Fioriere carnivore, eccone una da tenere in casa!

fioriera_carnivora_casa

Dopo aver creato la fioriera di piante carnivore che potete tranquillamente tenere sul balcone tutto l’anno, ecco la proposta della rubrica di Fiori&Foglie per le carnivore in casa. Il vaso ritratto nella foto infatti sarà perfetto da tenere in un angolo del soggiorno ben esposto alla luce durante l’inverno e all’ombra fuori in estate. Pronti per provare anche questa soluzione verde così originale? Basterà tenere presenti due raccomandazioni e la vostra casa potrà vantare delle ospiti assolutamente stilose e felici di intrappolare piccoli insetti: ecco dunque come fare…

FIORIERE CARNIVORE PER LA CASA
– 1 Tillandsia cyanea (circa 9 euro)
– 2 esemplari di Pinguicula (circa 12 euro cad)
– 1 esemplare di Nepenthes (circa 13 euro)
– muschio
– 1 sacchetto di terriccio specifico per piante carnivore (6 euro)

Spesa stimata: le piante carnivore non sono economiche, in questo caso è possibile risparmiare sul costo della fioriera in resina a ciotola alta (circa 24 euro) che può essere sostituita da un comune vaso di plastica.

COMPORRE LA FIORIERA:
Come nel caso della fioriera carnivora per il balcone, abbiamo optato per una ciotola in resina perché leggera e funzionale, senza foro sul fondo. Usate il terriccio specifico per piante carnivore perché è contraddistinto da acidità molto bassa, acidità che non infastidisce la tillandsia a cui le abbiamo abbinate. Rovesciate il terriccio dentro il vaso e svasate tutte le piante con cura (in particolare attenzione a non danneggiare le foglie delle Pinguicule) senza disturbarne le radici, accostatele e poi riempite i vuoti con il terriccio. Per coprire gli spazi in superficie usate il muschio vivo: impregnatelo d’acqua tiepida e poi stendetelo pressando con delicatezza negli interstizi: sarà perfetto per agevolare le annaffiature senza far uscire il terriccio e per mantenere l’atmosfera umida intorno alle piante.

CURARE LA FIORIERA:
La ciotola con carnivore e Tillandsia proposta qui deve stare in casa d’inverno esposta alla luce delle finestre mentre crescerà benissimo in piena ombra all’esterno d’estate. Per bagnare usate sempre acqua demineralizzata o comunque senza calcare versandola sulla superficie: il terriccio va mantenuto sempre umido. Il fiore a spata fucsia della Tillandsia durerà almeno un mese o più: quando si seccherà, tagliatelo alla base e lasciate che la pianta continui a crescere: si allargherà creando nuovi ciuffi di vegetazione a fianco a quello originario, che fioriranno a loro volta. Fioriranno anche le Pinguicule poste ai lati della composizione, piccole piante carnivore verde smeraldo dalla foglia appiccicosa che intrappola gli insetti: appena però il fiore comincia a seccarsi, tagliatelo, per aiutare la pianta a recuperare energie. La carnivora posta sul davanti, la Nepenthes, svilupperà nuove foglie e nuove trappole scarlatte. Vaporizzate la Tillandsia e la Nepenthes una volta alla settimana d’inverno e più spesso d’estate.

Vi sono piaciute le fioriere carnivore?
Guardate anche le altre fioriere della rubrica di Fiori&Foglie – creata con Sandro Degni, giardiniere professionista e Viridea, la catena di garden per le piante, la casa e gli animali –  per rendere più verdi gli appartamenti in città:
Fioriere fashion d’inverno e il Balcone verde d’inverno al nord e al sud

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *