2018, al super arriverà il latte di piselli?

“Inventato” da una start up americana prevedibilmente arriverà sul mercato europeo nell’anno nuovo un’altra delle tante alternative al latte bovino. Il “latte” creato con i piselli è altamente proteico, ricco di proprietà nutritive, con pochi zuccheri, perfetto per i vegani, senza lattosio né glutine. E i piselli da bere saranno un’opzione in più tra le tante bevande vegetali che stanno macinando fatturati massicciamente in crescita ormai da alcuni anni, con un mercato che ad oggi, secondo il report di luglio 2017 dell’Euromonitor market research provider, supera gli 8,7 miliardi di dollari.

In un momento in cui la soia non riscuote grandi consensi per la sua provenienza quasi totale da coltivazioni geneticamente modificate, altre opzioni stanno attirando l’attenzione dei consumatori, anche grazie alla forte sensibilità verso il “cruelty free”. Se i dati indicano come i più amati il latte di noci e il latte di cereali, gli analisti prevedono per i paesi come l’Italia una grande crescita per le alternative vegetali, comprese quelle di terza generazione ovvero le bevande sostitutive del latte a base di legumi, come i piselli.

Per il “latte” di piselli, manca ancora il responso dei consumatori italiani in fatto di consistenza e gusto, visto che ancora non è arrivato al nostro super, ma di sicuro il colore è quello giusto, poiché la bevanda vegetale viene realizzata con i piselli gialli, non con quelli verdi. Che sarà un successo ne sono certi i fondatori della Ripple Foods – Neil Renninger, scienziato, e Adam Lowry, biologo – che lo producono in California per il mercato statunitense.

La coltivazione sostenibile della leguminosa necessaria alla produzione sarebbe poi un altro punto forte del “latte” di piselli: utilizza infatti molta meno acqua, il 96% in meno addirittura, di quella impiegata per la soia, rendendolo un prodotto a basso impatto ambientale.

Renninger del resto è un innovatore da sempre: una delle sue “invenzioni” per curare la malaria basate sull’uso dell’artemisina, estratta dalle piante di Artemisia, è stata finanziata dalla fondazione di Bill Gates. 

Il 2018 promette dunque molte novità tutte vegetali: tutti pronti dunque per una ricca sorsata di …piselli? 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *