La rosa gigante? Bella, senza spine e possiamo coltivarla anche noi!

Non sembra una rosa, non profuma nemmeno come una rosa, ma quando è fiorita, la gente non può non fermarsi a guardarla e con un sorriso chiedere meravigliata: “Che cos’è?!? La voglio anch’io!”. Stiamo parlando della Rosa banksiae – in particolare la varietà gialla ovvero lutea, un ibrido di una rosa cinese che fu introdotto nella prima metà del 1800 in Europa da uno di quelli che venivano definiti “cacciatori di piante” e che ebbe da subito una grande popolarità, com’era giusto che fosse. E che sorprende soprattutto per la sua caratteristica più evidente: le enormi dimensioni.  Per la rubrica di Fiori&FoglieRose Perfette” la garden designer Elisabetta Pozzetti ci racconta come (e perché!) ospitare questa rosa gigante nei nostri spazi verdi…

UN GIGANTE TRA LE ROSE: Rosa banksiae var. lutea
È una rosa rampicante di grandi dimensioni che può crescere, negli anni, anche 10 metri e più, estremamente fiorifera, ricoprendosi di migliaia (avete letto bene, migliaia) di fiorellini, con molti petali leggermente retroflessi, color giallo primula – più intenso se il clima è caldo, raggruppati a mazzetti, che adornano come una ghirlanda i rami lunghi e flessuosi, ricoprendoli letteralmente. La sua fioritura è precoce: avviene tra la seconda metà di aprile e l’inizio di maggio e si prolunga per circa un mese, ma mi piace aggiungere che già all’inizio della primavera, quando molte altre rose sono in letargo, una miriade di boccioli lascia presagire lo spettacolo che avverrà, quando, poco per volta, i fiori si apriranno.

rosa_banksiae_luteaPREGI: PERCHE’ COMPRARLA
Vogliamo trovarle altre qualità? È praticamente senza spine, non si ammala quasi mai, non richiede potature (salvo per contenerla), negli anni sviluppa una corteccia arancio marrone che si sfalda aggiungendo un ulteriore elemento di bellezza, è semisempreverde (ma nelle zone a clima caldo le foglie persistono anche in inverno).

ROSA BANKSIAE, COME USARLA
Possiamo usare questa rosa per ricoprire un muro, disponendo con cura i suoi rami su un supporto, oppure un pergolato, o farla arrampicare su un grande albero (che ricoprirà letteralmente di fiori, così sembrerà che l’albero, se fiorisce, fiorisca due volte) oppure ancora lasciarla crescere liberamente, così i suoi rami flessibili ondeggeranno nella brezza. Qualunque uso decidiate di farne, sarà un punto focale del giardino. Avete notato che ho usato spesso la parola giardino? Date le ingenti dimensioni è quasi crudele costringere questa rosa a vivere in un vaso, seppure grande, perché la sua fioritura, in pochi anni, ne risentirebbe. Fate attenzione alla potatura, come detto non richiesta, ricordatevi che Rosa banksiae var. lutea fiorisce sui rami dell’anno precedente: non tagliateli!

Perché ho scelto di iniziare la mia rubrica “Rose Perfette” parlandovi proprio di questa rosa? Non solo perché è incantevole ma anche per farvi scoprire, in questo nostro viaggio insieme, che vale la pena conoscere molte altre rose diverse dalle classiche rose dei fioristi.

Appuntamento alla prossima settimana!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “La rosa gigante? Bella, senza spine e possiamo coltivarla anche noi!

  1. Complimenti Dott. ssa Pozzetti, non avrebbe potuto iniziare meglio la Sua attesa rubrica. Attendo impaziente di conoscere le Sue prossime scelte. Cordiali saluti. Umberto Longhi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *