Domenica manifestazione in Duomo in difesa delle #palme

Il mais? E’ un immigrato. Da questo dato di fatto parte l’ironica parodia contro il clamore suscitato dalle #palme messe a dimora di fronte al Duomo in questi giorni. A loro difesa si terrà questa domenica 26 febbraio la manifestazione popolare dal titolo “Piantatela lì”, organizzata dai “Sentinelli di Milano” proprio in piazza alle ore 15.00. L’idea è che ognuno porti con sé “una pianta o un frutto o un ortaggio di qualsiasi forma, colore e provenienza” per dare un messaggio positivo invitando tutti a “coltivare la diversità”.

Perché “Piantatela lì”, la mobilitazione che sta raccogliendo adesioni su Facebook, nasce proprio contro gli estremismi e la paura che le ignare #palme collocate in queste settimane nell’aiuola di fronte alla Madonnina hanno simbolicamente portato alla luce, ondata di intolleranza con risvolti vandalici che la politica da giorni sta cavalcando sui media.

La rivendicazione dei Sentinelli sottolinea che il diverso o l’esotico non devono generare timore, ma anzi: “la diversità è un valore che ha contribuito a far grande Milano“. Prova ne è che senza mais non si fa la polenta, che senza il caffé non esiste l’espresso e che, per tornare alle piante ornamentali, senza gli amati gerani niente balconi fioriti…

Ok ok, ma i banani sono troppo? Peccato da “La Stampa” Alberto Mattioli fa presente che “Quanto al banano, nessuno ha ricordato che uno degli italiani più illustri e più nazionalpopolari, quello che pianse e amò per tutti, fece il diavolo a quattro per procurarsene uno e piantarlo a casa sua, a Sant’Agata, nella Bassa piacentina, dunque Padania più profonda. Si chiamava Giuseppe Verdi e il suo banano è ancora lì.” 

I Sentinelli, la cui pagina ha raccolto più 68mila mi piace, lanceranno dunque questa domenica – sulle note di Giuliano #Palma, naturalmente! –  il loro laico “guanto di sfida” contro i “fomentatori di odio”, invitandoli a applicare per primi i loro slogan “rinunciando a tutto ciò che non è italiano”. Partendo proprio dal tema vegetale, esortano così i detrattori delle palme: Togliete dai vostri giardini e balconi gerani, iris, bouganville, ficus, orchidee, ninfee” e, tornando alla tavola, per coerenza, eliminate dalla vostra dieta patate, pomodori, tè e caffè, tutte le spezie e pure il mais con cui fate la polenta”.

E aggiungerei, anche lo zafferano con cui fate il risotto “alla milanese” 😉

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *