La stella di Natale più eco? E’ quella che si mangia

Il mese delle feste per eccellenza è iniziato, e bisogna subito cominciare a pensare al grande giorno, il 25 dicembre, quando tutta la famiglia si riunirà intorno alla tavola imbandita in pompa magna per il Natale. E allora come sorprendere e deliziare i cari “ospiti” di quel magico giorno? Magari con un’idea per evitare sprechi e acquisti di decorazioni che si accumulano in cantina. Per esempio una cruditè a forma di Stella di Natale… direttamente nel piatto!

La stella-pinzimonio è uno dei suggerimenti davvero carini che troviamo in Rete su un blog tutto dedicato al Visual Food ovvero all’intaglio di frutta e verdura. Sotto il titolo curioso Amouseonthetable.blogspot.com, Rosemary, la creativa autrice, propone tante decorazioni sfiziose, ecologiche e commestibili.

Compresa una tavola tutta a tema natalizio, di cui ci hanno intrigato, naturalmente, i soggetti vegetali: Stelle di Natale – come quella della foto in alto –  e alberi – per esempio di tagliatelle – simboli di questa calda festività. Ornato di “stelle-peperoni”  anche lo stupendo centrotavola.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

6 risposte a “La stella di Natale più eco? E’ quella che si mangia

  1. Rosemary è una persona deliziosa oltre che una geniale visual.food.artista!! Io consiglio di seguire il suo blog perchè è eccezionale. Io ho imparato a fare le rose di bresaola, grazie ad un tutorial che mi ha gentilmente inviato! (P.s. NO, Rosemary non mi ha pagato per scrivere questo commento! 😉

  2. Confermò anch’io quanto detto da Sarù, Rosemary è la numero 1 e il suo blog vi fa venire voglia di non uscire mai dalla cucina (infatti sta diventando la mia rovina 😀 )!!!!!

  3. Da pochi giorni, cercando sul web per qualcosa di originale, mi sono imbattuta nei tutorial della Signora Rosmary, semplici, chiari e molto facili da eseguire. sono entusiasta, mi sono iscritta al sito ed ora stò sperimentando tutti i piatti in Visualfood. cosa aggiungere? Grazie Rosmary per l\’opportunità che ci da di creare decorazioni per piatti che altrimenti sarebbero insignificanti. Tutto questo è possibile anche non essendo dei Mestri dell\’intaglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *