? Perché la reazione spontanea della piccola fa capire molto bene quanto sia ampia la distanza tra la percezione della giuria rispetto a quella della gente comune. E dà da pensare che, nonostante il gusto per le rose sia nettamente cambiato nel mondo dei rosaisti (per esempio con l’arrivo delle rose nostalgiche o di quelle paesaggistiche)  l’immagine che c’è nella mente della giovanissima pollice verde è ancora quella della cosiddetta “rosa dei fioristi”, la famosa rosa da taglio o “ht” (ibride di tea), categoria pochissimo stimata dagli esperti di settore 😀 Ok, riflessione a parte, torniamo a bomba: quali sono state le rose premiate a Monza quest’anno, allora? Continua a leggere

Il Concorso Internazionale delle Rose di Monza chiude i battenti: per un anno?

Terreno impoverito e necessità di riorganizzare gli spazi per le varietà rampicanti, sempre più richieste dal mercato negli ultimi tempi: questa, ufficialmente, la motivazione per mettere in pausa – per il prossimo anno – il prestigioso Concorso Internazionale delle Rose Nuove, evento che ogni mese di maggio nel roseto di Niso Fumagalli di fronte alla Reggia di Monza vede gareggiare per bellezza, profumo e “performance” le nuove varietà di rose create da tutti gli ibridatori del mondo. Il triste annuncio è stato dato dal presidente dell’Associazione della Rosa Silvano Fumagalli, durante la premiazione di quest’anno avvenuta lo scorso venerdì 22 maggio. Ma in effetti forse la motivazione di fondo potrebbe essere un’altra… Continua a leggere

Concorso Internazionale delle Rose Nuove di Monza: è danese la più profumata

concorsodellerosenuovemonza2015

Tipico profumo di rosa con note erbacee di verbena: è questo il verdetto del “naso” francese, Monsieur Sauvegrain, che ha sancito la rosa vincitrice del Premio della Regina Teodolinda, quello che indica la varietà più profumata del Concorso Internazionale delle Rose Nuove di Monza 2015, tenutosi stamattina. Fiori&Foglie ha seguito per voi tutta la premiazione, minuto per minuto: su Istagram potete vedere le foto in anteprima delle rose che si sono aggiudicate la medaglia d’oro nelle 3 categorie: rose da taglio, rose a mazzi, rose rampicanti/a cespuglio/miniature. Continua a leggere

Decorazioni verdi con i consigli di “Buon Gardening!”

Un vaso di terracotta, una lattina vuota e un pennarello indelebile: ecco l’occorrente che, grazie all’uso di semplici strumenti come il minitrapano e il punzone da ufficio, vi permetterà di creare in poche mosse delle splendide etichette applicate direttamente ai vasi su cui segnare il nome delle piante. Il risultato? Pulito, bello ed funzionale: il vaso acquisterà un fascino tutto nuovo e in futuro il nome si potrà cambiare semplicemente cancellandolo con un po’ d’alcool! L’idea mi ha subito conquistato 🙂 E di queste soluzioni di buon gusto, facili da realizzare e che non necessitano di altro che di un pochino di manualità e nessuna particolare conoscenza botanica, Buon Gardening! il libro scritto da Simonetta Chiarugi, è piacevolmente generoso. Nello specifico, ecco come procedere secondo i consigli dell’autrice. Continua a leggere

Coloriage, la magia dei fiori in punta di matita

Forse non sono belli quanto i fiori che produce madre natura, ma possono trasmettere una gioia e una soddisfazione grandissima: si dice che sappiano addirittura curare lo stress e alleviare la fatica del vivere quotidiano. Sono le creazioni che nascono dai pattern da colorare con matite e pennarelli, proposti da numerose case editrici italiane e straniere sotto forma di splendidi libri e quaderni (in francese si chiamano Cahier de Coloriage), reperibili facilmente nelle grandi librerie o nei negozi virtuali della Rete. Il fatto di ritagliare nella giornata un po’ di tempo e dedicarlo a riempire con piccoli tratti di colore le tessere da cui sono composti questi particolari disegni contribuisce a creare quel momento di silenzio mentale e di riposo interiore che si raggiunge ad esempio attraverso la meditazione o, per chi è credente, con la preghiera. Si parla in effetti di Art Therapy, visto che la scelta dei colori e l’interpretazione dei disegni lascia grande spazio alla creatività individuale e genera un risultato finale comunque di grande effetto. Un’amica di Fiori&Foglie, Raffaella Martinotti, ci racconta la sua esperienza piena di magia con i boschi e gli alberi di carta dei Quaderni da Colorare, ma vi avverto: dopo aver letto, poi sarà difficile resistere alla lusinga di provare 😉 Continua a leggere